Cittadinanza Italiana

Cittadinanza italiana: Dopo quanto tempo posso presentare la domanda?

Molti cittadini stranieri residenti in italia si domandano dopo quanto tempo è possibile richiedere la cittadinanza italiana. In questo articolo vediamo insieme le tempistiche in base al tipo di domanda che si effettua.

Come si può ottenere la cittadinanza italiana?

Si può ottenere la cittadinanza:

  • Per nascita;
  • Per adozione;
  • Per matrimonio;
  • Per naturalizzazione o residenza;
  • Per meriti speciali;
  • Per rifugiati e apolidi.

Cittadinanza italiana per nascita:

Posso richiedere di ottenere la cittadinanza i figli di cittadini immigrati nati in Italia. La richiesta può essere presentata alle autorità competenti una volta raggiunti i 18 anni.

Un requisito fondamentale per il riconoscimento di questo diritto riguarda il soggiorno ininterrotto sul suo italiano del richiedente fino al compimento del diciottesimo compleanno.

La cittadinanza italiana viene concessa al momento della nascita ai figli nati in Italia da almeno un genitore italiano.

Possono acquisire la cittadinanza a 18 anche i bambini nati in Italia i cui genitori siano ignoti o apolidi o non trasmettano la propria cittadinanza al figlio secondo la legge dello Stato del quale sono cittadini

Cittadinanza italiana per adozione:

Acquista la cittadinanza italiana il minore straniero adottato da cittadino italiano mediante provvedimento dell’Autorità Giudiziaria italiana ovvero, in caso di adozione pronunciata all’estero, mediante provvedimento dell’Autorità straniera reso efficace in Italia con ordine (emanato dal Tribunale per i minorenni) di trascrizione nei registri dello stato civile.

Cittadinanza italiana per matrimonio:

L’ acquisto della cittadinanza italiana per matrimonio da parte del coniuge straniero ha un trattamento più favorevole rispetto agli altri casi di acquisto della cittadinanza.

I tempi di concessione dipendono dal luogo di residenza:

  • Se risiede legalmente in Italia da almeno 12 mesi (un anno) in presenza di figli nati o adottati dai coniugi o dopo 24 mesi (due anni) di residenza con il cittadino italiano;
  • In caso di residenza all’estero, dopo 18 mesi (un anno e mezzo) in presenza di figli nati o adottati da coniugi o dopo 36 mesi (tre anni) dalla data del matrimonio (se non vi è stato scioglimento, annullamento o cessazione degli effetti civili e se non è in corso la separazione legale).

Cittadinanza per naturalizzazione o residenza:

Si diventa cittadini italiani facendo richiesta al Presidente della Repubblica che, dopo il parere positivo del Consiglio di Stato, emana il decreti di naturalizzazione.

Possono essere naturalizzati i cittadini stranieri che risiedono in italiana da almeno 10 anni. Prima di fare la domanda si consiglia di verificare il requisito della residenza decennale perché la presenza di buchi di residenza comporta il rigetto della domanda.

Possono essere naturalizzati anche:

Cittadinanza italiana per figlio maggiorenne di cittadino italiano:

Il figlio minore del cittadino straniero naturalizzato ottiene la cittadinanza il giorno dopo che il genitore ha effettuato il giuramento per la concessione della cittadinanza.

Cittadinanza italiana per figlio maggiorenne di cittadino italiano:

La procedura di richiesta della cittadinanza italia per il figlio maggiorenne è disciplinata dall’articolo 9, comma 1, lett.a della legge 91/92 che disciplina la naturalizzazione in Italia.

Secondo la legge italiana, i figli maggiorenni dei cittadini naturalizzati possono richiedere la cittadinanza per residenza o naturalizzazione dopo 5 anni di residenza nel territorio italiano che decorrono dalla data di naturalizzazione del genitore.

Ciò significa che si può fare la domanda, il giorno successivo da quello in cui è stato fatto il giuramento. 

Cittadinanza per meriti speciali:

La cittadinanza italiana per meriti speciali può essere concessa allo straniero «quando questi abbia reso eminenti servizi all’Italia, ovvero quando ricorra un eccezionale interesse dello Stato». Questo o prevede l’articolo 9 (comma 2) cui fa capo la disciplina in materia di cittadinanza.

Cittadinanza per rifugiati e apolidi:

La costituzione italiana tutela i rifugiati e apolidi presentii sul territorio italiano e dopo 5 anni di residenza legale sul territorio italiano possono richiedere la cittadinanza italiana.

Un requisito fondamentale per la richiesta è quella di possedere un reddito per almeno anni.

Non possono richiedere la cittadinanza per rifugiati e apolidi che usufruiscono di protezione sussidiaria o di protezione umanitaria.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.