BonusAttaulità e News

Bonus giugno e luglio: Chi verrà escluso dal Decreto Agosto?

Bonus giugno e luglio – I vari bonus all’interno del Decreto Agosto dovrebbero essere rinnovati per ben altri 2 mesi.

Ovvero per quanto riguarda il mese di giugno e di luglio, delle indennità riguardanti la tantum emesse per fronteggiare la crisi economica scatenatasi per colpa del COVID-19.

Però, in questa situazione non vedremo risultati come il Decreto Rilancio, quando nella maggior parte dei casi i nuovi bonus sono stati erogati a tutti coloro che lo avevano già ricevuto a marzo.

Bonus da 600 e 1.000 euro:

Tra le persone che hanno ottenuto i bonus da 600 e 1.000 euro negli scorsi mesi ci saranno numerosi esclusi ai quali non verrà assegnato nessun bonus.

D’altro campo, per il Decreto Agosto sono stati stanziati 25 miliardi di euro, meno della metà di quanto previsto per il Decreto Rilancio.

Ciò vuol dire che bisogna diminuire la platea dei beneficiari dei nuovi bonus, contenendosi alle persone che ne hanno necessità assoluta.

In quanto bisogna sottolineare che nello stesso tempo, numerosi settori sono suddivisi.

E per le persone che erano stati penalizzati dal lockdown sono tornati a guadagnare come, o quasi, nel pre-emergenza sanitaria.

Da leggere:  Sanatoria 2020: "Regolarizziamo chi ha un contratto di lavoro"

Proprio per questa ragione nella prima bozza del Decreto Agosto leggiamo determinati requisiti più stringenti.

Con l’esclusione di determinate categorie di beneficiari dei bonus 600 e 1.000 euro nei mesi scorsi dalla platea dei percettori delle nuove indennità.

Da leggere: Bonus 600 euro e 1000 euro: ecco chi ne ha diritto

Bonus stagionali per giugno e luglio: chi viene escluso

Invece per quanto riguarda i lavoratori stagionali all’interno del settore turismo e stabilimenti termali, il nuovo Decreto Agosto prevede un nuovo bonus, della somma di 1.000,00€.

Da poter emettere per i mesi di giugno e luglio.

Di conseguenza, tutte le persone che con il ritorno dell’attività turistica sono riusciti ad ottenere un nuovo lavoro verranno esclusi dal poter beneficiare dei nuovi bonus.

Il bonus verrà rinnovato per altre 2 mensilità, ma in questo caso la somma che si riceverà sarà di 600,00€.

Ciò anche per quanto riguarda i lavoratori dipendenti stagionali che appartengono a settori differenti da quelli del turismo e degli stabilimenti termali, che hanno smesso in maniera involontaria il lavoro nel periodo tra il 1°gennaio 2019 e il 17 marzo 2020.

Però devono aver svolto la prestazione lavorativa per almeno 30 giorni nello stesso periodo.

Da leggere: Bonus 1.000 euro del mese di maggio: come richiederlo e a chi spetta?

Da leggere:  Rimborso Cashback Poste: è più ricco del bonus di Natale

Bonus 600 euro Decreto Agosto: Chi sarà escluso?

All’interno del nuovo Decreto Agosto non si è in grado di leggere dei bonus in favore dei lavoratori autonomi con P.IVA e dei liberi professionisti.

Per questa ragione il più recente bonus assegnato nel mese di maggio era di 1.000,00€.

Spettava però solamente alle persone che nel secondo bimestre del 2020 (rispetto a quello del 2019) hanno subito una contrazione del reddito di almeno il 33%.

Nel mese di giugno e luglio, tuttavia, il bonus – di 600,00€ – verrà attribuito solamente ai lavoratori autonomi senza partita IVA. E non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

A condizione che, durante il periodo tra il 1° gennaio e il 29 febbraio 2020 siano stati titolari di contratti autonomi occasionali che sono riconducibili alle disposizioni di cui all’articolo 2222 del Codice Civile.

Gli stessi, per questi contratti, dovranno essere già iscritti alla data del 17 marzo-febbraio 2020 alla Gestione separata.

Da leggere: Bonus 600 euro: In arrivo un’altra proroga per varie categorie!

Bonus giugno e luglio: gli altri esclusi

Non sarà previsto invece, nessun bonus nemmeno per i titolari di Co.Co.Co. e neppure alle persone ai quali sia cessata una collaborazione nei mesi scorsi.

Bisogna ricordare che ai Co.Co.Co. verrà assegnato sia il bonus marzo ma anche quello emanato nel mese di aprile.

Da leggere:  Decreto riaperture, il testo pdf: Ecco cosa cambia dal 18 maggio

Invece per il mese di maggio questo verrà riconosciuto solamente alle persone con collaborazione in scadenza entro la fine dell’anno.

Non ne potranno usufruire gli operai agricoli. A contrario dovrebbe rinnovarsi, per i lavoratori dello spettacolo e per gli incaricati alle vendite a domicilio.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.