Guida ai vistiDocumenti e moduli

Documenti per visto in Italia a seconda della finalità di viaggio

Chi intendente richiedere un visto per l’Italia deve presentare i Documenti per visto in Italia a seconda della finalità di viaggio. Vediamo insieme quali sono!

Documenti per visto in Italia a seconda della finalità di viaggio: Viaggio di affari

I documenti da allegare alla domanda di visto sono:

  • L’invito da parte di un’impresa o di un’autorità a incontri, conferenze o manifestazioni di carattere commerciale, industriale o di servizio;
  • Altre pezze d’appoggio dalle quali risulti che si tratta di rapporti d’affari o di servizio;
  • Biglietti d’ingresso per fiere e congressi, se del caso;
  • Documenti che attestino le attività dell’impresa;
  • Documenti che attestino lo status del richiedente nell’impresa.

Documenti per visto in Italia a seconda della finalità di viaggio: Visto per studio

Visto di studio (cittadini non-Ue non residenti in Italia) Soltanto il visto di ingresso in Italia emesso per motivi di studio è valido per l’iscrizione a corsi di studio presso le istituzioni italiane di istruzione superiore (IS). Non si accetta nessun altro tipo di visto.

Da leggere:  La firma digitale (Cos’è e come funziona?) | Stranieri d'Italia

I documenti da allegare alla richiesta sono:

  • Il certificato d’iscrizione a un istituto di insegnamento al fine della partecipazione a seminari teorici o pratici di formazione e di perfezionamento;
  • Il tesserino dello studente o il certificato attestante i corsi da frequentare.

Documenti per visto in Italia a seconda della finalità di viaggio: Visto per turismo

Visto per turismo Il visto per turismo consente l’ingresso, per breve durata, in Italia e negli altri Paesi dello spazio Schengen al cittadino straniero che intenda viaggiare per motivi turistici.

I documenti da allegare alla richiesta sono:

  • Un invito del soggetto ospitante, se del caso;
  • Un documento fornito dalla struttura che fornisce alloggio o qualsiasi altro documento appropriato che indichi l’alloggio previsto;
  • Conferma della prenotazione per un viaggio organizzato o qualsiasi altro documento appropriato che indichi il programma di viaggio previsto;
  • In caso di transito: visto o altra autorizzazione di ingresso nel paese terzo di destinazione; biglietti per il proseguimento del viaggio .

Documenti per visto in Italia a seconda della finalità di viaggio: Visto per cure mediche

Il visto per cure mediche consente l’ingresso, al fine di un soggiorno di breve o lunga durata, ma sempre a tempo determinato, allo straniero che abbia necessità di sottoporsi a trattamenti medici presso Istituzioni sanitarie italiane, pubbliche o private accreditate.

Alla richiesta devono essere allegati i seguenti documenti:

  • un documento ufficiale dell’istituto di cura attestante la necessità di cure mediche presso quell’istituto e la prova della sufficienza dei mezzi finanziari per pagare il costo delle cure mediche.
Da leggere:  Pratica cittadinanza italiana: Tutto ciò che devi sapere

Altre tipologie dei visti d’ingresso che possono essere rilasciati:

Il Decreto interministeriale in materia di visti d’ingresso, n. 850, dell’ 11 maggio 2011 (entrato in vigore il 2 dicembre 2011, e sostituendo integralmente il Decreto Ministeriale 12 luglio 2000, Definizione delle tipologie dei visti d’ingresso e dei requisiti per il loro ottenimento), nell’Allegato A, elenca e delinea l’ambito applicativo delle motivazioni di visto, rilasciate dalle Rappresentanze diplomatico-consolari italiane, presenti in ciascuno Stato estero:

  • Visto per adozione;
  • Visto diplomatico;
  • Visto per gara sportiva;
  • Visto per investitori;
  • Visto per invito;
  • Visto per lavoro autonomo;
  • Visto per lavoro autonomo per costituzione di start up innovative;
  • Visto per lavoro subordinato;
  • Visto per lavoro subordinato di tipo stagionale;
  • Visto per missione;
  • Visto per motivi familiari (sono stati ricondotti a tale unica motivazione, i visti precedentemente rilasciati per familiare al seguito e per ricongiungimento familiare);
  • Visto per motivi religiosi;
  • Visto per reingresso;
  • Visto per residenza elettiva;
  • Visto per ricerca;
  • Visto per studio;
  • Visto per transito (è stata prevista la concessione di tale visto, quale ulteriore fattispecie riconducibile al tipo C, che è subordinata alla sussistenza dei requisiti minimi richiesti per il rilascio del visto per turismo e in presenza di analoghe condizioni);
  • Visto per vacanze-lavoro;
  • Visto per volontariato.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Da leggere:  Visto all'arrivo: Cosa vuol dire? e quali sono i paesi che lo rilasciano?

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.