Attaulità e NewsEconomia

Modello 730/2020: Novità, da chi e quando deve essere fatto?

Modello 730/2020: Novità sulle spese, scadenze e chi deve farlo (dichiarazione dei redditi)

Modello 730/2020 –  scadenza e istruzioni per compilare il nuovo modello 730, che i contribuenti devono utilizzare ai fini della dichiarazione dei redditi 2020.

Numerose sono le novità inserite nel modello 730 dell’anno 2020 di comunicazione dei redditi, a partire dalla nuova scadenza 730 al 23 luglio 2020, per chi accetta ed invia da solo la dichiarazione, e per chi usa il 730 ordinario e si rivolge ai Caf o ad altri intermediari.

Rimane invece al 7 luglio 2020, la scadenza 730 ordinario per i contribuenti che si avvalgono del sostituto d’imposta.

Da leggere: Addio alla pensione di reversibilità? Ecco tutta la verità..

Il modello 730/2020 ha recepito inoltre tutte le novità fiscali intervenute nel corso del 2019 per effetto della legge di bilancio.

Tra le varie novità:

  • la possibilità per gli eredi di presentare la dichiarazione per conto dei contribuenti deceduti;
  • le nuove detrazioni: personale del comparto sicurezza e difesa, riscatto della laurea e per le colonnine di ricarica dei veicoli elettrici;
  • nuovi crediti d’imposta sport bonus e bonifica ambientale.

Che cosa è il modello 730/2020?

Ogni anno, l’Agenzia delle Entrate, provvede a pubblicare in questo periodo dell’anno, oltre alla bozza del modello 730 anche le istruzioni modello 730/2020 valide per la compilazione della dichiarazione dei redditi 2020.

Si ricorda che a causa del decreto legge, la scadenza del 730 (ordinario da consegnare al sostituto d’imposta) è rimasta al 7 luglio di ciascun anno, mentre la scadenza del modello 730 (per chi si avvale degli intermediari) è al 23 luglio.

Ecco un riepilogo sulla scadenza del modello 730/2020:

A partire dal 15 aprile 2020: l’Agenzia delle Entrate, rende disponibile per gli aventi diritto, il nuovo 730 precompilato 2020 online.

7 luglio 2020: scadenza 730 ordinario per chi si avvale del proprio sostituto d’imposta;

23 luglio 2020: scadenza 730/2020 precompilato e 730 ordinario per chi presenta il modello al CAF o intermediari.

2 maggio: possibilità di poter modificare, integrare, accettare o trasmettere la dichiarazione precompilata.

Successivamente saranno pubblicati anche:

  • Allegato 1: Bolla per la consegna dei modelli 730 e/o dei modelli 730-1;
  • L’allegato 2: Busta per la consegna del modello 730-1;
  • Allegato 3: Obbligo di riservatezza.

Modello 730/2020 le novità?

  • Il debutto della cedolare secca sui negozi, che però sarà cancellata dal 1° gennaio 2020 perché non prorogata dalla legge di Bilancio 2020;
  • le detrazioni al 50% sul riscatto della laurea;
  • la detrazione per le spese per le colonnine di ricarica dei veicoli elettrici;
  • il credito d’imposta sulla bonifica ambientale;
  • il credito d’imposta sport bonus.
  • modello 730 per gli eredi.

Da leggere: Novità pensioni: Ape sociale 2020

Modello 730/2020 istruzioni:

Nuove istruzioni modello 730/2020: L’Agenzia delle Entrate, pubblica ogni anno il nuovo modello 730, che i contribuenti, in possesso dei requisiti per presentare il 730, devono utilizzare per la dichiarazione dei redditi.

Come dicevamo all’inizio dell’articolo, le novità modello 730/2020, sono state tante e varie a partire dalla nuova scadenza fino ad arrivare alle nuove detrazioni fiscali inserite nel 730.

1) Tra le novità 730 più importanti avute in questi anni, c’è anche quella relativa alla dichiarazione dei redditi integrativa a favore del contribuente.

Infatti, sulla base delle nuove regole, la scadenza per la dichiarazione integrativa a favore diventa uguale a quella a favore del fisco. Per cui ora è possibile trasmettere un 730 integrativo a favore entro il 31 dicembre del 5° anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione dei redditi tramite 730.

2) In merito alle nuove spese detraibili inserite nel modello 730/2020 precompilato, troviamo un nuovo elenco di spese sostenute dal contribuente a suo nome o dei familiari a carico. Tali spese riguardano:

  • Spese per farmaci da banco;
  • Altre per lo psicologo;
  • Spese infermieristiche;
  • Altre sostenute per l’ostetrica/o;
  • Spese per occhiali, lenti a contatto, etc effettuate nei negozi di ottica;
  • Anche spese veterinarie sostenute per la cura e l’assistenza degli animali da compagnia.

3) Le detrazioni 730, sono:

  • Bonus premio di produzione;
  • Regime speciale per i lavoratori italiani che rientrano in Italia;
  • Agevolazioni Disabili Legge Dopo di noi;
  • School bonus, per chi fa donazioni alle Scuole;
  • Terreni coltivatori diretti;
  • Bonus Casa: ristrutturazioni, mobili e riqualificazione energetica;
  • Leasing prima casa;
  • Bonus domotica, verde e bonus trasporti pubblici;
  • Detrazione figli disturbi dell’apprendimento.

Da leggere: Provvedimento di espulsione: Quando è possibile annullarlo?

Chi deve fare il 730 anno 2020?

I contribuenti che devono fare il Modello 730 anno 2020 per la dichiarazione dei redditi sono:

  • Pensionati;
  • Lavoratori dipendenti;
  • Eredi;
  • Percettori di Cassa integrazione e Mobilità;
  • Soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
  • Sacerdoti della Chiesa cattolica;
  • Giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive come consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc;
  • Persone che svolgono lavori socialmente utili;
  • Lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato;
  • Personale della scuola con contratto di lavoro a tempo determinato;
  • Lavoratori che posseggono soltanto redditi di collaborazione coordinata e continuativa;
  • Produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta Mod. 770, IRAP e IVA.

Chi deve fare il modello 730/2020?

Solo i contribuenti che nel 2019, hanno avuto questi redditi:

  • Redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati.
  • Per dei terreni e redditi dei fabbricati;
  • Redditi di capitale;
  • Per il lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA, per esempio per le prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente.
  • Redditi diversi come i redditi terreni e fabbricati situati all’estero.
  • Alcuni dei redditi che possono essere soggetti a tassazione separata, indicati nella sezione II del quadro D come per esempio redditi ottenuti dalla vendita di terreni o edifici a seguito lottizzazione.
  • Per la cessione a titolo oneroso di beni immobili acquistati, dalla concessione in usufrutto e dalla sublocazione di beni immobili, dall’affitto, locazione, noleggio o concessione in uso di veicoli, macchine e altri beni mobili.

Tags

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comInstagram per ulteriori aggiornamenti ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Lina F.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. Art 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker