Pensione

Pensione di vecchiaia anticipata per titolare assegno ordinario di invalidità

La pensione di vecchiaia anticipata sarà resa disponibile da coloro che sono titolari di assegno ordinario di invalidità? Vediamo insieme se viene resa come una pensione anticipata oppure come pensione di vecchiaia.

La pensione di vecchiaia anticipata permette il pensionamento della gran parte dei lavoratori all’interno del settore privato ma anche dei lavoratori autonomi.

Che, dovranno aver maturato come minimo 20 anni di contributi con il compimento minimo di 56 anni se donne o 61 anni se uomini.

Per poter accedere alla misura, dunque, sarà necessario che il lavoratore sia invalido con una percentuale che sia pari oppure superiore all’80%.

Da leggere: Aumento età pensioni dal 2023: quali sono i nuovi requisiti?

Pensione di vecchiaia anticipata e assegno ordinario di invalidità:

L’assegno ordinario di invalidità non può permettere l’accesso a nessuna pensione anticipata però si trasforma in pensione di vecchiaia nel caso in cui raggiungiate i requisiti di accesso.

Invece per il caso della pensione di vecchiaia anticipata, di conseguenza, l’accesso è permesso anche ai titolari di assegno ordinario di invalidità.

Poiché parliamo di una pensione di vecchiaia al 100% con requisiti più convenienti per poter agevolare l’accesso ai lavoratori con invalidità.

Da leggere:  Assegno di natalità (Bonus Bebè) per i nati nel 2018

Di conseguenza avendo pienamente raggiunto i requisiti di accesso di 56 anni di età e di almeno 20 anni di contributi, ed essere anche in possesso della percentuale di invalidità minima richiesta, troviamo il diritto di pensionamento con questa misura.

Da leggere: Mancato pagamento contributi pensione? Ecco cosa fare

Da tenere conto, però, di due cose fondamentali:

Invece per quanto riguarda la decorrenza della pensione bisogna aspettare una finestra di 12 mesi per i lavoratori dipendenti all’interno del settore privato. E di 18 mesi per i lavoratori autonomi.

Per poter accedere al pensionamento, quindi, potra avvenire solamente al compimento dei 57 anni.

Nel frattempo è meglio procedere alla certificazione dell’invalidità pensionabile da parte della commissione medica dell’INPS, che bisogna avere per la presentazione della domanda di pensione.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.