Decreto Flussi 2020Attaulità e NewsLavorare in Italia

Firmato il decreto flussi 2019 – Ultime notizie !

firmato il decreto flussi 2019: 

La Coldiretti è la principale Organizzazione degli imprenditori agricoli a livello nazionale ed europeo, Il 5 marzo scorso aveva pubblicato un articolo sul proprio sito ufficiale in cui chiedeva l’immediata approvazione del Decreto Flussi 2019 che regola l’arrivo di manodopera dall’estero.

Finalmente la richiesta della Coldiretti è stata presa in considerazione!.

La coldiretti affermava infatti che il decreto flussi doveva essere assolutamente approvato perché da esso, in un certo senso,  dipende l’agricoltura italiana; in quanto più del 50% della forza lavoro agricola è costituita da stranieri.

Le sollecitazioni della Coldiretti, insieme a quelle delle principali categorie sindacali agricole sarebbero state decisive per la firma del decreto, come ci riferisce il Giornale di Informazione della Categoria Agricola. 

Quest’ultimo ci riferisce che effettivamente è stato firmato il decreto flussi e che ora bisogna attendere il passaggio del decreto alla Corte dei Conti per poi procedere alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale . 

Per il click day quindi bisogna aspettare ancora poco e finalmente si sapranno le date per l’invio telematico e l0’esatto ammontare delle quote flussi per il lavoro stagionale e subordinato suddivise per paesi di appartenenza dei lavoratori.

Intanto vi riportiamo le quote che sono state approvate negli anni precedenti:

Da leggere:  Quote flussi aggiuntive per conversione permessi di soggiorno 2019

Nel 2018:

L’anno scorso era stato autorizzato l’ingresso di 18 mila lavoratori stagionali provenienti da Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Corea (Repubblica di Corea), Costa d’Avorio, Egitto, El Salvador, Etiopia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia, Ucraina.

Di seguito vi indichiamo i principali distretti agricoli in cui operano gli immigrati sono:

  1. raccolta :

  • delle fragole nel Veronese,

2. preparazione: 

  • delle barbatelle in Friuli,
  • delle mele in Trentino,
  • della frutta in Emilia Romagna,
  • dell’uva in Piemonte

3. direzione: 

  • degli allevamenti da latte in Lombardia dove a svolgere l’attività di bergamini sono soprattutto gli indiani.

Leggi di più:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.