BonusAttaulità e NewsCoronavirus (COVID-19) News

Bonus 600 euro in arrivo sui conti dei lavoratori autonomi e partita Iva!

Il bonus di 600 euro è un’indennità riconosciuta ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti titolari di partita Iva, colpiti nelle loro attività dal coronavirus. Tale bonus è stato inserito nel decreto di marzo.

Fino a settimana scorsa, però, i 600 euro promessi dal governo per sostenere tali lavoratori che hanno dovuto rinunciare allo stipendio, restavano ancora un miraggio per molti.

Sono tantissime le richieste inviate, infatti il portale dell’INPS è andato ko e dopo la denuncia di attacchi hacker ai danni dell’INPS, il bonus di 600 euro per lavoratori autonomi e partita Iva, sta iniziando a fluire verso i conti correnti di coloro che sono riusciti a farne richiesta.

Da leggerePensione minima a 780 euro per tutti! | Stranieri d’Italia

Pagamento del bonus 600: quando inizia

La ministra del lavoro, Nunzia Catalfo, ha fatto sapere che oggi – 15 aprile – prenderà il via il pagamento del bonus 600 euro per oltre 1,8 milioni di lavoratori.

Notizia confermata a Porta a Porta dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri “Sono in corso i pagamenti e già domani mattina quasi due milioni di autonomi troveranno nel loro conto corrente i 600 euro ed entro venerdì tutti i pagamenti saranno ultimati”.

Inoltre, la ministra del lavoro riporta in una nota: “E’ un segnale importante e concreto che diamo a chi oggi, a causa dell’emergenza coronavirus, sta vivendo un momento di difficoltà. Circa il 50% di coloro che hanno presentato la domanda riceveranno l’indennizzo sul proprio conto corrente nella giornata di mercoledì 15 ed entro la fine della settimana si chiuderanno tutte le restanti pratiche. Sono orgogliosa di quanto abbiamo fatto insieme a inps, al mef e alla banca d’italia per il pagamento in tempi rapidi. Oggi più che mai, il governo è vicino ai cittadini”.

Da leggere:  Reddito di emergenza 2021 prorogato! Quando presentare la domanda?

Anche il portale dell’INPS informa di aver avviato le procedure di pagamento del bonus di 600 euro.

Ecco i primi accrediti dall’INPS

Da leggereCoronavirus: Buoni spesa finalmente disponibili nei comuni!

Ecco i primi accrediti dall’INPS:

Arrivano i primi 600 euro sui conti e correnti dei lavoratori autonomi. 

Luca – iscritto alla gestione speciale commercianti dell’Ago e con l’attività di pasticceria bloccata dal Covid 19 – manda la foto del suo conto corrente: il bonifico è arrivato.

Anche a Francesco, altro trentenne che aveva fatto domanda nei giorni scorsi. Nessun sms o mail di avviso, come aveva detto l’Istituto, ma quel che conta è l’accredito dei soldi veri e propri.

Un paio di esiti “positivi” sugli otto che avevano provato a inoltrare domanda: non ancora una percentuale esaltante, ma comunque un buon inizio.

Prestiti per le piccole imprese:

Invece, per quanto riguardo le piccole imprese, Roberto Gualtieri ha riportato una notizia che interessa queste.

Infatti, il Governo ha ottenuto l’autorizzazione da parte della Commissione europea per quanto riguarda i prestiti garantiti al 100% fino a 25mila euro. 

Ha detto il ministro dell’economia: “Questo nuovo strumento è operativo ed è possibile mandare online la richiesta di questo prestito garantito”. I prestiti saranno erogati a partire da lunedì, ha garantito il ministro. 

E sulle regole ha aggiunto: “Dal punto di vista di quello che fa lo Stato con il Fondo di garanzia che emette la garanzia al 100% – ha spiegato – la procedura è stata semplificata al massimo perché è stata anche eliminata la valutazione.

Da leggere:  Sanatoria colf e badanti: Hanno fatto il pieno!

Naturalmente c’è il tempo materiale per la banca per istruire la pratica ed erogare il prestito, ma noi ci siamo messi nelle condizioni di semplificare al massimo questo strumento”.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.