Attaulità e NewsEconomia

Contratto Rc auto: nuove regole a partire dal 2 luglio 2020

A partire dal 2 luglio 2020 entrano in vigore le novità riguardante il contratto Rc auto in Italia.

La Gazzetta ufficiale pubblica il decreto MISE il 17 giungo 2020, che introduce diverse novità riguardante il contratto Rc auto in Italia.

Tale decreto è entrato in vigore a partire dal 2 luglio 2020 e riguardano il contratto assicurativo Rc auto in Italia.

In cosa consiste il contratto Rc Auto 2020?

Una volta che entra in vigore l’Rc Auto familiare all’inizio dell’anno 2020, vengono decise nuove condizioni dell’assicurazione base.

Obbligatoria è la responsabilità civile per la circolazione delle automobili.

Oltre alle nuove condizioni che sono aggiunti al contratto di assicurazione, il Ministro dello Sviluppo Economico ha decretato l’aggiunta di nuove opzioni che vengono offerte dell’azienda assicurativa.

Queste opzioni possono diminuire come aumentare il prezzo del contratto Rc Auto.

Leggi anche: Rc Auto e assicurazioni: ecco il contratto base su come risparmiare!

Variazione prezzo del contratto assicurativo:

Il prezzo che chiede l’azienda assicurativa per la vostra copertura può variare di molto.

L’aumento o la diminuzione può dipendere da cosa il cliente decide di inserire nel contratto.

Per tutelare il cliente da eventuali rischi che possano essere causati da terzi, non occorre aggiungere tutte le opzioni nel contratto assicurativo.

Le imprese tendono ad inserire voci che possono dare più garanzie al cliente.

Da leggere:  Reddito di cittadinanza: taglio del 20% sull'importo ad agosto

Per il cliente, non è del tutto semplice poter paragonare o inserirsi del mondo delle polizze.

Per cui non sarà nemmeno facile poter capire quale copertura utilizzare o come poter risparmiare.

 Leggi anche: Contributi 2020 per le auto: ecco chi può richiedere gli incentivi

Novità introdotte dal decreto MISE:

Le novità mettono in chiaro quali siano le condizioni del contratto Rc Auto per automobili, stabilisce anche le condizioni che si possono aggiungere.

Queste clausole sono offerte dall’impresa assicurativa e sono di ampliamento che possono cambiare il prezzo della polizza.

Grazie alle novità del decreto, ogni impresa può scegliere il prezzo da effettuare suo contratto base e anche delle voci aggiuntive. Precisiamo che il cambiamento del prezzo deve essere comunicato è ben precisi al compratore.

Un altro dovere che devono fare le aziende, è di fare un’offerta anche sui siti internet.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con IVASS, ha creato un modello elettronico che le imprese devono per creare l’offerta al cliente.

Il modello è denominato “ Nuovo Preventivatore Pubblico”, al suo interno vi sono dati di ogni compagnia assicurativa.

Facendo così, ogni cliente può confrontare i prezzi di più compagnie assicurative.

Con il modello si prevede di allargare l’offerta assicurativa con le clausole da parte delle imprese, aumentando così l’offerta riguardante il contratto Rc auto.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Da leggere:  Bonus Didattica 500 euro: Quali sono i requisiti per ottenerlo?

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.