Cittadinanza Italiana

Cittadinanza italiana per gli stranieri residenti all’estero: Come fare la domanda

La cittadinanza italiana per gli stranieri residenti all’estero per residenza o per matrimonio con coniuge italiano deve essere effettuata esclusivamente online.

In questo articolo vediamo passo per passo come si effettua la domanda e la documentazione necessaria per la compilazione.

Cittadinanza italiana per gli stranieri residenti all’estero: Registrazione

Il primo passo per richiedere la Cittadinanza italiana per gli stranieri residenti all’estero è quello di registrarsi sul sito ufficiale del Ministero dell’Interno per la richiesta della cittadinanza italiana.

Il portale si chiama ALI e l’accesso dal 1 settembre 2020 è possibile solo attraverso SPID.

Quindi ancor prima di effettuare la registrazione sul questo portale dovete procurarvi delle credenziali Spid. 

Dopo la registrazione e l’effettuazione del login, troverete una sezione CITTADINANZA contente e seguenti funzionalità:

  • Gestione della domanda;
  • Visualizza stato della domanda;
  • Primo accesso alla domanda;
  • Comunicazioni.

Gestione domanda:

La compilazione della domanda di Cittadinanza italiana per gli stranieri residenti all’estero avviene in questa sezione. Ci sono 4 modelli a disposizione ma i cittadini stranieri residenti all’estero possono esclusivamente due moduli:

  • MODELLO AE – Cittadini Stranieri residenti all’Estero – Art. 5 richiesta per matrimonio con cittadino italiano;
  • MODELLO BE – Cittadini Stranieri residenti all’Estero – Art. 9 comma 1., lettera c. (straniero che ha prestato servizio, anche all’estero, per almeno cinque anni alle dipendenze dello Stato Italiano).

Documenti da allegare alla domanda:

Alla domanda di Cittadinanza italiana per gli stranieri residenti all’estero bisogna allegare i documenti obbligatori indicati dal Ministero dell’Interno per effettuare la richiesta di cittadinanza. I documenti sono:

  • Estratto dell’atto di nascita del paese d’origine;
  • Certificato penale del paese di origine e di eventuali paesi terzi di residenza compreso l’attuale (a partire dai 14 anni);
  • Ricevuta di versamento;
  • Documento di riconoscimento.

Estratto dell’atto di nascita del paese d’origine:

Il documento deve essere richiesto alle autorità diplomatico-consolai italiane presenti nello stato di formazione dell’atto.

Il documento deve essere legalizzato se il paese di origine non ha aderito a una delle tante convenzioni che permettono di sostituire la legalizzazione con il cosiddetto Apostille. 

Certificato penale del paese di origine:

Si tratta di una dichiarazione che consente di conoscere i procedimenti penali e gli eventuali giudizi di impugnazione che sono a carico del richiedente.

Il cittadino straniero che intende richiedere la cittadinanza italiana deve allegare tale documento alla domanda di cittadinanza.

Dove richiedere il Certificato carichi pendenti per cittadinanza?

Il seguente documento viene rilasciato dal paese d’origine del richiedente della cittadinanza italiana.

Prima di allegarlo alla domanda di cittadinanza deve essere legalizzato per l’uso in Italia dal governo stesso che ha emesso il certificato.

Per saperne di più: CLICCA QUI

Ricevuta di versamento:

E’ necessario il pagamento di un contributo di 250,00 € da effettuarsi tramite bonifico bancario o circuito Eurogiro al Conto Corrente postale intestato a:

  • MINISTERO DELL’INTERNO D.L.C.I. – CITTADINANZA;
  • codice IBAN: IT54D0760103200000000809020;
  • codice BIC/SWIFT delle Poste Italiane per bonifico estero: BPPIITRRXXX;
  • codice BIC/SWIFT per operazioni Eurogiro: PIBPITRA;

indicando come causale del versamento: “Acquisto cittadinanza – Contributo Legge nr.94/2009”

Cosa succede dopo l’invio della domanda?

Dopo aver inviato la domanda per la richiesta di Cittadinanza italiana per gli stranieri residenti all’estero e l’accettazione della domanda con il relativo avvio, il richiedente o la richiedente verrà convocata/o presso le autorità consolari per l’identificazione e la verifica dei documenti presentati telematicamente; nonché di ogni altro documento necessario e della percezione consolare prevista per l’autentica di firma.

In seguito è possibile consultare lo stato della vostra pratica sempre sul postale Ali.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.