Permesso di soggiornoDocumenti e moduli

Permesso di soggiorno illimitato | Stranieri d’Italia

Il permesso di soggiorno illimitato, o CE di lungo periodo, è un documento con cui la durata del tuo permesso e del tuo soggiorno in Italia sarà limitato.

La permanenza in Italia può avere una durata illimitata, non si atterrano tutti i diritti come invece per la cittadinanza italiana, ma resta comunque un documento molto importante grazie al quale potrai risiedere in Italia per tutto il tempo che vorrai.

Cos’è e come funziona permesso di soggiorno illimitato?

Il permesso di soggiorno illimitato per extracomunitari, conosciuto anche come permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo (S.L.P.), è un documento che vi permetterà di poter vivere in Italia senza alcun problema e soprattutto senza nessuna scadenza. Come appunto notiamo nel nome stesso è illimitato, non ha una scadenza e non va rinnovato.

11 - Il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo - Scuola di italiano

Da quale ente viene rilasciato?

L’ente principale che si occupa del rilascio del permesso di soggiorno illimitato è la Prefettura. Tuttavia non si ha bisogno di andare in Prefettura, in quanto si potrà chiedere il permesso di soggiorno presso un qualsiasi ufficio Postale.

E bisognerà chiedere all’impiegato il kit di richiesta del permesso. Il kit è una busta che contiene il modulo di domanda e l’elenco dei documenti da presentare. Il tutto poi dovrai consegnarlo sempre in posta.

Oppure in caso non si voglia utilizzare il kit, si può andare presso un patronato o presso il Comune di residenza, se fornisce il servizio, quindi fare domanda.

Da leggere:  Passaporto elettronico (Cos'è e a cosa serve) | Stranieri d'Italia

Da leggere: Permesso di soggiorno provvisorio (cos’è e come averlo)

Quali documenti sono necessari?

Una volta giunta alla posta bisognerà consegnare:

  • Il modulo che trovi nel kit delle Poste, compilato e firmato;
  • Fotocopia del tuo passaporto;
  • Fotocopia del tuo CUD o della dichiarazione dei redditi. Se sei un collaboratore domestico (badante, colf, baby sitter) devi portare l’estratto contributivi INPS);
  • Una fotocopia delle buste paga dell’anno in corso (devi chiederle al tuo datore di lavoro, che è obbligato a rilasciartele ogni mese);
  • Documenti di residenza e stato di famiglia (puoi chiederli al Comune di residenza);
  • Certificato casellario giudiziale e certificato dei procedimenti penali (puoi chiederli in Tribunale), che sono certificati che attestano che non sei un criminale;
  • Bollettino di pagamento pari a 27,50 euro;
  • Marca da bollo da 16 euro (puoi comprarla in tabacchino).

Quali requisiti bisogna avere?

Nel caso tu fossi un extracomunitario, potrai richiedere il permesso di soggiorno illimitato solamente se in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Hai già il permesso di soggiorno da almeno 5 anni, durante i quali hai vissuto in Italia;
  2. Hai un reddito minimo pari almeno all’assegno sociale, ossia 5.061,68 euro annui (453 euro al mese + tredicesima).

In caso tu voglia richiedere il permesso di soggiorno anche per i tuoi familiari, allora il tuo reddito minimo deve essere maggiore. Ecco una tabella che riepiloga gli importi.

Reddito minimo:

N. richiedenti Reddito richiesto:

  • 1 – 2 => (richiedente compreso) = 5.061,68 euro annui;
  • 3 – 4 => (richiedente compreso) =10.123,36 euro annui;
  • 5 e più 15.185,04 euro annui

Per quali familiari puoi ottenere il permesso di soggiorno illimitato:

  • Marito o moglie;
  • Figli che non hanno raggiunto i 18 anni;
  • Figli con più di 18 anni che per motivi di salute non sono economicamente autosufficienti;
  • Genitori a carico.

Da leggereIl permesso di soggiorno per lavoro subordinato | Stranieri d’Italia

Quanto dura il permesso di soggiorno illimitato?

Il permesso di soggiorno di lungo periodo non ha scadenza. Una volta che lo si ottiene potrai vivere in Italia per quanto lo si desidera, anche a vita. Non dovrai più recarti nella prefettura per rinnovare il tuo permesso. Grazie a questo documento, secondo la legge italiana, si ha il diritto di poter vivere regolarmente in Italia come un cittadino italiano.

Da leggere:  Inps & assegno familiare per 3 figli: Di che cosa si tratta?

Nel caso in cui fossi soggiornate di lungo periodo, dovrai procedere solamente all’aggiornamento del permesso e solo nei seguenti casi:

  • Cambi residenza in una nuova provincia;
  • Rinnovi il passaporto;
  • Cambiano i tuoi dati anagrafici (nome, cognome, giorno e luogo di nascita);
  • Devi iscrivere nel tuo permesso un figlio minorenne di 14 anni.

Oltre a questi determinati motivi, se volete che il vostro permesso di soggiorno sia valido anche come documento di riconoscimento, dovrete impegnarvi ad aggiornarlo ogni 5 anni, soprattutto per quanto riguarda la foto. Questo aggiornamento non è obbligatorio, è necessario solo se vuoi usare il permesso come documento di identità, altrimenti non occorre farlo.

Aggiornamento del permesso di soggiorno:

Inoltre dovrai fare richiesta dell’aggiornamento del permesso di soggiorno. Con l’aggiornamento le autorità non dovranno controllare di nuovo tutti i tuoi requisiti di permanenza in Italia. Non avrai più nessun problema per quanto riguarda la tua permanenza in Italia.

L’aggiornamento è un semplice adeguamento del documento alla tua nuova condizione, che appunto può essere una nuova residenza oppure l’arrivo di un figlio.

Anche per quanto riguarda questo caso per effettuare l’aggiornamento del permesso di soggiorno devi andare presso un ufficio postale e chiedere il kit di aggiornamento. Questo kit è una busta che contiene il modulo di richiesta e l’elenco dei documenti da consegnare (l’elenco cambia in base al motivo per cui chiedi l’aggiornamento).

Una volta che avrai compilato il kit dovrai consegnarlo sempre in posta. Oppure potrai rivolgerti presso qualsiasi patronato che ti aiuterà nell’invio della domanda, in maniera del tutto gratuita.

Da leggereSospensione permesso di soggiorno per 30 giorni? Ecco cosa fare!

Da leggere:  Rimborso della tassa sul permesso di soggiorno: come funziona?

Come avviene la revoca del permesso di soggiorno illimitato?

Nel caso in cui tu fossi un cittadino extracomunitario in possesso di permesso di soggiorno illimitato, le autorità possono revocartelo solo nei seguenti casi:

  • Lo hai acquisito fraudolentemente, per esempio dichiarando il falso;
  • Hai celebrato un matrimonio di comodo (C.M. del 27 maggio 2009);
  • Vieni espulso, quindi per gravi motivi di sicurezza nazionale e ordine pubblico (art. 9 del T.U. sull’immigrazione);
  • Vengono a mancare i requisiti per il rilascio di del titolo (quindi per esempio condanne penali anche non definitive);
  • Sei assente dall’Italia per almeno 12 mesi consecutivi;
  • Se acquisisci un analogo titolo in un altro Paese UE.

Cosa succede dopo la revoca?

In caso venga effettuata la revoca del tuo permesso di soggiorno di lungo periodo, in base al caso, le autorità possono espellerti oppure rilasciarti un permesso di soggiorno ordinario. Chiaramente in base al motivo per cui ti hanno revocato quello illimitato.

Se te lo hanno revocato in quanto fai parte della criminalità organizzata ovviamente procederanno all’espulsione, se invece sei stato fuori per 12 mesi, ti rilasceranno semplicemente un permesso ordinario.

Posso viaggiare?

Grazie al permesso di soggiorno di lungo periodo puoi vivere, studiare e lavorare in quasi tutti i Paesi europei, tranne alcuni paesi che non aderito pienamente ad alcuni accordi europei, ossia:

  • Inghilterra e Irlanda;
  • quindi prima di mettere piede in questi Paesi devi chiedere un visto di ingresso;
  • Svizzera;
  • Norvegia;
  • Anche Islanda ed infine il piccolo stato del Liechenstein.

Queste nazioni non hanno aderito all’Unione Europea, quindi anche qui prima di mettere piede dovrai richiedere un visto, anche se hai un permesso CE illimitato.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.