Attaulità e News

Sanatoria per stranieri 2020: La proposta di legge approda in Senato

Sanatoria per stranieri 2020: È stato ammesso l’emendamento promosso dai radicali e da Più Europa alla Commissione Bilancio del Senato che chiede una maxi sanatoria per gli immigrati irregolari: l’obiettivo è quello di “regolarizzare i cittadini stranieri” che hanno un lavoro “ma non hanno i documenti per essere assunti”

Lo ha annunciato Emma Bonino su Twitter: “Al via i lavori in V Commissione del Senato su disegno di legge Bilancio. Emendamento con proposta emersione per persone irregolari a fronte di un lavoro è stato ammesso ed è pronto per essere votato. Pd, M5S e Italia Viva siano coraggiosi e votino l’emendamento”.

Da leggereCittadinanza per nascita sul territorio italiano ( Ius soli )

I promotori dell’iniziativa popolare ERO straniero per regolarizzare stranieri :

Dal 2017 i promotori di Ero straniero hanno depositato con 90.000 firme alla Camera la proposta di legge di (Sanatoria per stranieri 2020)  iniziativa popolare per superare la legge Bossi-Fini, provvedimento di cui è relatore l’esponente dei Radicali Riccardo Magi ed ora all’esame della Commissione affari costituzionali.

Punto di partenza del ragionamento è il contrasto all’irregolarità: secondo l’ultimo Dossier statistico sull’immigrazione i 530 mila stranieri irregolari stimati in Italia a inizio 2018 lieviteranno entro il 2020 a oltre 670 mila.

Difficilmente potranno essere rimpatriate e finiranno per ingrossare le fila del lavoro nero, dei circuiti illeciti e della marginalità sociale.

La sanatoria per stranieri 2020 è “Un’operazione legalità che vale 1 miliardo di entrate fiscali per lo Stato – si legge sul profilo Twitter della campagna Ero Straniero – È l’obiettivo della nostra proposta, tradotto in emendamenti presentati da Emma Bonino e da senatori di Liberi e Uguali al disegno di legge di Bilancio, oggi ammessi e pronti per essere discussi e votati”.

Sindaci che sostengono la Sanatoria per stranieri 2020:

Tra i sindaci che sostengono l’iniziativa dei Radicali e di Più Europa pro-immigrati troviamo il primo cittadino di Napoli Luigi De Magistris, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, e Beppe Sala, sindaco di Milano.

Ora la proposta di legge potrebbe diventare realtà gli emendamenti presentati da Bonino e Liberi e Uguali venissero approvati.

“La nostra proposta è diventata un emendamento presentato al Senato da forze politiche diverse – annunciava la pagina Twitter di Ero Straniero qualche settimana fa – Si prevede di regolarizzare le persone senza documenti, già presenti in Italia, se c’è un datore di lavoro che vuole assumerli”.

Fondamentale sarà capire la posizione del Movimento cinque stelle in merito.

La proposta di legge di George Soros:

La proposta di legge per una Sanatoria per stranieri 2020, che ora ha preso la forma di emendamenti che saranno vagliati dalla Commissione Bilancio, chiede “l’introduzione di un permesso di soggiorno temporaneo per la ricerca di occupazione attraverso l’attività di intermediazione tra datori di lavoro italiani e lavoratori stranieri non comunitari“.

La reintroduzione del “sistema dello sponsor già collaudato con la legge Turco-Napolitano“, la “regolarizzazione su base individuale degli stranieri che si trovino in situazioni di soggiorno irregolare” allorché “sia dimostrata l’esistenza in Italia della disponibilità di un’attività lavorativa” o di comprovati legami familiari nonché “l’abolizione del reato di clandestinità”.

La proposta di legge di George Soros era già approdata in Senato all’esame della commissione Affari costituzionali, questa pdl ha raccolto  90mila firme.

Tra i promotori, nella commissione Affari costituzionali di Montecitorio, sono intervenuti Paolo Pezzati (Oxfam), Filippo Miraglia (Arci), Giulia Gori (Federazione chiese evangeliche in Italia) e Renzi Sartori (presidente di Number 1 Logistics Group di Parma).

Leggi anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.