EconomiaBonus

Più soldi in busta paga dal 2021: ecco per chi

All’interno della busta paga dal 2021 troveremo numerose novità riguardo anche lavoratori che potranno guadagnare molto di più!

Questa misura inserita all’interno della manovra 2021 riguarda il taglio del cuneo fiscale, che ha come obiettivo quello di premiare  determinate categorie di lavoratori con più soldi in busta paga.

Ecco per quali categorie e di quanto sarà l’aumento.

Più soldi in busta paga dal 2021: in base alle fasce di reddito

All’interno del taglio cuneo fiscale verrà compresa, anche la fascia di reddito tra i 28 mila euro e i 40 mila euro.

Viene stimato una somma compresa tra l’1 e il 4,7 per cento annuo.

In aggiunta, l’aumento nella busta paga varierà in base dal contratto di lavoro (CCNL) e dall’inquadramento.

Non è nuova questa misura, in quanto era già presente allo studio l’estate scorsa con l’obiettivo di sostituire il bonus Renzi di 80 euro con il bonus lavoro di 100 euro.

Ciò per quanto riguarda i redditi fino a 28 mila euro.

A partire dal 1° luglio 2020 un bonus molto simile è stato riconosciuto per i lavoratori, che si sono visti un somma accreditata di 100 euro in busta paga.

Da leggere:  Bonus baby sitter 1.000 euro: bis nel nuovo Decreto Ristori, ecco chi potrà richiederlo

Un aumento fino a 1.100 euro all’anno:

Il taglio del nucleo fiscale ha come compito quello di investire anche i lavoratori che appartengono ad una fascia di reddito tra i 28mila e i 40mila euro.

Per fare un esempio, un impiegato del settore privato industria che è in grado di percepire un reddito annuo lordo di 34mila euro, otterrà più soldi in busta paga nel 2021, per un valore stimato di 1.100 euro.

Rapportando questo valore mensilmente l’aumento all’incirca è di 92 euro al mese.

Di conseguenza, saranno in grado di ricevere più soldi in busta paga dal 2021, a condizione che l’imposta lorda superiori le detrazioni di lavoro, i seguenti lavoratori:

  • Dipendenti o assimilati;
  • Collaboratori con contratto co.co.co;
  • Soci di cooperative;
  • Sacerdoti;
  • Borse di studio o addestramento professionale;
  • Partita IVA;
  • I titolari di pensione complementare.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.