Lavorare in Italia

Tredicesima part-time: Ecco come funziona!

Molti lavoratori che lavorano a metà tempo si chiedono come funziona la Tredicesima part-time. In questa breve guida vediamo insieme di capire come funziona e cosa prevede la legge in materia!

Che cos’è la tredicesima?

La tredicesima è una mensilità aggiuntiva, introdotta nel 1937 e he spetta a tutti i lavoratori subordinati (dipendenti) che abbiamo un contratto a tempo determinato o indeterminato.

Questa mensilità è regolata da ogni contratto collettivo nazionale e l’importo equivale, di norma, ad una mensilità rapportata al periodo effettivamente lavorato.

Di norma la tredicesima viene erogata anche ai lavoratori part-time. Ciò che invece non si sa è la tassazione della tredicesima part-time è più bassa perché su di essa si applica l’imposta Irpef lorda senza detrazioni per lavoro dipendente o per carichi di famiglia, in quanto questi vengono inclusi nella busta paga di dicembre.

Questo spinge molti lavoratori a chiedersi come avviene il calcolo della tredicesima part- time. Scopriamolo insieme!

Tredicesima part-time: Come avviene il calcolo?

In sostanza, al lavoratore in part time orizzontale o verticale è garantito il diritto a maturare la tredicesima part-time per tutte le ore di lavoro effettivamente sostenute, compresi i periodi di malattia.

Al contrario, non matura nei casi di aspettativa non retribuita, per congedo parentale, per l’astensione dal lavoro per la malattia dei figli e per i permessi non retribuiti.

Da leggere:  Bonus IRPEF 2020: taglio cuneo fiscale nella busta paga di agosto

Per quanto riguarda, l’ammontare dello stipendio, la tredicesima è calcolata in base al tipo di contratto. La base di partenza è costituita dall’orario di lavoro effettuato nell’anno. In particolare:

  • La tredicesima si somma mese per mese e per i lavoratori che hanno lavorato per un anno intero, da gennaio a dicembre, si matura una mensilità di retribuzione lorda in più come tredicesima.
  • In caso di assunzione interruzione di un rapporto di lavoro part-time in corso di anno, al lavoratore spetterà un dodicesimo di tredicesima per quanti sono i mesi di lavoro effettivamente svolti.

Quindi in sostanza:

Per maturare un mese di tredicesima si prende in considerazione il limite di almeno 15 giorni di lavoro al mese, considerando utili i giorni di calendario e non quelli di lavoro effettivo.

I nostri visitatori hanno letto anche: 

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.