Lavorare in Italia

Ferragosto in busta paga: quanto deve essere pagato?

Ferragosto in busta paga – Nonostante Ferragosto sia un sabato quest’anno numerosi, dai stagionali del turismo, ai camerieri oppure anche i commessi dovranno lavorare.

Numerosi per il settore del turismo terranno un servizio lavorativo nonostante le restrizioni per Ferragosto in diversi Comuni e Regioni di Italia. Per poter limitare i contagi al minimo di COVID-19.

Possiamo aggiungere lavoratori come:

  • Camerieri;
  • Bagnini;
  • Baristi e tante altre figure che lavorano nelle zone balneari.

Vediamo innanzitutto  perché si festeggia Ferragosto e poi quanto spetta in busta paga.

Da leggere: Come leggere la propria busta paga 2020?

Perché Ferragosto è festivo?

Numerosi di voi non sanno, probabilmente, che il Ferragosto è una festività religiosa.

Il 15 Agosto, appunto, viene festeggiata l’Assunzione della Vergine Maria.

Per questa ragione è una festività, originariamente laica che poi si è trasformata in una festa religiosa.

Precedentemente alla scelta della Chiesa Cattolica di poter far combaciare il Ferragosto con l’Assunzione questa festività cadeva nel 1° di agosto.

Furono gli Antichi Romani ad introdurre questa festività, ed il suo termine deriva proprio dal latino Feriae Augusti (riposo di Augusto).

Per onorare l’imperatore Augusto, che introdusse questa celebrazione nel 18 a.C al fine di poter celebrare il termine dei lavoratori agricoli.

Da leggere: Bonus Busta Paga Luglio 2020: Questo mese 100 euro in più!

Ferragosto in busta paga: Lavorare è obbligatorio?

Proprio come troviamo nelle altre festività, anche il 15 agosto il lavoratore è in grado di scegliere se lavorare oppure no. Tranne se all’interno del CCNL di riferimento è stabilito altro.

Sono presenti determinati settori di fatto, dove bisogna garantire il continuo servizio anche nei giorni festivi. Possiamo fare l’esempio della Sanità, però ve ne sono molti altri.

Per i dipendenti che lavorano a Ferragosto, tuttavia, ci sono delle agevolazioni particolari:

  • Diritto a godere di riposi compensativi (per una durata pari alla prestazione svolta);
  • Retribuzione maggiorata.

Di seguito ci soffermeremo su quest’ultimo aspetto, facendo chiarezza su quanto viene pagato la giornata di Ferragosto in busta paga.

Da leggere: Bonus busta paga in arrivo tra pochi giorni: Ed altre novità ancora!

Ferragosto: quanto viene pagato in busta paga?

Ferragosto quest’anno sarà alla fine settimana, per essere più precisi di sabato.

Può succedere che un lavoratore – sia privato che pubblico – possa decidere di andare comunque a lavorare (o perché espressamente richiesto dal datore di lavoro) e in questo caso avrà diritto ad ottenere una maggiorazione in percentuale per il lavoro festivo in base a quanto stabilito dal CCNL di riferimento.

Per fare un esempio, all’interno del CCNL Commercio viene previsto che:

Le ore di lavoro saranno pagate come straordinario festivo. Ciò vuol dire che oltre alla paga normale oraria percepirà una maggiorazione del 30% sulla retribuzione.

Qui sotto l’elenco di come cambia la percentuale di maggiorazione a seconda del CCNL di riferimento:

  • Turismo: 20%;
  • Alimentaristi: 50%;
  • Trasporti: 50%;
  • Calzature: 50%;
  • Carta: 55%;
  • Editoria: 60%;
  • Metalmeccanica 50% (60% se notturno);
  • Tessile e Abbigliamento: 38%.

Di conseguenza chi lavora nella giornata di Ferragosto ha diritto a uno stipendio più alto, che equivalga a quanto riconosciuto per gli altri giorni festivi.

Da leggere: La busta paga per badanti e colf! | Stranieri d’Italia

Cosa succede invece per chi non lavora?

Questa giornata di festività verrà comunque retribuita in busta paga. Però solamente se è durante la settimana lavorativa e molti lavorano anche il sabato da contratto.

Bisogna specificare però che, nel caso la retribuzione sia fissa, il lavoratore non avrà diritto ad alcun trattamento aggiuntivo, dato che questa festività è già compresa all’interno del stipendio mensile.

Per coloro che non hanno una retribuzione fissa, il compenso riconosciuto per il giorno di Ferragosto – se non lavorato – equivale a 1/6 della retribuzione settimanale.

In tutti e due i casi, tuttavia, al lavoratore sono riconosciuti gli assegni familiari.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.