Cittadinanza Italiana

Giuramento cittadinanza italiana

Sommario

Piccola guida su come si effettua Il giuramento cittadinanza italiana

Richiesta giuramento cittadinanza italiana:

La richiesta per fare il giuramento per la cittadinanza italiana deve essere presentata al comune di residenza entro 6 mesi dall’emanazione del decreto di naturalizzazione.

Il Giuramento cittadinanza italiana all’estero viene effettuato presso l’ambasciata o il consolato italiane nel mondo.

Documenti per giuramento cittadinanza italiana:

Una volta che avete ricevuto il decreto di concessione della cittadinanza italiana, dovete prendere appuntamento in comune per effettuare il giuramento per completare la vostra naturalizzazione.

Il giorno dell’appuntamento dovete portare con voi i seguenti documenti:

  • Decreto in originale;
  • Ricevuta di notifica della Prefettura e una sua fotocopia;
  • Documento di identità e una sua fotocopia;
  • Permesso di soggiorno e una sua fotocopia;
  • Istanza per rendere il giuramento.

Giuramento cittadinanza italiana 2021 testo:

Giuramento cittadinanza italiana testo pdf

Testo di giuramento cittadinanza italiana: 

Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato“.

Dopo giuramento cittadinanza italiana cosa devo fare:

Nei giorni successivi al giuramento, il cittadino straniero naturalizzato ha diritto:

  • Prenotare la carta d’identità per cittadini Italiani;
  • Il passaporto italiano;
  • Restituire il permesso di soggiorno;
  • Richiedere la cittadinanza italiana per figli minori;
  • Richiedere la cittadinanza italiana per i figli maggiorenni;
  • Richiedere la cittadinanza per il coniuge;
  • Richiedere il ricongiungimento familiare con cittadino italiano;
  • Richiedere per i parenti più stretti la Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione.

Oltre a questo potrà finalmente beneficiare anche dei vantaggi della cittadinanza italiana.

Restituire il permesso di soggiorno:

Una volta ottenuta la cittadinanza italiana il cittadino naturalizzato deve restituire il permesso di soggiorno o alla questura. Molto spesso il permesso di soggiorno può essere restituito  anche al comune.

Prenotare la Carta d’identità elettronica online:

Secondo i dati del ministero dell’interno, fino ad ora sono state attivate all’incirca 16.187984 mila carte d’identità elettroniche e questo numero aumenterà di gran lunga nei prossimi mesi!

Il possesso di una carta d’identità elettronica sarà obbligatorio per tutti i cittadini che intendono rinnovare o fare per la prima volta il documento d’identità.

Inoltre a partire da marzo 2021 sarà possibile accedere ai servizi della pubblica amministrazione solo tramite i codici pin della propria carta d’identità elettronica e SPID 

La richiesta al comune:

Il primo passo per richiedere la carta d’identità elettronica 2020 online è quello di andare a verificare se il proprio comune di residenza ha attivato il servizio prenotazione online.

Per saperne di più–> CLICCA QUI

Passaporto italiano per stranieri in Italia

La domanda deve essere presentata tramite uno dei seguenti uffici:

  • Questura;
  • Ufficio passaporti del commissariato di P.S;
  • Stazione dei carabinieri;
  • Comune di residenza.

Per i residenti all’estero si consiglia di visitare il sito Ministero degli Esteri.

Servizio online per passaporto per stranieri in Italia:

La richiesta per il rilascio e rinnovo del passaporto italiano per stranieri naturalizzati può essere effettuata anche online compilando la domanda direttamente sul web.

<In particolare, il cittadino:

  • Anzitutto, deve registrarsi sul  passaportonline.poliziadistato.it;
  • Una volta ottenute le credenziali ed effettuato il login, sistema permette di scegliere il luogo (questura o commissariato), il giorno e l’ora per la consegna della documentazione e per la rilevazione delle impronte digitali necessarie per il rilascio del passaporto;
  • Infine conclusa l’operazione di inserimento dei dati, il programma consente sia di specificare eventuali urgenze nell’avere il documento d’espatrio sia di avere la ricevuta della prenotazione con l’indicazione della documentazione da presentare.

Tempistiche per ottenere il passaporto italiano per stranieri in Italia:

Nel caso in cui abbiate smarrito il vostro passaporto in Italia, in questo caso le tempistiche variano dell’ufficio Competente.

Per il rilascio servono all’incirca due settimane. Rilasciato il documento se non riuscite a ritirarlo per conto vostro, potete far ritirare il passaporto a un’altra persona.

Secondo la Legge n. 445 del 2000 (Legge Bassanini) il delegato deve essere maggiorenne e deve portare con sé:

  • I suoi documenti d’identità;
  • La fotocopia del documento del titolare del passaporto e una delega scritta da un notaio o da un ufficiale dell’anagrafe.

In alternativa si può anche ricevere a casa attraverso richiesta da Poste Italiane, il documento emesso verrà spedito al domicilio con un costo di € 8,20 da pagare con contrassegno alla consegna.

Da leggere:  Procedura cittadinanza italiana alla fase 5: cosa significa?

Documenti rilascio e rinnovo passaporto italiano per stranieri in Italia:

Passaporto italiano per stranieri cosa serve? – Il cittadino che fa la richiesta del passaporto italiano deve essere maggiorenne e portare:

  • Il modulo stampato della richiesta passaporto (quello per minorenni) (quello per maggiorenni;
  • Un documento di riconoscimento valido ( l’originale e una fotocopia del documento);
  • 2 foto-tessere 4×4 uguali e recenti (con sfondo bianco, nel caso indossiate gli occhiale è possibile tenerli se la montatura non modifica il vostro aspetto naturale);
  • La ricevuta del pagamento con conto corrente di 42,50 euro per passaporto ordinario. Il versamento va effettuato esclusivamente con bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro. La causale è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”, ci sono bollettini pre-compilati in posta che possono aiutarvi a non commettere errori un contrassegno amministrativo da 73,50 euro che si può trovare da un tabaccaio la stampa della ricevuta che viene inviata dopo la registrazione a Passaporto Elettronico Agenda Online.

Documento rilascio e rinnovo passaporto italiano per stranieri minori:

Da giugno 2012 non è più possibile richiedere l’iscrizione di un minore sul passaporto del genitore.

Pertanto, tutti i minori devono essere dotati di un passaporto individuale. Le procedure per il rilascio e rinnovo del passaporti per minori sono molto simili a quelle per i maggiorenni.

Un genitore può richiedere il passaporto del figlio minore solo con l’assenso dell’altro genitore, indifferentemente dal fatto che siano conviventi, coniugati, separati o divorziati, questo per tutelare il minore.

A maggior ragione se non si è in possesso di tale assenso si deve presentare il nulla osta rilasciato dal Giudice Tutelare.

Inoltre se il genitore che deve dare il suo consenso è impossibilitato a presentarsi per firmare la dichiarazione in alternativa si può presentare una fotocopia del documento del genitore assente con firma originale con una dichiarazione di assenso scritta e firmata in originale.

Validità passaporto italiano per stranieri in Italia:

Il passaporto italiano per stranieri maggiorenni equivale a 10 anni. Mentre per quanto riguarda i minori, a seconda dell’età la durata del passaporto italiano per minorenni cambia:

  • Validità triennale passaporto per bambini: per i neonati da 0 anni ai minori di 3 anni;
  • Validità quinquennale passaporto per bambini: per i Minore dai 3 ai 18 anni.

Costo passaporto italiano per stranieri in Italia:

Non si paga più la tassa annuale! La nuova normativa sul passaporto ha abolito il pagamento della marca da bollo annuale che va apposto al passaporto solo nel momento del rilascio e del rinnovo decennale.

Dove posso comprarlo?

Il bollo passaporto 2020 è acquistabile presso un qualsiasi tabacchino. Ti basta chiedere al negoziante una marca da bollo per passaporto: il costo è di 73,50 euro.

Nel momento del rilascio, oltre a questo costo per la marca da bollo, devi sostenere anche il costo di richiesta, pari a 42,50 euro, da pagare tramite bollettino postale.

Durata bollo passaporto:

La marca da bollo dura per tutta la durata del passaporto. Non devi apporne altre, solo al momento della scadenza (ossia dopo dieci anni), dovrai fare un nuovo passaporto e quindi pagare i 116 euro (73,50 + 42,50 euro).

Doppia cittadinanza: doppio passaporto

La doppia cittadinanza è regolata da vari accordi internazionali tra i differenti stati del mondo.

Per farla breve, vi indichiamo in questo paragrafo gli stati per cui è impossibile avere la doppia cittadinanza e di conseguenza non si può avere il doppio passaporto.

Questi stati sono:

Andorra, Bielorussia, Bolivia, Bosnia Erzegovina, Botswana, Burundi, Camerun, Capo Verde, Cina Repubblica Popolare, Congo Repubblica Democratica, Congo Brazzaville, Corea del Sud, Costa d’Avorio, Cuba, Emirati Arabi Uniti, Estonia, Etiopia, Filippine, Gabon, Georgia, Ghana, Giappone, Gibuti, Haiti, Honduras, India, Indonesia, Iran, Iraq, Irlanda, Islanda, Kazakistan, Kenia, Kuwait, Liberia, Madagascar, Malesia, Mali, Mauritania, Mauritius, Messico, Mozambico, Nepal, Nicaragua, Nigeria, Norvegia, Pakistan, Panama, Paraguay, Ruanda, Senegal, Somalia, Spagna, Sri Lanka, Sudafrica, Tanzania, Tonga, Trinidad e Tobago, Ucraina, Uganda, Venezuela, Zambia.

Ciò significa che il cittadino straniero proveniente dai seguenti paesi non può mantenere la sua cittadinanza di origine una volta ottenuta quella italiana.

Passaporto italiano per stranieri smarrito o rubato in Italia:

La prima cosa che bisogna fare nel momento in cui il passaporto viene rubato o smarrito è effettuare una denuncia:

La denuncia è necessaria per poter richiedere un nuovo passaporto o eventualmente un duplicato.

Dove effettuare la denuncia?

La domanda va presentata presso:

  • La competente stazione dei Carabinieri;
  • La Questura;
  • Il Commissariato di pubblica sicurezza.

Può essere effettuata anche online tramite il seguente sito:

Denuncia via web

La denuncia deve essere poi verbalizzata dopo 48 ore presso uno dei uffici sopraelencati

Passaporto italiano per stranieri smarrito o rubato all’estero:

Nel caso in cui il vostro passaporto venga smarrito o rubato all’estero, dovete rivolgervi alle autorità consolari nel paese dove vi trovate.

Prima di partire per un viaggio all’estero vi consigliamo di portarvi sempre una fotocopia del vostro passaporto e l’elenco del numero delle ambasciate italiane/ o del vostro paese di origine nel mondo.

Che cosa rilascia l’ambasciata italiana?

L’ambasciata italiana può rilasciare questi due principali documenti:

  • Duplicato del passaporto: Questo passaporto viene rilasciato solitamente agli italiani che vivono all’estero;
  • Documento provvisorio di viaggio: anche chiamato E.T.D. – Emergency Travel Document). E’ un documento che vale solo per il vostro viaggio di rientro in Italia (o nel Paese dove risiedete stabilmente). Solo in casi eccezionali può essere rilasciato per una diversa destinazione.
Da leggere:  Cittadinanza italiana per matrimonio per residenti all'estero

Quando vieni rilasciato il passaporto italiano per stranieri temporaneo?

Il passaporto italiano per stranieri in Italia:

  • Nei casi documentati di impossibilità temporanea alla rilevazione delle impronte digitali come ad esempio le fratture ossee o le ferite ad ambo gli arti superiori;
  • In tutti gli altri casi eccezionali nei quali ci siano la necessità e l’urgenza di ottenere il passaporto ma sia impossibile il rilascio di un passaporto ordinario;
  • Se l’impossibilità è definitiva per invalidità permanente verrà rilasciato un passaporto ordinario ma privo di firma e impronte digitalizzate con la dicitura “esente”.

Documenti di viaggio equipollenti al passaporto italiano:

Esistono diversi tipi di documenti equipollenti al passaporto italiano:

  • Titolo di viaggio per apolidi: Gli apolidi sono soggetti ad obbligo di visto per l’Italia، a meno che non dispongano di un titolo di soggiorno rilasciato da uno degli Stati Schengen;
  • Titolo di viaggio per rifugiati: I rifugiati sono soggetti ad obbligo di visto per l’Italia، a meno che non dispongano di un titolo di soggiorno rilasciato da uno delgi Stati Schengen o dei documenti di viaggio rilasciati da uno dei Paesi firmatari dell’Accordo di strasburgo;
  • Titolo di viaggio per stranieri: Rilasciato a coloro che non possono ricevere un valido documento di viaggio dalle Autorità del Paese di cui sono cittadini؛(premesso di soggiorno);
  • Libretto di navigazione: Documento professionale rilasciato ai marittimi per la loro attività Valido per l’ingresso nello spazio Schengen solo per le esigenze professionali del marittimo;
  • Documento di navigazione aerea: Rilasciato ai piloti ed al personale di bordo delle compagnie aeree civili solo per motivi inerenti la loro attività lavorativa; Lasciapassare delle Nazioni Unite: Rilasciato al personale ONE a a quello delle Istituzioni dipendenti;
  • Documento rilasciato da un Quartier generale della NATO: Rilasciato al personale civile e militare dell’Alleanza Atlantica (e alle persone a loro carico)، inviato a prestare servizio in uno Stato dell’Alleanza Altantica. I membri delle forze NAT0 (ma non i familiari né personale civile al seguito) è esente dal visto;
  • Carta d’identità per i cittadini degli Stati della U.E: Valida anche per l’espatrio per motivi di lavoro. E ‘esente da visto;
  • Carta d’identità (ed altri documenti) per i cittadini degli Stati aderenti all’Accordo europeo sull’abolizione del passaporto. Valida per andare، a scopo turistico، nel territorio di uno degli stati stessi per i viaggi di durata inferiore a 3 mesi. E’esente da visto; Elenco di partecipanti a viaggi scolastici all’interno della U.E.: Rilasciato a studenti stranieri residenti negli stati della U.E. I titolari sono esenti dall’obbligo di visto;
  • Lasciapassare: Foglio sostitutivo del passaporto rilasciato allo straniero che non dispone dei documenti di viaggio valido per tutti gli stati Schengen، o solo per l’Italia. Il system di visto è quello in vigore nel Paese in cui l’interessato è cittadino;
  • Lasciapassare (o tessera) di frontiera :Concesso ai cittadini domiciliati in zone di frontiera. Valida per il transito della frontiera stessa e la circolazione nelle corrispondenti zone degli degli Stati confinanti، in esenzione dal visto.

Cos’è il passaporto elettronico?

Il passaporto elettronico, chiamato anche biometrico, non è altro che un passaporto cartaceo composto da una copertina e con tutte le 48 pagine per apporre gli eventuali visti come un passaporto classico.

L’unica differenza, rispetto al passaporto classico, è che quello  elettronico ha un chip che contiene i propri dati anagrafici e le proprie impronte digitali.

Come riconoscerlo?

Il passaporto elettronico non è difficile da riconoscere, è molto simile a quello cartaceo solo che sulla copertina è inserito e disegnato il microchip.

Viaggio senza visto Europa:

Grazie agli accordi di Shengen. è possibile spostarsi in tutta Europa senza richiedere alcun visto e anche senza passaporto!

Basta infatti essere in possesso di una carta d’identità valida per l’espatrio. Con il passaporto italiano per stranieri in Italia possiamo entrare:

  • Albania;
  • Andorra;
  • Austria;
  • Belgio;
  • Bosnia;
  • Erzegovina;
  • Bulgaria;
  • Cipro;
  • Croazia;
  • Danimarca;
  • Estonia;
  • Finlandia;
  • Francia;
  • Germania;
  • Georgia;
  • Gibilterra;
  • Grecia;
  • Irlanda;
  • Islanda;
  • Kosovo;
  • Lettonia;
  • Liechtenstein;
  • Lussemburgo;
  • Malta;
  • Macedonia;
  • Moldova,
  • Montenegro,
  • Norvegia;
  • Paesi Bassi;
  • Polonia;
  • Portogallo;
  • Principato di Monaco;
  • Regno Unito;
  • Repubblica Ceca;
  • Romania,
  • Serbia;
  • Slovacchia;
  • Slovenia;
  • Spagna;
  • Svezia,
  • Svizzera;
  • Turchia;
  • Ucraina;
  • Ungheria.

Viaggio sena visto Medio Oriente:

Si può entrare facilmente:

  • in Armenia;
  • in Bahrein;
  • negli Emirati Arabi Uniti;
  • in Iran;
  • in Israele;
  • in Giordania;
  • in Kuwait;
  • in Libano;
  • in Oman;
  • in Qatar;
  • in Turchia.

Viaggio senza visto Asia:

Non richiedono il visto:

  • Bangladesh;
  • Brunei;
  • Cambogia;
  • Corea del Sud;
  • Filippine;
  • Giappone;
  • Hong Kong;
  • Indonesia;
  • Kazakistan;
  • Kyrgyzstan;
  • Laos;
  • Macao;
  • Malaysia;
  • Maldive;
  • Nepal;
  • Singapore;
  • Sri Lanka;
  • Taiwan;
  • Tajikistan;
  • Thailandia;
  • Timor-Est;
  • Vietnam.

Viaggio senza visto America:

Si può viaggiare senza visto in:

  • Argentina;
  • Belize;
  • Bermuda;
  • Bolivia;
  • Brasile;
  • Canada (ma qui serve l’ETA, la Electronic Travel Authorization);
  • Chile;
  • Colombia;
  • Costa Rica;
  • Ecuador;
  • El Salvador;
  • Isole Falkland;
  • Guyana Francese;
  • Guatemala;
  • Guyana;
  • Honduras;
  • Mexico;
  • Nicaragua;
  • Panamá;
  • Paraguay;
  • Perù;
  • Stati Uniti (che richiedono però l’ESTA, Electronic System for Travel Authorization);
  • Suriname;
  • Uruguay;
  • Venezuela..

Viaggio senza visto: Africa

Basta il passaporto italiano in

  • Botswana;
  • Burkina Faso;
  • Egitto;
  • Etiopia;
  • Gabon;
  • Gambia;
  • Gibuti;
  • Guinea-Bissau;
  • Capo Verde,
  • Isole Comore;
  • Kenya;
  • Lesotho;
  • Madagascar;
  • Malawi;
  • Marocco;
  • Mauritania,
  • Mauritius;
  • Mayotte;
  • Mozambico;
  • Namibia;
  • Reunion;
  • Ruanda;
  • Sant’Elena;
  • Sao Tome e Principe;
  • Senegal;
  • Seychelles;
  • Somalia;
  • Sudafrica;
  • Swaziland;
  • Tanzania;
  • Togo;
  • Tunisia;
  • Uganda;
  • Zambia;
  • Zimbabwe.
Da leggere:  Diritto di accesso alla cittadinanza italiana per gli stranieri diciottenni

Viaggio senza visto: Oceania

Non è richiesto il passaporto per:

  • Isole Cook;
  • Fiji;
  • Guam;
  • Kiribati;
  • Isole Marianne Settentrionali;
  • Isole Marshall, Micronesia;
  • Nuova Caledonia;
  • Nuova Zelanda;
  • Niue;
  • Isole Palau;
  • Papua Nuova Guinea;
  • Polinesia Francese;
  • Samoa, Samoa Americane;
  • Isole Salomone;
  • Tonga;
  • Tuvalu;
  • Vanuatu;
  • Australia (visto elettronico)

Passaporto italiano per stranieri sposati:

Il coniuge straniero del cittadino italiano, può richiedere il passaporto italiano dopo aver ottenuto la cittadinanza italiana per matrimonio.

Passaporto italiano per stranieri nati in Italia:

I figli dei cittadini stranieri nati e cresciuti in Italia fino all’età di 18 anni, possono richiedere la cittadinanza italiana ed ottenere  il passaporto italiano entro il compimento del 19esimo  compleanno. La richiesta deve essere presentata direttamente dal neo-maggiorenne.

Moduli passaporto italiano per stranieri in Italia:

Per scaricare il modulo per richiesta passaporto minorenni:

Clicca qui Per scaricare il modulo per richiesta passaporto maggiorenni:

Clicca qui

Cittadinanza italiana per figli minorenni

I cittadini stranieri naturalizzati diventano cittadini italiani il giorno successivo al giuramento di fedeltà per la cittadinanza italiana. I figli minorenni diventano automaticamente cittadini italiani il giorno successivo alla proclamazione del genitore cittadino italiano.

Cittadinanza italiana per per figli maggiorenni: La procedura

La procedura di richiesta della cittadinanza italia per il figlio maggiorenne è disciplinata dall’articolo 9, comma 1, lett.a della legge 91/92 che disciplina la naturalizzazione in Italia. Secondo la legge italiana, i figli maggiorenni dei cittadini naturalizzati possono richiedere la cittadinanza per residenza o naturalizzazione dopo 5 anni di residenza nel territorio italiano che decorrono dalla data di naturalizzazione del genitore. Ciò significa che si può fare la domanda, il giorno successivo da quello in cui è stato fatto il giuramento.  Per saperne di più: CLICCA QUI

Cittadinanza italiana per il coniuge del cittadino italiano:

L’ acquisto della cittadinanza italiana per matrimonio da parte del coniuge straniero ha un trattamento più favorevole rispetto agli altri casi di acquisto della cittadinanza. I tempi di concessione dipendono dal luogo di residenza:

  • Se risiede legalmente in Italia da almeno 12 mesi (un anno) in presenza di figli nati o adottati dai coniugi o dopo 24 mesi (due anni) di residenza con il cittadino italiano;
  • In caso di residenza all’estero, dopo 18 mesi (un anno e mezzo) in presenza di figli nati o adottati da coniugi o dopo 36 mesi (tre anni) dalla data del matrimonio (se non vi è stato scioglimento, annullamento o cessazione degli effetti civili e se non è in corso la separazione legale).

Per saperne di più: CLICCA QUI

Ricongiungimento familiare con cittadino italiano

I due passaggi fondamentali per poterlo richiedere il ricongiungimento familiare con un cittadino italiano sono i seguenti:

  • l familiare da ricongiungere deve chiedere all’Ambasciata/Consolato il rilascio del Visto d’ingresso per ricongiungimento familiare.
  • Una volta entrato in Italia, il familiare da ricongiungere deve chiedere alla Questura il rilascio della Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione.

Per saperne di più: CLICCA QUI

Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione:

Cosa fare dopo il giuramento della cittadinanza italiana? –  Dopo il giuramento della cittadinanza italiana è possibile anche richiedere la carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione per i seguenti familiari:

  • Coniuge del comunitario;
  • Partner del comunitario che abbia contratto un’unione valida per legge;
  • Genitori a carico della persona cittadina comunitaria e del coniuge o partner (indipendentemente dalla nazionalità);
  • Figli con meno di 21 anni o a carico della persona cittadina comunitaria e del coniuge o partner (indipendentemente dalla nazionalità);
  • Ai familiari di primo grado del coniuge di cittadino dell’Unione. 

Per saperne di più: CLICCA QUI

Vantaggi cittadinanza italiana:

Una volta acquisita la cittadinanza italiana, si acquisiscono anche una serie di vantaggi come per esempio:

Diritto di voto all’elettorato attivo:

Il diritto di voto può essere acquisito solo dai cittadini italiani e i cittadini dell’unione europea che possono votare alle elezioni comunicali nello stato membro in cui risiedono.  Il voto in Italia è:

  • Personale = Nel senso che può essere esercitato solo da chi ne ha diritto e non sono ammesse deroghe,
  • Uguale = ogni elettore ha diritto a un solo voto e tutti i voti sono uguali di fronte alla legge,
  • Libero = ognuno è libero di votare il partito e candidati che preferisce,
  • Segreto = il voto è segreto per permettere all’elettore di votare senza essere condizionato.

In Italia il corpo elettorale si esprime in diverse occasioni:

– Elezioni politiche per eleggere i membri del parlamento:

Ogni 5 anni i cittadini italiani sono chiamati a votare i membri del parlamento. Per la Camera possono votare chi ha compiuto 18 anni entro la data dell’elezione; per il Senato può votare chiunque abbia 25 anni (sempre prima del giorno del voto). I cittadini italiani all’estero votano in una data precedente al voto ufficiale.
 
Per saperne di più: CLICCA QUI

Cosa succede se non faccio il giuramento ?

Si rammenta che se l’interessato non presta il giuramento entro 6 mesi dalla data di notifica, il decreto di concessione della cittadinanza non ha nessun effetto.

Ciò vuol dire che decorso quel periodo, il decreto non avrà più validità e l’interessato dovrà ripresentare la domanda per la cittadinanza, producendo nuovamente tutta la documentazione, anche quella proveniente dall’estero.

I nostri visitatori hanno letto anche: 

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.