Guida ai vistiDocumenti e moduli

Visto di transito Schengen: Quando bisogna richiederlo?

Quando bisogna richiedere il Visto di transito Schengen? In questo articolo vediamo insieme chi deve richiedere il seguente visto e chi ne è esentato.

Visto di transito Schengen: Quando bisogna richiederlo?

Il visto di transito Schengen è un documento che è stato istituito dagli Stati membri dell’area Schengen con l’unico scopo di facilitare il viaggio dei cittadini non UE/SEE che devono atterrare in un aeroporto situato nell’area Schengen, per poter prendere un volo per il paese di destinazione non Schengen.

Il documento permette al suo titolare di transitare attraverso un paese Schengen verso il paese di destinazione non Schengen, senza lasciare l’area di transito dell’aeroporto.

Paesi per cui bisogna richiedere il visto di transito Schengen:

I paesi i cui cittadini devono essere in possesso di un visto di transito aeroportuale quando attraversano l’area di transito internazionale degli aeroporti situati sul territorio di ogni Stato membro Schengen sono i seguenti:

  • Afghanistan
  • Bangladesh
  • Repubblica Democratica del Congo
  • Eritrea
  • Etiopia
  • Ghana
  • Iran
  • Iraq
  • Nigeria
  • Pakistan
  • Somalia
  • Sri Lanka
Da leggere:  Documenti per rinnovo permesso di soggiorno per affidamento

D’altro canto, gli Stati membri del territorio Schengen hanno il diritto di rendere obbligatorio l’ottenimento di un visto di transito Schengen per i cittadini di determinati Paesi.

Paesi come la Repubblica Ceca, la Francia e la Spagna hanno un elenco più lungo di paesi i cui cittadini devono ottenere questo tipo di visto per poter transitare nei loro aeroporti.

Mentre, ci sono anche altri 14 paesi della zona Schengen, che oltre ai paesi elencati sopra, non hanno bisogno di un visto di transito da nessun altro paese.

Documenti per ottenere il visto di transito Schengen?

Proprio come quando si richiede un qualsiasi altro visto, ci sono alcuni documenti richiesti da Schengen che uno deve presentare per poter prendere in considerazione la sua domanda.

Ecco i documenti necessari per richiedere un visto Schengen di transito aeroportuale, oltre ai documenti standard richiesti per qualsiasi visto Schengen:

  • Il vostro passaporto valido.
  • Modulo di richiesta del visto A Schengen.
  • Due foto identiche che soddisfano le linee guida Schengen.
  • Prova del pagamento delle tasse per il visto Schengen. La domanda di visto di transito Schengen costa 80€.
  • Dati biometrici. Bambini, disabili e funzionari governativi sono esenti da questo obbligo.
  • Copie di visti precedenti, se applicabile.
  • Una lettera di presentazione personale indirizzata all’ambasciata. Dovreste spiegare i dettagli del vostro piano di viaggio in merito a quando intendete visitare il paese, dove alloggerete e cosa farete.
    Prenotazione del volo di andata e di ritorno. Clicca qui per saperne di più sulla prenotazione di un volo per la richiesta di visto Schengen.
  • Visto per la destinazione finale (se è richiesto un visto)
Da leggere:  La ricevuta del permesso di soggiorno >> Guida semplice

Posso ottenere il visto di transito Schengen all’arrivo?

I visti all’arrivo non sono una pratica regolare in Europa. Le esenzioni esistono solo per le emergenze e i familiari dei cittadini dell’UE.

Pertanto non è possibile ottenere un visto di transito Schengen all’arrivo.

Posso lasciare l’area di transito aeroportuale?

No, non è possibile. Tuttavia, molti aeroporti dispongono di aree di attesa, lounge, ristoranti e negozi prima del checkpoint, quindi i viaggiatori possono rimanervi fino al prossimo volo.

Se devi lasciare l’area di transito internazionale all’aeroporto dove sei atterrato per effettuare il tuo trasferimento, non puoi transitare senza visto e hai bisogno di un visto Schengen completo per un soggiorno di breve durata.

Esenzioni dal visto di transito aeroportuale Schengen

I paesi membri della zona Schengen hanno concordato esenzioni comuni per i visti di transito aeroportuale per le persone che appartengono a una delle categorie sotto elencate:

  • Titolari di passaporti diplomatici
  • Titolari di un visto uniforme valido, di un visto nazionale per soggiorni di lunga durata o di un permesso di soggiorno rilasciato da uno Stato membro,
  • Viaggiatori cittadini di paesi terzi in possesso di un permesso di soggiorno valido rilasciato da Andorra, Canada, Giappone, San Marino o Stati Uniti d’America che garantisce la riammissione incondizionata del titolare.
  • Viaggiatori cittadini di paesi terzi in possesso di un visto o di un permesso di soggiorno valido per un paese dello spazio Schengen, dell’UE o del SEE.
  • I viaggiatori che sono cittadini di paesi terzi e che sono in possesso di un visto valido per il Canada, il Giappone o gli Stati Uniti d’America, o quando ritornano da questi paesi dopo aver utilizzato il visto
  • Familiari dei cittadini dell’Unione di cui all’articolo 1, paragrafo 2, lettera a), del codice dei visti;
  • Membri dell’equipaggio di volo in servizio che sono cittadini di una parte contraente della Convenzione di Chicago sull’aviazione civile internazionale (ICAO).
Da leggere:  Ricongiungimento familiare figlio maggiorenne: In quali casi è possibile

I nostri visitatori hanno letto anche: 

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.