BonusEconomia

Cassa Integrazione non ancora ricevuta? Ecco cosa fare

Cassa Integrazione non ancora ricevuta – Per quanto riguarda le persone che sono state messe in Cassa Integrazione dai loro datori di lavoro, gli ultimi dati pubblicati dall’INPS effettuati dall’Ente risalgono oramai al 20 luglio.

Però, ancora ad oggi sono numerosi i dipendenti che non sono stati in grado di ricevere il pagamento dovuto.

Tuttavia con l’introduzione, con il Decreto Agosto, della proroga riguardante la Cassa Integrazione per ulteriori 9 settimane, aumenta l’angoscia dei lavoratori dipendenti che non sanno come ottenere ciò di loro diritto.

Spieghiamo in breve come e cosa fare nel caso non abbiate ancora ricevuto il pagamento della Cassa Integrazione.

Cassa Integrazione non ancora ricevuta: ecco cosa fare

Nelle più recenti settimane è proprio questa la richiesta a cui numerosi dipendenti cercano una risposta.

Innanzi, il primo gesto che un dipendente può fare, è quello di richiedere chiarimenti all’Inps, nonostante il datore di lavoro abbia già spedito i modelli SR41.

Attraverso gli appositi uffici territorialmente competenti, sarete in grado di comprendere al meglio se sono stati effettuati degli errori.

Nel caso ci fossero stati degli errori, bisogna entro 30 giorni dalla comunicazione da parte dell’Ente, presentare la richiesta per la seconda volta della Cassa Integrazione nella maniera corretta.

Da leggere:  Bonus 300 euro a figlio, ecco per chi!

A prescindere dal periodo di riferimento.

Nel caso in cui non fosse presente nessun errore, allora si tratta semplicemente di un ritardo.

Cassa Integrazione non ancora ricevuta per un ritardo?

In questa situazione bisognerà munirsi di tanta pazienza, ed attendere  che venga emanato il pagamento all’interno del vostro conto.

Sarà possibile controllare lo stato della vostra richiesta,

E’ sufficiente accedere all’area riservata del sito dell’INPS usando le vostre credenziali SPID, ed entrare poi sezione “Prestazione” e “Pagamenti“.

Viene suggerito inoltre di contattare in maniera diretta gli uffici territoriali di competenza, e non attraverso la sezione “Inps risponde” in MyInps.

Tramite il più recente canale, tuttavia non si sarà messi in contatto con la sede del territorio a cui si è appartenenti.

Però non sarà possibile effettuare un controllo diretto sulla richiesta presentata.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.