Pensione

Come andare in pensione a 55 anni! | Stranieri d’Italia

Per coloro che hanno cominciato a lavorare molto presto o hanno determinati problemi di salute, viene richiesto come andare in pensione all’età di 55 anni. E’ possibile in Italia?

Certo che sì!. Sono presenti ben due misure alternative all’interno della quota 100 che permette di andare in pensione indipendentemente dall’età.

Per poterlo ottenere, bisogna avere determinati requisiti contributivi.

Le misure sono queste due:

  1. Pensione anticipata ordinaria;
  2. Quota 41 per lavoratori precoci.

Per coloro che per determinati motivi, necessitassero di andare in pensione ancora prima? Andiamo a vedere quali sono i requisiti per poter andare in pensione a 55 anni.

Da leggere: Pensione anticipata a 62 anni piuttosto che 67: Ci sono perdite?

Come andare in pensione a 55 anni con pensione anticipata ordinaria?

Per tutti i lavoratori dipendenti, grazie alla pensione anticipata ordinaria, hanno la possibilità di andare in pensione prima del solito.

Per essere in grado di accedere alla pensione anticipata, bisogna possedere i seguenti requisiti:

  1. 42 anni e 10 mesi di contribuzione versata (per gli uomini);
  2. 41 anni e 10 mesi di contributi versati (per le donne).
Da leggere:  Congedo di paternità obbligatorio per 3 mesi!

Per l’inizio del trattamento pensionistico, ai requisiti è necessario aggiungere un’attesa di 90 giorni.

Questa misura che, in passato, si chiamava pensione di anzianità e che la Fornero ha ribattezzato pensione anticipata non prevede limiti di età predefiniti.

Chi fosse entrato nel mondo del lavoro nei suoi 14 anni di età ed ha una vasta carriera lavorativa, sempre rientrando nei requisiti si potrà accedere alla pensione anticipata anche a 55 anni (donne) o 56 anni (uomini).

Da leggere: Pensione di vecchiaia anticipata per titolare assegno ordinario di invalidità

Cosa prevede la quota 41?

Invece per coloro che non rientrassero nei requisiti della pensione anticipata ordinaria potranno rientrare nella seconda alternativa ovvero la quota 41.

Sono distinti i requisiti richiesti a uomini e donne per essere in grado di accedere a questo provvedimento pensato per i lavoratori precoci:

  • Almeno 12 mesi di contributi versati prima del compimento dei 19 anni di età;
  • 41 anni di contributi maturati (da qui il termine ‘quota 41’);
  • Appartenenza ad una delle 5 categorie tutelate (disoccupati, invalidi, caregiver, lavori usuranti, lavori gravosi).

Si potrà, di conseguenza, accedere a questa tipologia di pensione anticipata anche all’età di 55 anni avendo i 3 requisiti sopra menzionati.

Pensione anticipata a 55 anno: A quali lavoratori spetta la quota 41?

Anche per quanto riguarda la quota 41, non viene considerato alcun vincolo anagrafico. Vediamo meglio quali sono i lavoratori precoci che rientrano nella quota 41:

  • Dipendenti e autonomi con invalidità accertata pari o superiore al 74%;
  • Dipendenti disoccupati a seguito di licenziamento (non per naturale scadenza di un contratto a termine) che abbiano terminato di percepire la spettante Naspi da almeno 3 mesi;
  • Autonomi e dipendenti che, all’atto della richiesta, assistono da almeno 6 mesi un familiare entro il 1° grado convivente (figlio, genitore, coniuge) con grave handicap (ai sensi della Legge 104 art.3 comma 3);
  • Lavoratori che svolgono mansioni usuranti;
  • Lavoratori addetti a mansioni gravose.
Da leggere:  In pensione anticipata con 1.550 euro al mese 2020

Da leggere: Mancato pagamento contributi pensione? Ecco cosa fare

Pensione di vecchiaia anticipata per invalidi: circolare INPS:

La circolare INPS n. 10 approvata il 30 gennaio 2020 ricorda un particolare tipo di pensione di vecchiaia, denominata “pensione di vecchiaia anticipata”.

Per riuscire ad ottenerla, bisogna avere i seguenti requisiti:

  • Accertamento dello stato di invalidità in misura non inferiore all’80%;
  • Compimento dell’età anagrafica di 55 anni per le donne e 60 anni per gli uomini che viene adeguata all’aumento delle aspettative di vita e finestra di accesso;
  • Contributi versati per almeno 20 anni nel Fondo pensioni lavoratori dipendenti;
  • Decorso di 12 mesi dalla data di maturazione dei requisiti (anagrafico, contributivo o sanitario).

Attenzione alla pensione anticipata a 55 anni:

La procedura per poter accedere alla pensione non è così semplice. All’età di 55 anni (donne) o 60 anni (uomini) sarà necessario aggiungere 3 mesi di aspettativa di vita e 12 mesi di finestra di accesso (previsti per gli anni 2019/2020).

In poche parole, la pensione inizia a partire da 56 anni e 3 mesi (per le donne) e 61 anni e 3 mesi (per gli uomini).

Però c’è un modo per poter affrettare i tempi. Ovvero presentare la domanda a 55 anni e 3 mesi (o 60 anni e 3 mesi) per poter ottenere la prima pensione nel caso in cui la richiesta venga accettata l’anno seguente.

Da leggere:  Cerco lavoro online : top 10 siti per cercare lavoro in italia

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.