Permesso di soggiorno

Il permesso di soggiorno per cure mediche

Gli stranieri che hanno bisogno di cure mediche in un paese straniero possono fare la richiesta del permesso di soggiorno per cure mediche alle istituzioni sanitarie italiane.

Cos’è il permesso per cure sanitarie?

Si tratta di un permesso che ti permette di usufruire del trattamento medico nel paese per cui si fa la richiesta, qualora se ne abbia la necessità.

Come si ottiene?

Si deve fare la richiesta del permesso entro 8 giorni lavorativi dall’entrata in Italia, direttamente alla questura del luogo dove si faranno le cure mediche.

Per presentare la richiesta occorre avere il visto d’ingresso per cure mediche rilasciato dall’ambasciata o dal consolato italiano nel paese di provenienza.

La richiesta può essere fatta dal diretto interessato, da un familiare o dall’accompagnatore del paziente.

Documenti da presentare:

  1. dichiarazione della struttura sanitaria prescelta (pubblica o privata);
  2. certificato che attesta il tipo di cura, data di inizio e durata prevista della cura;
  3. documento che attesta la disponibilità della camera nella struttura (es. dichiarazione di ospitalità);
  4. dichiarazione della struttura sanitaria italiana;
  5. attestato dell’avvenuto deposito di una cauzione, versato alla struttura prescelta (il 30% del costo complessivo delle prestazioni);
  6. certificazione sanitaria che riporta la patologia del richiedente nel rispetto della tutela dei dati personali; in più la certificazione rilasciata all’estero deve avere anche la versione in italiano;
  7. documenti che dimostrino la disponibilità in Italia delle risorse per pagare le spese sanitarie, il vitto e l’alloggio fuori dalla struttura per paziente e l’accompagnatore;
  8. documenti che dimostrano la disponibilità di risorse sufficienti per il viaggio di ritorno;
  9. domanda su modulo da compilare allo sportello;
  10.  4 foto tessera recenti e uguali;
  11. passaporto originale;
  12.  fotocopia del passaporto con il visto;
  13. marca da bollo da € 16,00;
  14. la copertura delle prestazioni sanitarie comprese quelle medico ospedaliere (ad es. assicurazione sanitaria stipulata con istituto assicurativo italiano o straniero, valida per il Territorio nazionale).

Pazienti irregolari in gravidanza

Il permesso di soggiorno per cure mediche viene rilasciato anche alle donne straniere irregolari in stato di gravidanza.

In questo caso si deve richiedere il permesso direttamente presso gli uffici della Questura (per maggiori info vedi Ufficio Immigrazione) presentando il certificato medico riportante la data del parto.

Il permesso vale sei mesi fino alla nascita, e lo si può rinnovare dopo la nascita del bambino per i primi sei mesi.

Esso è diritto sia della donna incinta che del padre del bambino.

La durata del permesso per cure mediche ?

Il permesso di soggiorno per cure mediche dura tanto quanto la durata del trattamento terapeutico. Inoltre prima della scadenza si può rinnovare fino alla fine delle cure, che non possono essere terminate altrove.

Leggi anche:

Tags

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

roxi

"Nessuno di noi è giunto dove è unicamente per essersi issato da solo. Siamo qui perché qualcuno… si è chinato e ci ha aiutato." (Thurgood Marshall)

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker