Documenti e moduliPermesso di soggiorno

Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione

La Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione viene concessa ai familiari non comunitari di un cittadino dell’unione se quest’ultimo dispone delle risorse economiche sufficienti per provvedere a se stesso e al proprio nucleo familiare.

Al familiare non comunitario viene rilasciato un titolo di soggiorno come stabilito dal D.Lgs. 6 febbraio 2007, n. 30)

Chi può richiedere la Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione:

I familiari non comunitari che possono richiedere la carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’unione sono.

  • Coniuge del comunitario;
  • Partner del comunitario che abbia contratto un’unione valida per legge;
  • Genitori a carico della persona cittadina comunitaria e del coniuge o partner (indipendentemente dalla nazionalità);
  • Figli con meno di 21 anni o a carico della persona cittadina comunitaria e del coniuge o partner (indipendentemente dalla nazionalità);
  • Ai familiari di primo grado del coniuge di cittadino dell’Unione. 

Richiesta Visto Shengen per ingresso in Italia:

I familiari non comunitari del cittadino italiano per entrare in Italia devono richiedere il Visto Shengen  di breve durata.

Grazie a questo visto della durata di 90 giorni che viene rilasciato dalle autorità consolari italiane, i familiari non comunitari possono fare il loro ingresso in Italia e richiedere la Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione.

I nostri visitatori: Visto Schengen 2020: Ecco il nuovo regolamento 2020!

Documenti per presentare la domanda:

La documentazione da presentare per la richiesta della carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione è la seguente:

  • ​Fotocopia del permesso di soggiorno (se in possesso);
  • Fotocopia delle sole pagine del passaporto riportanti i dati anagrafici dello straniero, o di altro documento equipollente;
  • Fotocopia del documento di identità del familiare cittadino U.E.;
  • Dimostrazione del rapporto di parentela (certificato di matrimonio, nascita, …) se necessario debitamente tradotta legalizzata;
  • Dichiarazione riguardante garanzia economica firmata dal familiare garante;
  • Dichiarazione dei redditi o CUD;
  • Ultima busta paga o iscrizione a camera di commercio e attribuzione P. IVA del familiare garante;
  • Dichiarazione di ospitalità firmata da chi mette a disposizione l’alloggio;
  • Contratto di affitto/proprietà dell’alloggio.
  • 4 fototessere;
  • Una marca da bollo da 16€; 
  • La copia del codice fiscale.

Validità:

La Carta di soggiorno per familiari di cittadino dell’Unione ha una durata di 5 anni.

Viene rilasciata solo dopo essere stato provato il rapporto di parentela.

Ciò che molti non sanno è che non è strettamente necessario vivere con il familiare italiano.

Basta solo che quest’ultimo sia presente sul territorio italiano.

Con la carta di soggiorno i familiari non comunitari possono lavorare e studiare.

Uno Stato membro, inoltre, non può esigere che il richiedente dimostri di avere inutilmente tentato di trovare un’attività lavorativa, o di ricevere un aiuto per il proprio sostentamento dalle autorità del paese di origine, o di avere tentato con ogni altro mezzo di garantire il proprio sostentamento. 

I nostri visitatori: l vostro primo permesso di soggiorno: Come ottenerlo?

Quanto costa fare la Carta di soggiorno per familiari di cittadino dell’Unione:

Come specificato dall’art.10, comma 6, del D.lgs. 30/2007, la richiesta di rilascio della carta di soggiorno UE per familiare di cittadino comunitario non è sottoposta al contributo economico.

I nostri visitatori: Reddito per permesso illimitato e carta di soggiorno 2020

Posso viaggiare all’estero?

La carta di soggiorno mantiene la propria validità: 

  • In caso di assenze temporanee del titolare non superiori a sei mesi l’anno
  • In caso assenze di durata superiore per l’assolvimento di obblighi militari ovvero di assenze fino a dodici mesi consecutivi per rilevanti motivi, quali la gravidanza e la maternità, malattia grave, studi o formazione professionale o distacco per motivi di lavoro in un altro Stato.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Fonte
www.trevisolavora.it/www.pratomigranti.it

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.