Economia

Incentivi Recovery fund: ecco le agevolazioni lavorativi

Una delle proposte per ottenere i fondi dall’unione europea è quela degli incentivi Recovery fund. 

Una delle proprità di quest’ultimo è di aumentare i posti di lavoro con le giuste garanzie.

Occorre, dunque, iniziare con l’occupazione per poter aiutare l’Italia.

Nunzia Catalfo, Ministra del lavoro e delle Politiche Sociali, pensa di aumentare gli investimenti per aiutare l’occupazione.

Questa comunicazione è stata fatta il 22 settembre presso la Camera dei Deputati.

Le proposte sono tra Governo e Parlamento per decidere come impiegare i fondi europei del Recovery Fund.

I temi proncipali sono:

  • Rilanciare l’occupazione;
  • Tutelare il reddito;
  • Includere più giovani e più donne nel mondo del lavoro.

Altro tema importante è quello della Salute e sicurezza.

Stipendio minimo, ammortizzatori sociali e più donne in ufficio

Incentivi Recovery fund
Incentivi Recovery fund

Per tutelare il reddito, si pensi a togliere le tasse al rinnovo dei CCNL (Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro) e di introduzione uno stipendio minimo, grazie alla contrattazione collettiva.

Praticamente sarebbe diminuire e tasse Riguardo al costo del lavoro solo se si introduce uno stipendio minimo orario.

Per aumentare i posti di lavoro includendo anche i giovani e le donne, è stata proposta una decontribuzione per portare le imprese a crescere ed assumere di più.

In particolare, si propongono riduzioni fiscali per favorire il rientro in ufficio dopo la maternità.

Da leggere:  Bonus per la tecnologia in arrivo: chi può chiederlo?

Ultima tema importante è cambiare gli ammortizzatori sociali, diminuiendo la normativa frammentaria.

Incentivi Recovery Fund: a cosa serve?

Il Recovery Fund è un fondo destinato per la ripresa dei paesi che è stato voluto dal Consiglio Europeo.

Il fondo ha un valore di 750 miliardi di euro che verrà raggiunta facendo si che tutti i paesi abbiano un debito comune.

Per lo stato italiano la somma da ricevere è di 209 miliardi di euro e 127 miliardi di questi saranno in prestito a tasso agevolato.

82 miliardi, invece, saranno a fondo perduto.

Recovery Fund, tutti contro tutti: la partita dell’Italia e lo scontro con i Frugali

Il Governo è concentrato a trovare un piano di rilancio da realizzare con questi fondi.

Servono per rilanciare l’economia del paese e realizzare le riforme necessarie.

Per il momento è in corso una prima fase di confronto e discussione sulle proposte tra i Ministri del Governo e il Parlamento.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.