Documenti e moduliLavorare in Italia

Iter ottenimento nulla osta per lavoro subordinato

Quali sono le fasi dell’ Iter ottenimento nulla osta per lavoro subordinato? In questo articolo vediamo di capire quali sono i principali passi per la sua richiesta!

Iter ottenimento nulla osta per lavoro subordinato:

Una volta che il decreto flussi è stato pubblicato, il datore di lavoro che intende assumere un lavoratore residente all’estero deve inviare la richiesta telematica (sul sito del Ministero dell’Interno entro i tempi e la data indicati dal decreto flussi).

Le domande sono esaminate dallo Sportello Unico per l’Immigrazione, in ordine cronologico.

Viene avviata un’istruttoria che coinvolge:

  • L’Ispettorato Territoriale del Lavoro che è l’organo competente alla verifica della validità delle condizioni contrattuali contenute nella domanda;
  • L’Ufficio Immigrazione della Questura, incaricato di verificare le condizioni di ammissibilità del lavoratore nel territorio Schengen.

Rilascio nulla osta lavoro subordinato:

Iter ottenimento nulla osta per lavoro subordinato – Una volta effettuati i controlli, lo sportello unico per l’immigrazione emette, o rifiuta, il nulla osta per l’assunzione, ed avvisa la Rappresentanza Italiana del paese di residenza del lavoratore che procede a richiedere il visto di ingresso per motivi di lavoro.

Ricordiamo che lo sportello unico è abilitato anche per il rilascio di:

Da leggere:  Documenti ISEE da presentare per fare la richiesta!

Entro 8 giorni dall’arrivo in Italia, il lavoratore deve recarsi in prefettura per perfezionare la procedura.

Se il lavoratore è irregolarmente sul territorio italiano ma viene rilasciata la richiesta l’assunzione, questo dovrà rientrare nel suo paese di residenza straniera a ritirare il visto di ingresso per lavoro.

In caso contrario non si può procedere all’assunzione. Per non compromettere l’iter di regolarizzazione bisogna evitare di essere segnalati all’uscita dal territorio nazionale.

Revoca nulla osta per lavoro subordinato:

Il nulla osta al lavoro per lavoro subordinato è rifiutato se il datore di lavoro risulta condannato negli ultimi cinque anni, anche con sentenza non definitiva per i reati dettagliati all’art. 22, comma 5-bis, del Testo Unico Immigrazione.

Inoltre, Il nulla osta al lavoro è rifiutato o, nel caso sia stato rilasciato, revocato anche nel momento in cui i documenti presentati sono stati ottenuti:

  • Mediante frode;
  • Sono stati falsificati;
  • Sono stati contraffatti;
  • Qualora lo straniero non si rechi presso il SUI per la firma del contratto di soggiorno.

I nostri visitatori hanno letto anche: 

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.