Attaulità e NewsBonusEconomia

Bollo auto 2021, quando e come pagarlo: le novità

Con la legge di Bilancio tornerà a disposizione il bollo auto 2021 destinato alle automobili che dal prossimo anno saranno 490 milioni.

Vediamo come funziona il bonus per le automobili.

Si tratta del bonus auto 2021 che con la legge di bilancio permetterà di avere 490 milioni di euro che sono disponibili per l’acquisto.

Le auto che si possono acquistare sono quelle elettriche e ricevono un ulteriore incentivo per gli euro 6.

Ricordiamo che i veicoli che si desiderano rottamare devono avere almeno 10 anni.

Bollo auto 2021

Bollo auto sospeso, nuove scadenze di pagamento!

Nella gran parte dei casi la scadenza per mettersi in regola con il bollo auto ha avuto una scadenza il 30 giugno 2020, però, non è detto che sia valida per tutte le regioni.

Per fare un esempio, nelle Regione delle Marche la nuova data era il 31 luglio 2020. Oltre a ciò, in numerose Regioni si è deciso di sospendere i pagamenti dei tributi locali, come le tasse sulle concessioni.

Di conseguenza in sintesi, il pagamento del bollo auto è stato solamente sospeso.

Da leggere:  Tutti i bonus del governo Conte: ecco quali sono

Bisogna ricordare, che grazie al decreto fiscale, che è entrato in vigore il 25 dicembre 2019, le sanzioni per il pagamento in ritardo del bollo auto sono scese dal 30% al 5%.

Ecco in estrema sintesi le sanzioni:

  • Pagamento entro i 15 giorni dalla scadenza: 0,1% al giorno;
  • Pagamento tra i 16 ed i 30 giorni dalla scadenza: 1,50% al giorno;
  • Pagamento tra i 31 ed i 90 giorni dalla scadenza: 1,67% al giorno;
  • Pagamento tra i 91 ed i 365 giorni dalla scadenza: 3,75% al giorno;
  • Pagamento tra il primo ed il secondo anno dalla scadenza: +4,286% al giorno;
  • Pagamento dopo i due anni dalla scadenza: +5%.

Bollo auto 2021, come e quando pagarlo: la procedura

In Italia resteranno in vigore le stesse norme.

Se si tratta della prima immatricolazione il bollo dell’auto dovrà essere pagato entro il medesimo mese. Mentre quelli successivi entro e non oltre l’ultimo giorno del mese successivo.

Il prezzo varia in base ai fattori come per esempio la potenza del motore (in kW), la sua classe ambientale e la regione di residenza.

Una volta fatto l’appropriato calcolo, il bollo dell’automobile potrà essere saldato in maniera telematica sul medesimo portale, o della regione di appartenenza o ancora sull’Agenzia delle Entrate.

Oppure anche di persone presso gli Uffici delle Poste Italiane, o ricevitorie e tabaccai oppure anche negli appositi Sportelli della propria banca.

Da leggere:  Bonus auto 2021 quasi finito: Ecco come ottenerlo!

Nel caso in cui non si provveda in tempo si dovrà pagare la mora: lo 0,1% in più del costo del bollo per ogni giorno di ritardo, se si salda entro 14 giorni, che diventa 1,5% se entro fino a 30 giorni.

Da un mese a tre mesi la percentuale sale ancora fino all’1,67%, mentre da tre mesi a un anno aumenta del 3,75%. Oltre l’anno è prevista pagare il 30% dell’importo totale, più un altro 1% di interesse per ogni semestre aggiuntivo.

Bollo auto 2021, come e quando pagarlo: l’esenzione

Per determinate categorie però viene prevista l’esenzione del pagamento del bollo auto 2021 sia a livello nazionale ma anche a quello regionale.

Non dovranno effettuare il pagamento dell’imposta i proprietari di vetture elettriche, nei primi cinque anni dalla prima immatricolazione, e di quelle ibride.

Le specifiche variano da regione a regione:

  • Provincia di Bolzano e Lazio: nessun pagamento per i primi tre anni;
  • Provincia di Trento: nessun pagamento per i primi cinque anni;
  • Lombardia: pagamento dimezzato per i primi tre anni (solo per la tecnologia plug-in hybrid);
  • Veneto: nessun pagamento per auto immatricolate dal 2014;
  • Liguria: nessun pagamento per auto immatricolate dal 2016 e per i primi quattro anni;
  • Emilia-Romagna: nessun pagamento per auto immatricolate dal 2016;
  • Marche: nessun pagamento per i primi sei anni;
  • Umbria: nessun pagamento per auto immatricolate dal 2015 al 2017 e per i primi due anni;
  • Puglia: nessun pagamento per auto immatricolate dal 2014 e per i primi cinque anni;
  • Campania: esenzione completa dal pagamento del bollo auto.
Da leggere:  Bonus tiroide inps 2020: ecco di cosa si tratta in realtà!

Per concludere non dovranno pagare il bollo i veicoli d’epoca (con più di 30 anni) e ai mezzi in carico ad associazioni senza scopo di lucro, come le ambulanze.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.