Bonus

Bonus vacanze da 500 euro: Ecco come fare richiesta

A partire dal primo luglio al 31 dicembre 2020 sarà possibile ottenere il bonus vacanze da 500 euro, una tax credit introdotta al fine di incentivare le famiglie a passare le vacanze e le proprie ferie nelle strutture turistico-ricettive nello stato italiano.

Parliamo dunque di un bonus da massimo 500 euro, che può essere richiesto senza necessità di presentare una domanda.

Bonus vacanze da 500 euro: Italiani in vacanza

Favorire i cittadini ad andare in vacanza in Italia. Questo è il principale obiettivo della tax credit inserita dal decreto Rilancio per essere a rilanciare il turismo nel nostro Paese, nonostante l’emergenza Coronavirus e la conseguente crisi economica.

Parliamo di un vero e proprio bonus vacanze, di un valore di 2,4 miliardi di euro, come precedentemente chiarito dal ministro della Cultura, Dario Franceschini.

Questo bonus consiste in un credito per fronteggiare le spese sostenute dalle famiglie per andare in vacanza. Però solamente nelle strutture turistico-ricettive italiane.

Questo bonus vacanze da 500 euro si potrà usufruire a partire dal primo luglio al 31 dicembre 2020, senza la necessità di compilare una domanda.

La somma ha un massimo di 500 euro, però può cambiare in base al numero dei componenti della famiglia stessa.

Da leggere: Bonus 1.000 euro colf e badanti: Ecco come ottenerlo

I requisiti per accedere al bonus vacanze: a chi spetta?

Però non tutte le famiglie saranno in grado di beneficiare del bonus vacanze. Potranno accedere solamente chi ha un reddito medio-basso, però con la soglia massima stabilita in base all’Isee.

Non dovrà infatti  superare i 40 mila euro. I requisiti per poterlo usare riguardano soprattutto le strutture da scegliere in quanto devono essere nel territorio italiano. Però sarà possibile prendere il bonus dal primo luglio al 31 dicembre 2020.

La somma massima è di 500 euro, solamente nel momento in cui la famiglia sia composta da tre o più persone. Per i single il buono è da 150 euro, per le coppie da 300.

Da leggere: Bonus da 400 a 600 euro badanti straniere con decreto maggio

Non serve una domanda per farne richiesta:

Il bonus in pratica viene applicato con una percentuale dell’80%, direttamente dalla struttura ricettiva, come:

  • Alberghi;
  • B&B;
  • Campeggi;
  • Agriturismi.

Con uno sconto applicato direttamente sulla fattura.

Di conseguenza ci sarà una struttura che cederà il suo credito:

  • Ai fornitori privati;
  • Agli istituti di credito;
  • Agli intermediari finanziari.

Invece il 20% del bonus che resta, viene recuperato attraverso una detrazione fiscale sulla dichiarazione del redditi dell’anno fiscale 2020, ovvero quella che verrà effettuata nel 2021.

Da leggere: Cassa integrazione di aprile e Bonus 600 euro in pagamento

Come avviene il pagamento?

Il pagamento deve essere dopo seguente attestazione attraverso fattura elettronica oppure documento commerciale. E dovrà essere indicato il codice fiscale del beneficiario del credito.

Per poter ricevere il bonus, di conseguenza, non bisognerà compilare una domanda ma semplicemente fare i pagamenti nella struttura fornendo il codice fiscale.

La spesa deve essere fatta con un’unica soluzione e per i servizi offerti da una sola impresa.

Dunque, per fare un esempio, solamente un albergo e pagando la quota tutta in un colpo solo. Il bonus non sarà applicabile per le prenotazioni effettuate attraverso piattaforme o portali telematici, con eccezione per le agenzie di viaggio e i tour operator.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Tags

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Lina F.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. Art 3

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker