Pensione

Pensione opzione donna 2021: durante i 12 mesi posso beneficiare della Naspi?

È prevista una proroga per tutto il 2021 della pensione opzione donna 2021 che porterà ad tutte le donne lavoratrici di usufruire della pensione.

Potranno beneficiare tutte le lavoratrici che abbiano i requisiti per poter accedere prima della scadenza prevista il 31 dicembre 2020.

Questa misura fu confermata e annunciata anche per la bozza legge di bilancio 2021 possa essere emanata.

Pensione opzione donna 2021:

La proroga della pensione opzione donna 2021 verrà prorogata per tutto il 2021 che darà la inattività alle donne lavoratrici.

Pensione opzione donna 2021Queste devono essere nate nell’anno 1962 ma anche nel 1961 per le lavoratrici autonome.

Per poter beneficiare della proroga, occorre possedere determinati requisiti che permettono di accedere alla pensione opzione donna 2021.

Ricordiamo che ciò deve essere fatto prima della scadenza entro il 31 dicembre 2020.

Portiamo un esempio di una persona avente 58 anni che per quest’anno abbia maturato 39 anni di contributi.

Che nel corso della sua carriera lavorativa abbia deciso di andare un pensione tra due anni, ovvero nel 2022, beneficiando della finestra 12 mesi.

In caso di licenziamento, dovuti anche all’attuale crisi sia economica che per via della pandemia, si posso usufruire degli ammortizzatori sociali?

Da leggere:  Bonus colf e badanti 2020, chi può richiederlo? GUIDA COMPLETA

Ciò verrà effettuato per coprire per il periodo mancante prima della pensione.

Pensione opzione donna e Naspi:

Una volta entrata in vigore la proroga pensione opzione donna 2021 grazie alla legge di bilancio 2021, si potranno ottenere le pensioni per:

  • Le lavoratrici dipendenti che matureranno 35 anni di contributi e compiranno i 58 anni di età entro il 31 dicembre 2020;
  • Le lavoratrici autonome che matureranno 35 anni di contributi e compiranno i 59 anni di età entro il 31 dicembre 2020.

In caso la lavoratrice dovesse raggiunger il compimento dei 35 anni di contributi e avendo raggiunto i 58 anni nel mese di dicembre, può ottenere la proroga.

Pensione opzione donna 2021Precisiamo che occorre aspettare la finestra dei 12 mesi per la decorrenza del trattamento previdenziale.

Durante i 12 mesi di attesa, la donna lavoratrice non è obbligata a smettere di lavorare.

La stessa cosa vale in caso in cui in questo periodo dovesse esserci un licenziamento che porterebbe ad una richiesta di disoccupazione.

La donna lavoratrice può beneficiare della disoccupazione Naspi fino a quando inizi la decorrenza della pensione.

Precisiamo che in caso si dovesse lavorare nel periodo della finestra 12 mesi o la fruizione della disoccupazione Naspi, darebbe così vita a contributi accreditati.

Questi crediti andrebbero a sommarsi all’ammontare dei contributi che occorrono per il calcolo dell’assegno previdenziale che si spetta.

Da leggere:  Novità assegni familiari 2020: ecco gli aggiornamenti per il 2020

Opzione donna è quota 100 rosa: le novità

Orietta Armiliato cita che: “La riforma delle pensioni non può essere fatta come era stato previsto prima delle crisi’: lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron.

Pensioni Opzione donna e Ape sociale prorogati fino al 2021

Il provvedimento più importante del suo mandato, alla luce delle condizioni del paese dopo la crisi del Coronavirus, ‘dovrà essere rimesso in discussione e rinegoziato”.

L’amministratrice commenta: “Con chiarezza Macron ha informato il popolo francese di questa risoluzione post Covid-19.

Mentre, in Italia, nessuno ha espresso questo concetto in maniera così esplicita anche se, ne sono certa, i più hanno compreso che così sarà anche per noi.

Non ci aspettiamo nel 2020 una riforma pensionistica, anche se ne avremmo una grande necessità, ma allo stesso modo non possiamo nascondere di aspettarci “aggiustamenti”.

Pensione opzione donna 2021Mi riferisco specificatamente alla possibilità di prorogare a tutto il 2023 l’istituto dell’Opzione Donna, così come ci si aspetta un riconoscimento tangibile per le donne del lavoro di cura domestico ordinario.

Tramite la valorizzazione di anni di contribuzione e/o all’abbassamento dell’età anagrafica per poter raggiungere la pensione che non sia però esclusivamente legato alla maternità”.

Armiliato poi conclude: “La tanto discussa e spesso contestata misura Quota 100, per esempio, che ha all’attivo un mancato utilizzo delle risorse economiche potrebbe, con un semplice decreto, diventare accessibile anche donne semplicemente scontando un paio di anni di contribuzione.

Da leggere:  Pensione minima a 780 euro: ecco che aumenta con la riforma?

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.