Bonus

Novità Bonus 600 euro: Chi ha diritto alla riforma?

Sono arrivati aggiornamenti riguardo il bonus 600 euro grazie ad una riforma del 3 luglio 2020 approvata dal Decreto Rilancio.

È stata proprio la ministra del lavoro Nunzia Catalfo a comunicare tale riforma tramite i social.

L’articolo 84 del decreto numero 34/2020 riguardante il bonus 600 euro, ma anche di 1000 euro, è stato modificato.

Ancora oggi, difatti, sono in fase di modifica grazie anche al Decreto di Rilancio, che apporta cambiamenti con alcuni emendamenti acconsentiti fino ad oggi.

Un esempio pratico può essere quello legato al congedo parentale, che a causa del Coronavirus è stato prorogato fino al 31 agosto 2020.

Ugualmente sono stati posticipati i contratti a breve termine.

Dunque le novità che trattano il bonus 600 sono per coloro che lavorano nel mondo dello spettacolo.

Leggi anche: Bonus vacanze da 500 euro: Ecco come fare richiesta

Quali sono le novità sul bonus 600 euro?

Tutti i nuovi aggiornamenti del bonus sono presenti nella riforma emanata dal decreto e che modifica l’articolo 84.

Ricordiamo anche che saranno indirizzati ai lavoratori che hanno subito danni dovuti all’emergenza COVID-19.

Sono proprio i lavoratori del mondo dello spettacolo che sono la causa della modifica della riforma dell’articolo 84 comma 8 soprattutto la lettera b.

È proprio il comma 8 a emettere il risarcimento a favore dei lavoratori dello spettacolo cosa che non era inserita nel decreto Cura Italia.

Quali sono gli articoli a riguardo?

Per merito del comma 8 saranno emessi due mesi del bonus 600 euro a non tutti i lavorati, ma a quelli che a causa della pandemia hanno dovuto fermare o rallentare le loro attività.

La lettera b indica che:

“Lavoratori intermittenti, negli articoli da 13 a 18 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, che hanno svolto un lavoro per almeno trenta giornate nel periodo tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020.”

La riforma sul bonus 600 dichiara che:

“Per i lavoratori intermittenti che siano iscritti al Fondo lavoratori dello spettacolo e che non beneficiano del trattamento di integrazione salariale, l’accesso all’indennità è comunque riconosciuto in base ai requisiti stabiliti dal comma 10.”

Il comma 10 stabilisce il bonus 600 euro per lavoratori in base ai contributi e al reddito:

“Ai lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni che hanno i requisiti di cui all’art. 38 del decreto legge del 17 marzo 2020 n. 18, che abbia subito modifiche nelle legge 24 aprile 2020 n. 27, è erogata una indennità di 600 euro per ciascuno dei mesi di aprile e maggio 2020.

La medesima indennità viene erogata per le predette mensilità anche ai lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo con almeno 7 contributi giornalieri versati nel 2019, cui deriva un reddito non superiore ai 35.000 euro.”

Ricordiamo anche che la riforma prevede che:

“Al comma 10, per i lavoratori intermittenti di cui al comma 8, lettera b, è corrisposta la sola indennità di cui alla medesima lettera”.

Leggi anche: Bonus 600 euro domanda respinta? Ecco cosa devi fare!

Bonus 600 per i lavorati dello spettacolo:

I nuovi aggiornamenti riguardanti il bonus 600 euro sono che tale bonus potrà essere accettato anche per i lavoratori del mondo dello spettacolo.

Questi ultimi devono avere i requisiti emanati dal comma 10 e tale novità è stata riconosciuta dalla ministra Nunzia Catalfo.

Riassumendo; i lavoratori che siano iscritti al Fondi pensioni e che non abbiano avuto integrazione del salario devono:

  • Almeno 30 contributi giornalieri versati e un reddito non superiore a 50.000 euro;
  • Avere almeno 7 giornate di contributi versati e un reddito non superiore a 35.000 euro.

Tramite i sociale della ministra Catalfo potete trovare le novità in merito al decreto:

“Con un emendamento al Decreto Rilancio voluto insieme a Dario Franceschini e approvato alla Camera, estendiamo gli ammortizzatori sociali COVID-19 a intermittenti e lavoratori dello spettacolo non beneficiari di integrazione salariale. Un sostegno concreto a un settore cruciale per il Paese ha scritto in un Tweet.”

Non appena la riforma sarà convertita in legge, il bonus 600 euro sarà finalmente operativo.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.