Bonus

Bonus da 500 a 1500 euro: ecco per chi e come fare domanda?

Il bonus da 500 a 1500 euro ha la durata di 3 mesi ed è erogato dall’istituto Inps in aggiunta ai bonus Covid-19 già accreditate.

Tratteremo insieme come funziona la domanda e a chi è destinato il bonus da 500 a 1500 euro.

Chi può richiedere il Bonus da 500 a 1500 euro?

Il bonus da 500 a 1500 euro è destinato solo a certe categorie di lavoratori autonomi e collaboratori coordinati e continuativi.

Ma anche professionisti con cassa privata e lavoratori che hanno la partita Iva.

I requisiti per avere il Bonus 500 euro:

Bonus da 500 a 1500 euro
Bonus da 500 a 1500 euro

Come ad ogni bonus, sono richiesti determinati requisiti per poter ottenere il bonus da 500 a 1500 euro:

  • Collaboratori coordinati e continuativi con rapporto attivo alla data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla Gestione separata;
  • Titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale;
  • Lavoratori autonomi o professionisti, ivi compresi i titolari di attività di impresa, iscritti all’assicurazione generale obbligatoria e alle forme esclusive e sostitutive della medesima, nonché alla Gestione separata INPS;
  • Titolari di partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020, compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici con attività di lavoro autonomo;
  • Liberi professionisti iscritti alle Casse autonome professionali;
  • Lavoratori che alla data del 23 febbraio 2020 erano in attività lavorativa e iscritti alle Gestioni speciali dei lavoratori autonomi artigiani, commercianti, coltivatori diretti, mezzadri e coloni;
  • Imprenditori agricoli professionali iscritti alla gestione autonoma agricola, nonché i coadiuvanti e coadiutori artigiani, commercianti e lavoratori agricoli iscritti nelle rispettive gestioni autonome.
Da leggere:  Bonus 1.000 euro per i professionisti: ecco in arrivo le novità

Le zone rosse italiane per il Bonus 500 euro:

Il bonus da 500 a 1500 euro è destinato ai lavoratori che dal 23 febbraio 2020 sono apparsi in attività nei comuni inseriti nell’allegato 1 del DPCM del 1° marzo 2020.

I primi focolai e comuni trovati ed identificati come zone rosse e che sono nella regione:

  • Lombardia;
  • Bertonico;
  • Casalpusterlengo;
  • Castelgerundo;
  • Castiglione D’Adda;
  • Codogno;
  • Fombio;
  • Maleo;
  • San Fiorano;
  • Somaglia;
  • Terranova dei Passerini;
  • ’Vo in Veneto.

Bonus 500 euro: come si presenta la domanda?

Per poter ottenere il bonus da 500 a 1500 euro occorre fare la domanda all’Inps tramite i canali che sono disponibili sul sito Inps.

Il bonus aggiuntivo ha validità, a causa dell’emergenza coronavirus, per un massimo di 3 mesi rispetto a quanto precedentemente annunciato.

La domanda per il bonus va inviata unicamente per via telematica all’Inps o al Patronato.

Per poter accedere al servizio occorre avere:

  • PIN rilasciato dall’INPS;
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

Il bonus 500 euro può essere richiesto anche tramite:

  • Telefonata al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile.

Sarà l’Inps a comunicare quando sarà possibile richiedere il bonus da 500 a 1500 euro sul sito.

ARRIVA BONUS EXTRA 500€ per 3 MESI ECCO CHI PUO' RICHIEDERLO E COME...

Da leggere:  Assegni INPS fino a 422 euro entro dicembre 2020!

Con cosa è compatibile il Bonus 500 euro?

L’istituto Inps spiega che è possibile collegare il bonus destinato ai lavoratori delle prime zone rosse in Italia.

È possibile accumulare il bonus con:

  • L’Assegno ordinario di invalidità;
  • Reddito di cittadinanza;
  • L’indennità di disoccupazione NaspI;
  • L’indennità di disoccupazione DIS-COLL;
  • L’indennità di disoccupazione agricola;
  • Le erogazioni monetarie derivanti da borse lavoro, stage e tirocini professionali;
  • Premi o sussidi per fini di studio o di addestramento professionale;
  • Premi e i compensi conseguiti per lo svolgimento di attività sportiva dilettantistica e con le prestazioni di lavoro occasionale, nei limiti di importo non superiore a 5.000 euro per anno civile.

Precisiamo che il bonus 500 euro  non è compatibile con le pensioni dirette a carico dell’AGO e la Gestione separata, come anche con l’Ape sociale.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.