Attaulità e NewsEconomia

Esenzione Bollo auto: ecco le novità per chi non deve pagarlo!

Ecco le novità in merito all’esenzione bollo auto per la popolazione italiana che siano in possesso di automobili e che devono pagare la tassa relativa al bollo auto.

Vediamo, quindi nel dettaglio, chi sono coloro che possono beneficiare dell’esenzione bollo auto e quali saranno le nuove scadenze del nuovo pagamento.

Sempre più vicina la scadenza del pagamento per il bollo auto, la spesa che devono tutti affrontare se si è titolari di un auto.

Dal 1 gennaio 2020 sono entrate in vigore molte novità riguardanti il pagamento del bollo auto.

Una di queste riguarda l’esenzione per alcune categorie di cittadini che abbiano in possesso un auto.

Si é esenti dal pagamento della tassa coloro che abbiano gravi handicap come i non vedenti, sordi, pluri amputazioni o disabilità motorie e mentali.

Vediamo, insieme, i dettagli per l’esenzione del bollo auto e come fare la domanda per poter ottenere l’esenzione della tassa.

Cosa è la tassa del bollo auto?

Con tassa per il bollo auto si intende una tassa da versare annualmente per chi è titolare della macchina che sia iscritta al Pubblico Registro Automobilistico.

Da leggere:  Assegno universale da gennaio 2021: alle famiglie con figli ogni mese

Il pagamento del bollo è gestito dalla Regione italiana e dalle Provincie Autonome di Bolzano e Trento.

Al contrario , solo nelle Regioni di Friuli Venezia Giulia e della Sardegna, la tassa è gestita dall’Agenzia delle Entrate.

Devono versare la tassa coloro che sono titolari dei veicoli iscritti al registro automobilistico.

Ma ad ogni caso, sono previsti delle esenzioni della tassa automobilistica solamente per certe categorie.

Le novità per il bollo auto 2020:

Esenzione bollo auto
Esenzione bollo auto

L’anno 2020 è caratterizzato da molte novità per il versamento per la tassa del bollo auto.

La prima novità è quella in vigore dal 1° gennaio 2020i n merito a una nuova modalità di pagamento per il bollo.

Ovvero il versamento tramite PagoPa, così sarà possibile versare direttamente i pagamenti nei confronti della Pubblica Amministrazione grazie al sito o all’App dell’Ente.

La seconda novità è la gestione dei dati relativi al pagamento del bollo auto da parte del Pubblico Registro Aci.

Dal 1° gennaio 2020, i dati e le informazioni in merito alle auto sono all’interno del documento unico di circolazione, che sostituisce il certificato di proprietà auto e il libretto di circolazione.

Per ultimo, la novità del 2020 è quella per i titolari di autovetture che siano residenti in Lombardia, che hanno diritto di uno sconto del 15% dell’importo del bollo auto.

Da leggere:  Scuola aperta dopo il 3 dicembre: il governo ci prova

Sarebbe il prezzo di due mensilità, nel caso in cui si desideri pagare con il pagamento della domiciliazione bancaria.

Chi ha diritto all’esenzione bollo auto?

Le esenzioni in vigore dal 1 gennaio 2020, come detto precedentemente, sono destinati solo ad alcune categorie.

Le agevolazioni saranno usufruibili dai cittadini italiani citati all’interno della categoria di disabili titolari di Legge 104.

Inoltre, possono beneficiare dell’esenzione anche i cittadini italiani che hanno delle auto elettriche fino al quinto anno dopo l’acquisto dell’autovettura.

In più, non pagheranno il bollo auto anche i titolari delle auto storiche di almeno 30 anni di vita e delle auto ibride che sono state comprate durante l’anno 2019, con un’esenzione pari a 3 o 5 anni per la tassa del bollo auto.

Richiesta per l’esenzione per il bollo auto:

Per poter avere l’esenzione bollo auto, occorre che si abbia determinati requisiti prima elencati.

Successivamente serve compilare un modulo che serve appositamente per l’esenzione.

La compilazione del modulo può avvenire anche dai familiari di colui che la richiede, se il disabile è fiscalmente a carico.

La richiesta viene fatta 90 giorni prima della scadenza della data in cui avverrà la scadenza del bollo.

La richiesta deve essere presentata all’ufficio della propria Regione, si deve allegare anche:

  • La copia del libretto o della carta di circolazione;
  • La copia del documento dei cittadini trasportati;
  • La copia di patenti speciali (in caso vi siano);
  • La copia della certificazione rilasciata da una Commissione Medica Pubblica, in cui venga attestata la patologia che comporta ridotte o impedite capacità motorie.
LEGGE 104 (art. 3 comma 3 ) 👉 Ultime Novità da conoscere

Da leggere:  Coldiretti riferisce che senza i flussi stagionali i raccolti sono a rischio!

Le scadenze del bollo per il 2020:

La scadenza per il pagamento del bollo auto sono entro il mese successivo dal mese di immatricolazione della propria auto.

Solamente nei casi dei residenti nelle Regioni del Piemonte e della Lombardia, questa regola non vale, perché è stato deciso un calendario predefinito di date:

  • 20 gennaio 2020 se il bollo auto è scaduto nel mese di dicembre;
  • 31 maggio 2020 e 30 settembre 2020, se il bollo è scaduto ad agosto.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.