Attaulità e NewsEconomia

Benzina a 1 euro al litro: dal 31 agosto altri sconti e per chi?

Per via dell’emergenza Coronavirus, il prezzo del carburante ha avuto delle diminuzioni, la benzina a 1 euro al litro sarà il prossimo supersconto a partire dal 31 agosto.

Questa scontistica partirà dalla regione Friuli Venezia Giulia che permette più sconti sulla benzina e diesel.

Grazie a questa scontistica, a partire dal 31 agosto si potrà effettuare il pieno delle nostre automobili con diesel e benzina 1 euro al litro.

Tale novità è partirà dalla regione Friuli Venezia Giulia che offrirà in più un aiuto allo sconto di 0,05 euro a litro che verrà effettuato ai distributori.

L’obbiettivo è quello di poter raggiungere i prezzi offerti dai paesi confinanti, come ad esempio al prezzo offerto dall Slovenia.

Infatti, questo Paese è uno dei maggiori fornitori di carburante per via del prezzo che le stazioni slovene offrono.

Benzina a 1 euro al litro: anche il diesel dal 31 agosto

Benzina a 1 euro al litro Gli sconti che verranno effettuati per la benzina a 1 euro al litro avranno validità di un mese, ovvero fino al 30 settembre 2020.

Per il Friuli Venezia Giulia queste agevolazioni riguardano test che una terminati si deciderà se tenere i prezzi bassi anche successivamente.

Si presume di ottenere un risparmio pari a 350.000 euro per la popolazione italiana.

Da leggere:  Cambia l'accesso ai servizi Inps: da ottobre addio al Pin

Per i risiedenti nei comuni che fanno parte dell’area 1 potranno fare rifornimento con la tessera carburante in cui verrà versato un importo pari a 0,29 euro al litro per la benzina e 0,20 per il Diesel.

Per chi, invece, è residente nell’area 2 del Friuli Venezia Giulia avrà un contributo di 0,14 euro al litro per la Benzina.

In tutte e due le situazioni c’è uno sconto di 0,05 euro al litro sul carburante che è valido anche sulle automobili ibride.

Inchiesta carburanti, Report a Monselice

Turismo del pieno: supersconto benzina a 1 euto al litro

Seguito ad un periodo buoio per i distributori di carburante dovuto al lockdown e all’emergenza coronavirus, l’iniziatova delle agevolzioni da parte della regione e dalla compagnie petrolifere sembra scongiurare il “turismo del pieno”.

In quanto ciò incentiva il rifornimento della benzina e del diesel in Italia e di conseguenza un sostegno ciò

“È confortante che le parti abbiano condiviso un percorso comune per evitare che troppo denaro dei cittadini finisca all’estero, con una pesante penalizzazione per le entrate tributarie e per una categoria che soffre inevitabilmente la concorrenza degli operatori stranieri”, ha comunicato il presidente camerale Antonio Paoletti.

“Ora non ci sono più scuse. Andare all’estero a rifornirsi per risparmiare qualche euro non ha più senso rifornirsi per risparmiare qualche euro”. Conclude l’assessore Scoccimarro.

Da leggere:  Contributi 2020 per le auto: ecco chi può richiedere gli incentivi

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.