Bonus

Bonus Tiroide: Cos’è e chi ne potrà usufruire

Bonus Tiroide, Per coloro che che soffrono di tiroide avranno diritto fortunatamente ad un aiuto da parte dell’Inps.

Questo bonus è un’indennità che viene riconosciuta dall’Istituto Nazionale di Previdenza.

A contrario di quanto si crede, NON esiste un Bonus Tiroide dalla somma di 500 euro, però esiste un limite massimo di 550 euro, per chi ha una invalidità superiore al 74% come indicato all’interno della tabella Inps.

Bonus tiroide: Soglie di invalidità e diritti

Vengono considerati invalidi civili tutti i cittadini che sono affetti da minorazioni congenite o acquisite, anche se sono a carattere progressivo.

Avranno nell’immediato una riduzione a vita della capacità lavorativa di almeno un terzo.

Per ogni percentuale di invalidità, qualunque patologia essa sia, che corrisponda ai benefici.

L’invalidità inizia dal 34% e qui sotto troverete le soglie:

  • Con una percentuale del 34%: diritto ad ausili e protesi previsti dal nomenclatore nazionale. La concessione per quanto riguarda gli ausili e protesi è subordinata alla diagnosi indicata nella certificazione di invalidità;
  • Con una percentuale del 46%: diritto al collocamento mirato;
  • Con una percentuale del 51%: dritto al congedo straordinario per cure, se previsto dal CCNL;
  • Con una percentuale del 67%: diritto all’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria (esclusa la quota fissa). Con anche una Tessera regionale di libera circolazione, e con tariffa agevolata, con limite ISEE pari o inferiore a 16mila euro;
  • Con una percentuale del 75%: diritto all’assegno mensile di assistenza, concesso alle persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni prive di impiego, nel rispetto dei limiti di reddito per usufruirne. Non sarà purtroppo compatibile con altri redditi pensionistici. Per coloro che superano i 65 anni d’età sarà previsto l’assegno sociale dell’Inps;
  • Con una percentuale del 100%: diritto alla fornitura gratuita ausili e protesi previsti dal nomenclatore nazionale. Collocamento obbligatorio se presente capacità lavorativa residua. Esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria (esclusa la quota fissa). Tessera di libera circolazione gratuita. Viene prevista inoltre la Pensione di inabilità per le persone di età compresa tra 18 e 65 anni, nei rispetti dei limiti reddituali;
  • Con una percentuale del 100%: + indennità di accompagnamento: si intende la persona incapace di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore o con necessità di assistenza continua, non essendo in grado di compiere autonomamente le azioni quotidiane. Si avrà diritto all’indennità di accompagnamento, indipendentemente dall’età e dai redditi posseduti, che viene sospeso durante i periodi di ricovero gratuito in istituto. Per coloro che superano i 65 anni viene l’assegno sociale dell’Inps.
Da leggere:  Bonus 600 euro domanda respinta? Ecco cosa devi fare!

Quali patologie della tiroide rientrano nell’indennità

Le patologie della tiroide che vengono prese in considerazione dalla Commissione sanitaria che effettuerà la valutazione sono:

Le malattie riguardanti la tiroide verranno prese in considerazione dalla Commissione Sanitaria che provvederà con la valutazione sono:

  • Carcinomi tiroidei;
  • Gozzo;
  • Ipotiroidismo;
  • Ipertiroidismo.

Come si presenta la domanda per l’assegno Inps del Bonus Tiroide?

La richiesta per poter ottenere l’accertamento dell’invalidità bisogna presentarla all’Azienda Sanitaria Locale, domandando al medico di base di poter compilare il certificato introduttivo (a pagamento) all’interno del sito dell’Inps.

Il medico dovrà indicare le patologie al completo che potrebbero essere valutate per poter ottenere l’invalidità.

La ricevuta cartacea verrà rilasciata in maniera telematica, dal medico, e viene fornita anche un copia del certificato medico originale, valido per 90 giorni.

Dopodiché si può procedere con la richiesta , online su inps.it o anche tramite un patronato, dove verrà indicata la prima data disponibile per la visita presso la Commissione ASL.

In seguito alla visita, la Commissione manderà nella vostra abitazione oppure attraverso email Pec il verbale di visita in due copie:

  • La prima con tutti i tuoi dati sanitari, anche quelli sensibili;
  • La seconda con il solo giudizio finale con il grado di invalidità in percentuale.

Malati di tiroide e legge 104?

Nella richiesta per quanto riguarda l’invalidità sarà possibile fare domanda anche che la Commissione possa valutare che si abbia diritto alla legge 104.

Da leggere:  Decreto Sostegno 2021: quando arriva?

Nel casi in cui foste lavoratori dipendenti, spettano riposi orari giornalieri di 1 ora o 2 ore a seconda dell’orario di lavoro.

O anche di 3 giorni di permesso mensile che si possono dividere in ore.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.