Turismo

Il visto turistico per l’italia (guida breve)

Come invitare un parente o amico in italia?

Una guida breve  per  aiutare il tuo ospite a chiedere il Visto Turistico per l’Italia. In questa guida spiegheremo in maniera semplice come e cosa fare quando Inviti un amico o un parente dall’estero per un periodo massimo di 90 giorni come indicato dalla legge

La prima cosa da fare per avere il visto turistico per l’Italia:

Il primo documento che ti serve è la Lettera d’Invito, bisogna  indicare tutti i tuoi dati personali e quelli del tuo ospite e le date esatte di arrivo e partenza dall’Italia del tuo ospite, che ti suggerisco di organizzarti in questo modo:

Chiedere al tuo ospite di fissare la data per l’appuntamento all’ambasciata italiana per il colloquio e la consegna dei documenti.

La documentazione necessaria per avere un visto turistico per l’Italia:

La documentazione necessaria per richiedere il visto turistico per l’Italia è la seguente:

  1. La polizza sanitaria
  2. La fideiussione bancaria
  3. Lettera d’invito
  4. Il tuo documento d’identità
  5. Il tuo codice Fiscale
  6. Il permesso di soggiorno se non sei cittadino italiano
  7. La tua ultima denuncia dei redditi (modello Cud o modello Unico)
  8. Ultima busta paga
  9. Copia del passaporto della persona straniera che deve entrare in Italia
Da leggere:  Come ottenere il Visto per il Canada : Turismo, Lavoro e studio ?

Cosa fare dopo aver preparato tutta la documentazione?

Trattieni una copia per te, una copia la invii al tuo ospite. In seguito, prepara una busta con i documenti da inviare al tuo ospite e metti dentro:

Cosa devi fare il tuo ospite quando riceve la documentazione:

Una volta che  il tuo ospite ha ricevuto i documenti completi per la domanda di Visto, deve consegnarli all’ambasciata italiana entro la data precedentemente concordata.

Cosa fare quando il tuo ospite arriva in italia con il visto turistico per l’Italia?

Appena il tuo ospite arriva in Italia verifica che, se arriva da Stati non Shengen, il timbro che la polizia di frontiera appone sul passaporto/visto vale come dichiarazione di presenza.

Se la persona è ospitata in una casa privata, entro 48 ore deve essere data comunicazione alla Polizia (legge antiterrorismo).

Mentre se la persona viene ospitata in hotel, nessun problema perché l’hotel procede a fare la segnalazione alla polizia.

Aumentano i costi di rilascio dei visti di ingresso di breve durata:

Dal 2 febbraio 2020 è entrata in vigore la riforma del codice di visti di ingresso per soggiorni brevi nell’Unione Europea. Le nuove disposizioni prevedono, tra l’altro, l’aumento delle tariffe per il rilascio dei visti per turismo o affari per l’Area Schengen.

Da leggere:  Assicurazione sanitaria: I vantaggi per i cittadini extra comunitari

In particolare, il costo standard passa da 60 a 80 euro mentre passa da 35 a 40 euro per i richiedenti con età compresa dai 6 ai 12 anni, rimangono esclusi dal pagamento i minori di 6 anni, studenti e ricercatori.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.