Bonus

Bonus Isee a 10mila euro: ecco la domanda per gli incentivi

Per il Bonus Isee a 10mila euro per il 2020 sono previsti molte agevolazioni e incentivi a cui possono aderire tutte le famiglie che abbiano un reddito basso.

Ecco quindi una lista che presenta tutti gli strumenti che possono essere d’aiuto economico a cui si puó accedere.

Bonus Isee 2020 a 10mila euro: per utenze energetiche e telefono

Per le famiglie che non hanno un reddito che superi gli 8.111 euro all’anno, hanno diritto ad avete uno sconto pari a 50% per quanto riguarda il canone telefonico.

Se si dovessi avere un isee superiore a 8.256 euro si puó ottenere uno sconto del valore tra i 125 euro e i 184 euro per l’energia elettrica.

Se si dovesse avere almeno 3 figli a carico, il reddito aumenta fino a 20mila euro.

Se si dovesse far parte di queste categorie di reddito, si potrebbe ottenere uno sconto del 15% per la fornitura a Gas.

In caso in cui l’Isee sia superiore a 8.107,5 euro o a 20mila in caso di 4 figli, si puó ottenere 18,25 metri cubi di acqua gratis all’anno.

Bonus Isee a 10mila euro
Bonus Isee a 10mila euro

Che cosa è il “Pacchetto famiglia”?

Con il termine pacchetto famiglia si intendono tutti i bonus o agevolazioni che riguardano il nucleo famigliare.

Le famiglie che possiedono un basso reddito, in attesa dell’assegno universale 2021, richiedono il bonus bebè per i primi 12 mesi dalla nascita del bimbo.

Si ha diritto a 80 euro mensili per un reddito che arriva fino a 160 euro.

Si puó arrivare a 160 euro mensili per chi avesse un reddito annuale che non sia superiore a 7mila euro.

Ricordiamo anche l’esistenza del bonus asilo nido per le famiglie che abbiano un isee sotto i 25mila euro.

Il bonus ha un valore di 3.000 euro annui.

Se si dovesse possedere un reddito annuo che non sia superiore a 17,416 euro, si puó ottenere l’assegno di maternità della durata di 5 mesi.

Gli assegni familiari, Anf, sono destinati a chi ha almeno 3 figli minori a carico e un reddito non superiore agli 8,788 euro.

Agevolazioni, conto corrente e canone Rai:

Le Regioni e i Comuni mettono a disposizione delle agevolazioni per le famiglie che abbiano un reddito basso.

Alcuni di queste riguardano il diritto allo studio, come le agevolazioni con gli affitti.

I requisiti e gli importi cambiano in base alla residenza:

  • Per poter fare richiesta si deve avere un reddito annuo non superiore ai 25mila euro;
  • Se si ha un reddito inferiore agli 11.600 euro si ha diritto a un conto corrente completamente gratuito;
  • Con Isee fino a 8mila euro, gli Over 75 possono richiedere l’esenzione dal versamento del canone Rai.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.