Attaulità e NewsBonus

Confermato l’aumento busta paga 50-150 euro in Dl Aiuti bis

E’ stata confermato l’aumento busta paga al 2% degli stipendi con arretrati da luglio dopo la conversione del decreto aiuti bis.

La conversione in legge del Decreto Aiuti bis in Parlamento ha previsto molte conferme, tra cui l’aumento deli stipendi un aiuto per i dipendenti a tepo determinato eindterminato da Ottobe a Dicembre 2022 come una misura per combattre l’inflazione.

Ma un pò a sorpresa è stato confermato, il 16 settembre, un ulteriore bonus di 150 euro emenato e promulgato dal Governo Draghi nel Decreto Aiuti Ter per alcuni lavoratori dipendenti, pensionati e partite iva con determinati requisiti.

E in questo articolo vediamo tutti insieme tutto nel dettaglio:

Confermato aumento busta paga 50-150 euro in Dl Aiuti bis

Le ultime notizie confermano la decontribuzione al 2% sugli stipendi dei lavoratori che percepiscono redditi entro i 35mila euro che si preparano, dunque, a ricevere aumenti da ottobre e fino a dicembre 2022, con arretrati da luglio.

Per effetto della decontribuzione aumentata al 2% si avranno aumenti in busta paga solo di qualche decina di euro in più: secondo alcune simulazioni, gli aumenti degli stipendi complessivi stimati fino a dicembre sono compresi tra i circa 50 euro per chi prende stipendi più bassi intorno agli 800 euro e i 150 euro circa per stipendi più alti, di 2.600 euro, mentre non ci sarà alcun aumento per chi percepisce stipendi mensili dai 2.700 euro in poi considerando che si tratta di una misura valida solo per chi ha redditi annui entro i 35mila euro.

Da leggere:  Bando prevenzione malattie oncologiche Inps: Invio domande fino al 4 maggio 2021

La decontribuzione al 2% sarà applicata da ottobre fino a dicembre ma è anche previsto il riconoscimento degli arretrati, da luglio a settembre.

Ciò significa che, per esempio, chi ha uno stipendio di mille euro avrà 20 euro al mese di aumento da ottobre a dicembre per un totale di 60 euro a cui aggiungere ulteriori 60 euro da luglio a settembre per un importo complessivo di 120 euro in più.

Chi prende uno stipendio 1.200 euro al mese avrà, invece, un aumento di 24 euro per i mesi di ottobre, novembre e dicembre, per un aumento complessivo di 72 euro fino a dicembre per la decontribuzione, aggiungerà ulteriori 72 euro per i tre mesi di arretrati di luglio, agosto e settembre.

Chi prende uno stipendio di 1.800 euro al mese avrà un aumento complessivo per la decontribuzione compresi gli arretrati di 216, mentre chi prende uno stipendio di 2mila euro da ottobre avrà 40 euro in più in busta paga per un totale di 120 euro fino a dicembre a cui aggiungere un aumento di ulteriori 120 euro di arretrati da luglio ad ottobre e così via.

Bonus 150 a Novembre in Dl Aiuti Ter approvato

Se l’aumento è generico per tutti i lavoratori con uno stipendio, il bonus dei 150 euro del Decreto Ter, ricalca un pò il precedente bonus dei 200 euro pur modificando ovviamente l’importo e i beneficiari, metre le procedure di doande e pagamento nonchè i tempi rimangono uguali.

Da leggere:  480 euro di assegno INPS in più a chi percepisce il reddito di cittadinanza 2021

Il Bonus di 150 euro lo riceveranno, infatti, solo le persone con un reddito non sueriore ai 20mila euro percepito nell’ultimo anno. I beneficiari, sempre che abbiano questi requisiti saranno:

  • Dipendenti a tempo intendterminato, determinato e precari;
  • Dipendenti e lavoratori stagionali;
  • Lavoratori intermittenti;
  • Partite ive forfettarie, ordinarie e liberi professionisti delle differenti Casse;
  • Pensionati con pensioni minime, anzianià, vecchia, invalidità e reversibilità;
  • Percettori assegno di disabilità e invalidità;
  • Chi prende la Naspi, Dis-Coll o altre forme di disoccupazione;
  • Precari scuola;
  • Collaoratori Sportivi;
  • Chi prende il reddito di cittadinanza.

Per quanto riguarda il pagamento, i 150 euro saranno direttamente accreditati in busta paga nello stipendio di Novembre per tutti colori che hanno una busta paga. Stessi tempi, ovvero Novembre, per i pensionati.

Diverso, invece, per tutto gli altri, come partite ive e professionisti (ma non solo) che stanno ancora aspettando di fare la domanda per il bonus di 200 euro.

Per tutti loro la domanda potrebbe avvenire a Novembre e il pagamento tra Dicembre 2022 e Gennaio 2023.

In questo video trovi tutte le principali novità: dal bonus 200 euro all’aumento pensioni

Leggi anche:

Da leggere:  Isee corrente 2020: Come, quando richiederlo e validità

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.