Documenti e moduliPermesso di soggiorno

Chi può richiedere il ricongiungimento familiare?

Chi può richiedere il ricongiungimento familiare? Possono richiedere il ricongiungimento familiare tutti i cittadini extracomunitari che rispettano una serie di condizioni per il rilascio nulla osta per ricongiungimento familiare! Scopriamo insieme quali sono questi requisiti

Chi può richiedere il ricongiungimento familiare?

Possono chiedere il ricongiungimento familiare i migranti che hanno uno di questi permessi di soggiorno:

Reddito per ricongiungimento familiare:

Chi può richiedere il ricongiungimento familiare? – Inoltre per quanto riguarda il Reddito, si può richiedere il ricongiungimento familiare se il vostro reddito annuo lordo proviene da fonti lecite e non è non inferiore agli importi indicati.

Nel caso in cui il richiedente svolga lavoro dipendente – i riferimenti sono quelli relativi all’importo dell’assegno sociale MODULO S3. Mentre invece se si svolge un lavoro autonomo:

  • MODULO BILANCIO ANNUALE (per le ditte in attività da oltre un anno);
  • MODULO BILANCIO SEMESTRALE (per le ditte in attività da meno di un anno);
  • MODULO BILANCIO DITTA CON PIU’ DIPENDENTI (nel caso in cui la Società/ditta sia composta da più soci).
Da leggere:  Visto vacanza-lavoro per Corea del Sud 2020: Tutto ciò che devi sapere!

Ai fini della determinazione del reddito si deve tener conto anche di eventuali familiari a carico precedentemente ricongiunti (cfr. MODULO DICHIARAZIONE PRECEDENTI RICONGIUNGIMENTI) e di eventuali figli nati in Italia e a carico.

Quando il vostro reddito non è sufficiente per il ricongiungimento familiare, il richiedente può chiedere il cumulo di reddito con i familiari conviventi che siano regolarmente soggiornati in Italia.

I familiari, nella fattispecie, possono essere i genitori, il coniuge, i figli maggiorenni, il fratello e/o la sorella.

A questo punto bisogna presentare allo Sportello Unico per l’Immigrazione, oltre alla documentazione prevista per la procedura, in originale e fotocopia:

  • Modello CUD, 730 o Modello Unico del familiare con il quale si fa il cumulo del reddito. Nel caso in cui coniugi fanno la dichiarazione di reddito congiunta, basta presentare il 730;
  • Certificato dello stato di famiglia e di residenza;
  • Certificati che attestano il legame di parentela nel caso in cui non risulti evidente sul certificato dello stato di famiglia.

Idoneità alloggiativa:

Chi può richiedere il ricongiungimento familiare? – L’idoneità alloggiativa è un certificato che dimostra che l’abitazione in cui vivi rispetta i requisiti richiesti dalla legge per l’edilizia residenziale.

L’alloggio in cui abiti deve essere sufficientemente grande e sicuro dal punto di vista della salute e dell’igiene per ospitare sia te sia le eventuali persone con cui vivi.

Per avere il certificato di idoneità alloggiativa devi andare negli uffici del Comune dove abiti.

Da leggere:  Autocertificazione fase 2 pdf >> Ecco come si compila il modulo ✅

L’abitazione deve rispettare i seguenti requisiti minimi:

Superficie per abitante:

1 abitante 14 metri quadrati
2 abitanti 28 metri quadrati
3 abitanti 42 metri quadrati
4 abitanti 56 metri quadrati

Per ogni abitante successivo: + 10 metri quadrati

Composizione dei locali:

Stanza da letto per 1 persona 9 metri quadrati
Stanza da letto per 2 persone 14 metri quadrati

+ una stanza soggiorno di 14 metri quadrati

Superficie per gli alloggi mono stanza

1 persona 28 metri quadrati
2 persone 38 metri quadrati

Altezza minima:

  • 2,70 metri
  • Deroga fino a 2,55 metri per i comuni montani
  • Deroga fino a 2,40 metri per i corridoi, i bagni, i disimpegni e i ripostigli

Locali che devono avere aerazione:

  • Soggiorno e cucina con finestra apribile
  • Se il bagno non ha una finestra, deve avere un impianto di aspirazione meccanica

Impianto di riscaldamento:

  • Deve essere presente quando le condizioni climatiche del luogo lo richiedono.

Ricongiungimento familiare con i figli del coniuge:

Il Ricongiungimento familiare con i figli del coniuge è previsto dalla legge italiana a condizione che i figli siano minorenni e che l’altro genitore, qualora esistente, dia il proprio consenso. Per saperne di più: CLICCA QUI

Autorizzazione espatrio minorenni genitori separati:

Per poter richiedere il ricongiungimento familiare e ottenere il nulla osta da parte del Ministero dell’interno, è necessario chiedere l’autorizzazione dell’altro genitore residente nel paese d’origine con i figli minori.

L’autorizzazione espatrio minorenni genitori separati va richiesta anche quando è il coniuge del genitore residente in italia che richiede il ricongiungimento familiare con i figli del coniuge.

L’autorizzazione deve essere redatta sotto forma di dichiarazione davanti ad un ufficiale di stato civile o di anagrafe del suo paese.

Da leggere:  Permesso di soggiorno per asilo politico 2020: Rilascio, rinnovo e diritti riconosciuti

Per saperne di più: CLICCA QUI

NOTA BENE:

Gli stranieri a cui è stato riconosciuto lo status di rifugiato e quindi titolari di permesso di soggiorno per asilo o ammessi alla protezione sussidiaria non devono dimostrare né i requisiti di reddito né di alloggio.

Ricongiungimento familiare figlio maggiorenne: In quali casi è possibile?

La richiesta del Ricongiungimento familiare figlio maggiorenne è una procedura molto delicata. In questo caso esistono due ipotesi:

  • 1 ipotesi: Il figlio dello straniero diventa maggiorenne dopo che i genitori hanno inoltrato la richiesta telematica al Ministero dell’interno.
  • 2 ipotesi: Il figlio dello straniero diventa maggiorenne prima che i genitore abbiano avuto la possibilità di inoltrare la richiesta telematica al Ministero dell’Interno.

Il ricongiungimento familiare con un cittadino italiano:

Il cittadino straniero che ha ottenuto la cittadinanza italiana, può portare i suoi familiare più stretti in Italia attraverso la pratica di ricongiungimento.

I due passaggi fondamentali per poterlo richiedere il ricongiungimento familiare con un cittadino italiano sono i seguenti:

  • l familiare da ricongiungere deve chiedere all’Ambasciata/Consolato il rilascio del Visto d’ingresso per ricongiungimento familiare.
  • Una volta entrato in Italia, il familiare da ricongiungere deve chiedere alla Questura il rilascio della Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione.

Per saperne di più: CLICCA QUI

I nostri visitatori hanno letto anche: 

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.