Bonus

Bonus 1000 euro: Ecco come ottenerlo | Stranieri d’Italia

Il bonus P.IVA e liberi professionisti a maggio sale a 1.000 euro: per richiederlo, però, bisognerà dimostrare una riduzione del fatturato per le mensilità di marzo e aprile.

Infatti il bonus riguarderà i lavoratori autonomi e liberi professionisti però questa volta non sarà facile riceverlo come i 600 euro riconosciuti ad aprile.

Per ricevere una somma pari a 1.000 euro nel mese di maggio bisognerà dimostrare di aver subito una riduzione significativa del fatturato rispetto all’anno scorso.

Questa indennità (il denaro concesso) deve essere ancora ufficializzato e lo sarà solo dopo che il Decreto Maggio verrà approvato.

Perciò il bonus 1.000 euro non sarà per tutti, ma potranno usufruire coloro che sono stati veramente penalizzati dal lockdown.

Leggi anche : Bonus Inps, a maggio da 600 a 1.000 euro: ecco chi ne avrà diritto!

Bonus 1.000 euro di maggio: chi può ottenerlo?

Nel mese di aprile, vedremo il rinnovo automatico del bonus 600 euro, riconosciuto ai lavoratori autonomi dall’articolo 27 del Decreto Legge 18/2020.

Per il mese di maggio, invece, contributo dovrebbe salire a 1.000 euro e per questo ci bisognerà presentare ulteriori requisiti.

Nel testo dell’ultima bozza del Decreto Maggio (Ex Aprile) si legge che per ottenere l’indennità di 1.000 euro bisognerà dimostrare che a causa dell’emergenza la propria attività è cessata o è anche stata sospesa.

Da leggere:  Novità sulle agevolazioni legge 104 dall’Agenzia delle Entrate

Altrimenti si dovrà dimostrare che la propria attività ha subito una diminuzione di almeno del 33% del fatturato per il secondo bimestre del 2020, rispetto al 2019, ovvero nei mesi di marzo o aprile.

Questo vale per  i lavoratori autonomi e per i liberi professionisti titolari di Partita Iva.

Leggi ancheFase 2: Cosa si potrà fare dal 4 maggio | Stranieri d’Italia

Come si ottiene il bonus 1.000 euro?

Per dimostrare una perdita di fatturato bisogna preparare le fatture di marzo e aprile del 2020 e quelle del 2019.

Per calcolare la perdita di fatturato il reddito va individuato secondo il principio di cassa come differenza tra i ricavi e i compensi percepiti e le spese effettivamente sostenute in quel preciso periodo.

Il soggetto che vorrà usufruire del bonus dovrà verificare il fatturato del 2019 e del 2020 e capire se può ottenerlo o no.

Una volta avuta la certezza, il soggetto che vorrà richiedere il bonus dovrà presentare la domanda all’INPS nella quale dovrà autocertificare il possesso di tutti i requisiti necessari.

L’INPS una volta ricevuta la richiesta andrà ad informare l’Agenzia delle Entrate riguardo ai dati dei soggetti che richiederanno il bonus così da verificare se davvero queste persone hanno i requisiti giusti. Sarà l’Agenzia delle Entrate a comunicare all’INPS i risultati delle indagini effettuate.

Da leggere:  Importo Assegno unico figli: aumenti previsti per il 2021?

Leggi ancheScuola a settembre – ecco come si tornerà in classe!

Chi può ottenerlo senza dimostrare il fatturato?

Ci sono lavoratori che potranno ottenere i soldi del bonus 1.000 euro di maggio senza dover mostrare una riduzione del fatturato.

A questa categoria appartengono i titolari di Co.Co.Co iscritti alla Gestione separata. L’importante è che per questi la durata del rapporto di collaborazione non si protragga oltre il 31 dicembre 2020.

Lo stesso vale per i lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1°gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del decreto.

Potrebbe interessarti anche :

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.