Economia

Calcolo cassa integrazione: Ecco come cambia!

Calcolo cassa integrazione – Date le novità normative arrecare dal Dl Rilancio, l’istituto adatta e modifica i criteri del calcolo delle settimane beneficiarie, e di quelle ancora spettanti con causale Covid-19.

Le indicazioni che sono nuove vengono illustrate all’interno del messaggio 2825 del 15 luglio.

Da leggere: Cassa integrazione: ecco le regioni per il crollo in busta paga

Il calcolo cassa integrazione delle settimane:

Sono concessi sa parte dell’Inps su stretta richiesta dei datori di lavori, i trattamenti di cassa integrazione guadagni in deroga, i periodi successivi alle prime 9 settimane.

Il decreto interministeriale 20 giugno 2020 stabilisce le modalità di attuazione, e fornisce le istruzioni di domanda.

In riferimento a determinati periodi di sospensione oppure anche di riduzione dell’attività lavorativa cominciata dal 23 febbraio al 31 agosto 2020.

Per essere più specifici, all’interno dell’articolo 1, del decreto stabilisce che i datori di lavoro che sono autorizzati dalle Regioni:

  • 22 settimane per aziende con unità produttive nei comuni delle zone rosse;
  • 13 settimane per aziende con unità produttive nelle regioni gialle;
  • 9 settimane per aziende del restante territorio nazionale.

Bisogna presentare un’istanza per poter completare le settimane spettanti alla Regione. Prima bisogna poter inviare la richiesta all’INPS delle ulteriori cinque settimane e delle eventuali successive quattro.

Da leggere:  Assegno di invalidità per persone con capacità lavorativa ridotta!

Da leggere: Cassa integrazione INPS: da quanto i lavoratori aspettano?

Cassa integrazione: Come verifica l’Inps?

Però, prima di approvare queste istanze, l’INPS ha il dovere di verificare che esistano queste autorizzazioni regionali.

In quanto i decreti regionali calcolano le settimane secondo una durata in giornate che risulta variante, per poter semplificare questa procedura, l’INPS dispone che:

“Per la quantificazione delle settimane concesse, dovrà ritenersi interamente autorizzato il periodo di competenza regionale laddove le giornate di sospensione/riduzione concesse dalle Regioni si collochino.

Per le 9 settimane del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, all’interno del range da 57 a 63 giornate complessive, fermo restando il più ampio periodo per le aziende ubicate nei comuni delle c.d. zone rosse (range da 148 a 154 giornate) e per quelle con unità produttive site nelle c.d. regioni gialle (range da 85 a 91 giornate)”.

Di conseguenza verranno autorizzate 9 settimane anche nel caso in cui dal conteggio degli intervalli temporali richiesti, siano state autorizzate almeno 8 settimane e 1 giorno.

Da leggere: Cassa integrazione INPS: Richiesta entro la scadenza a luglio

Le 4 settimane ulteriori:

Come marca il sito delle piccole-medie imprese, contrariamente a quanto previsto, ha stabilito che i datori di lavoro che hanno usufruito del periodo prima concesso fino ad un massimo di quattordici settimane (9+5), potranno usare altre quattro settimane anche per periodi prima del 1° settembre 2020.

Da leggere:  Assegno per figli 2020: lo si può prendere con il reddito di cittadinanza?

Resterà ferma la durata massima totale di 18 settimane (fatto salvo il più ampio periodo per aziende nei comuni delle zone rosse e gialle).

Per entrare all’ultimo mese, per poter quantificare delle settimane già usufruite, l’INPS sarà in grado di valutare le cinque settimane che, sono di esclusiva pertinenza dell’Istituto.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.