Economia

Reddito di emergenza 2021: Cosa devi sapere?

A causa del Covid-19, adesso è stato aggiunto un fondo anche per il cosiddetto REM, Reddito di Emergenza 2021, che estende gli aiuti anche a lavoratori in nero, precari, irregolari, colf e badanti, stagionali e così via, in questo articolo parleremo di come funziona, a chi spetta e cosa bisogna fare per ottenerlo.

Che cosa è il reddito di emergenza 2021?

reddito-di-emergenza 2021
reddito-di-emergenza 2021

Il Reddito di emergenza 2021 (Rem) è una misura contenuta nel decreto Rilancio per aiutare le famiglie in difficoltà.

Consiste in un sussidio da 400 euro, che può arrivare fino a 840 euro, e viene erogato per due mesi.

Per ottenerlo bisogna soddisfare una serie di requisiti e compilare il modulo sul sito Inps; non può richiederlo chi usufruisce già del Reddito di cittadinanza.

Vediamo come funziona il Rem, a chi spetta, e come fare la domanda sul sito Inps e quando arriverà agli aventi diritto.

Il decreto Rilancio, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, prevede l’introduzione del Reddito di emergenza, la misura messa in campo per le famiglie in difficoltà in seguito alla crisi economica causata dall’epidemia di Coronavirus Covid-19.

Il Reddito di emergenza spetta a chi non ha beneficiato di altri incentivi economici previsti dal precedente decreto economico, a chi non usufruisce del reddito di cittadinanza o della Naspi, agli ex lavoratori in nero e ai disoccupati a cui non viene più erogata la Naspi.

Da leggere:  Blocco licenziamenti Governo Draghi: Cosa succede dopo il 31 marzo?

A chi spetta la REM 2021 e che requisiti bisogna avere?

Non tutte le famiglie possono accedere al Rem; infatti per ottenere il reddito di emergenza 2021 bisogna avere i seguenti requisiti:

  • Residenza in Italia;
  • Valore del reddito familiare ad aprile 2020 inferiore a 400 euro;
  • Patrimonio mobiliare dell’anno 2019 inferiore a 10mila euro (ma può salire a un massimo di 20mila euro con un incremento di 5mila euro per ogni componente oltre al primo, e fino a 25mila euro nel caso in cui ci sia un componente disabile);
  • Isee inferiore a 15mila euro.

Spetta ai:

  • Lavoratori precari;
  • Lavoratori a chiamata, ad esempio quelli impiegati nel lavori veloci o fast job;
  • Lavoratori irregolari;
  • Disoccupati con Naspi e Dis-coll scadute;
  • Lavoratori intermittenti.

A chi invece non spetta il reddito di emergenza 2021 e con quali altri aiuti non è compatibile?

Viene escluso dal Reddito Emergenza 2021:

  • Chi ha percepito o percepirà il bonus da 600 euro per gli autonomi;
  • Chi ha nel proprio nucleo familiare un titolare di pensione (a eccezione dell’assegno di invalidità);
  • Chi è titolare di un rapporto di lavoro dipendente con retribuzione superiore alle soglie previste dal sussidio;
  • Chi percepisce il reddito di cittadinanza;
  • Chi si trova in stato detentivo;
  • In caso di mancato possesso dei requisiti, emerso in seguito a controlli successivi, il sussidio viene subito revocato e si potrà prevedere la restituzione di quanto ricevuto oltre a eventuali sanzioni.

Incompatibilità Reddito di emergenza e Naspi:

Come anticipato, il Reddito di emergenza è una misura pensata per supportare quei cittadini si trovano in una difficile condizione economica indigenti anche a causa dell’emergenza Coronavirus, e che non godono di altri bonus o sussidi.

Da leggere:  Pagamento proroga naspi: Quando arriva?

Ciò implica che tale misura è incompatibile con il sussidio di disoccupazione. Chi percepisce la Naspi nei mesi in cui viene erogato il Reddito di emergenza, quindi, non può farne richiesta.

Incompatibilità Reddito di emergenza e Reddito di cittadinanza:

Il Reddito di emergenza è incompatibile anche con il Reddito di cittadinanza; chi percepisce già il sussidio introdotto nel 2019 non potrà dunque fare domanda per ricevere il Reddito di emergenza, destinato proprio a quei nuclei familiari che non percepiscono un reddito né un altro bonus o sostegno economico.

A quanto ammonta il Reddito di Emergenza 2021?

L’importo totale del Reddito di emergenza 2021 viene calcolato in base al numero dei componenti del nucleo richiedente, corrisposti in 2 quote di identico importo: dai 400 euro agli 800 euro per quota e per nucleo.

La cifra è leggermente aumentata se nella famiglia è presente un componente disabile grave o non autosufficiente.

Il valore  base del Reddito d’emergenza 2021 è di  400 euro e non può superare il valore massimo di 800 euro a nucleo.

Se c’è un componente in condizioni di disabilità grave si può arrivare a un massimo di  840 euro totali.

Come fare la domanda ed ottenere il reddito di emergenza 2021?

L’Inps ha specificato che la domanda per ottenere il reddito di emergenza potrà essere effettuata solo online, in modalità telematica tramite il sito Inps.

Ovviamente, come per tutte le altre prestazioni, anche in questo caso sarà possibile farsi aiutare dai patronati nella procedura di richiesta.

La domanda può essere presentata da uno dei componenti del nucleo familiare individuato come il richiedente il beneficio attraverso i seguenti canali:

Da leggere:  Pensione di vecchiaia e di anzianità: Quali sono le differenze?
reddito di emergenza 2021
reddito di emergenza 2021

La domanda per il Reddito di emergenza 2021 va inoltrata sul sito dell’Inps, che ha reso disponibile un modulo dedicato per effettuare la richiesta.

Per autenticarsi e avviare la procedura per richiedere il Rem  2021 è possibile autenticarsi con PIN Inps, Spid, CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Una volta effettuata l’autenticazione, sarà possibile consultare il manuale con tutte le indicazioni per compilare la richiesta senza sbagliare.

Il rem verrà erogato dall’istituto di previdenza, ma è possibile richiedere il reddito di emergenza 2021 anche attraverso i Caf o gli istituti di patronato.

C’è tempo fino al 31 luglio per inoltrare la domanda. Ecco spiegato passo passo come si compila il modulo per richiedere il Reddito di emergenza:

  1. Nel quadro A “Dati del richiedente e del tutore” andranno inseriti i propri dati o quelli del tutore (qualora sia un rappresentante legale dell’aspirante beneficiario a fare la richiesta per nome e per conto suo); fatto ciò è possibile cliccare su “continua” per procedere nella richiesta, in alternativa si può salvare la bozza oppure uscire dal servizio senza che le modifiche vengano salvate;
  2. Nel quadro B “Dichiarazione di responsabilità relativa al possesso dei requisiti di legge e modalità di pagamento” è necessario dichiarare di essere in possesso dei requisiti per accedere al reddito di emergenza, oltre a dichiarare se nel proprio stato di famiglia ci siano parenti ricoverati in strutture pubbliche o in stato di detenzione. In questo quadro sarà inoltre possibile selezionare la modalità di pagamento attraverso cui si desidera ricevere il rem;
  3. Nel quadro C “Sottoscrizione dichiarazione” sarà necessario accettare l’informativa sul trattamento dei dati personali. Una volta cliccato su “Conferma”, la procedura per richiedere il reddito di emergenza 2021 sarà completata.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.