PensioneAttaulità e News

Aumento pensioni sociali per chi ha 60 anni: Gli importi!

Ottime notizie per coloro che hanno compiuto i 60 anni di età e sono anche i pensione.

Potranno ottenere l’aumento pensioni sociali.

Vediamo insieme di cosa si tratta!

Cos’è l’Aumento delle Pensioni Sociali?

Si tratta di quelle forme particolari di aumento delle pensioni, che sono destinate esclusivamente per le persone economicamente svantaggiate.

Determinati pensionati che soni titolari di prestazioni a carico dell’Ago oppure che abbiano determinate forme esclusive e sostitutive della stessa e per i lavoratori autonomi che sono iscritti alle gestioni sociali hanno diritto ad un aumento.

Però non dovranno superare determinate soglie di reddito determinate ogni anno.

Questo incremento della pensione, spetterà anche alle persone che percepiscono assegno sociale e coloro che sono titolari di un’indennità per invalidità civile.

Da leggere: In aumento la pensione di invalidità: si può avere con il RDC?

Aumento Pensioni sociali: ecco quando arriva!

L’aumento delle pensioni sociali, vedranno un inizio al compimento dei 60 anni.

Invece un secondo aumento avverrà una volta compiuti i 65 anni, invece un terzo arriverà se si superano i 70 anni.

A differenza di quanto accade ogni anno, quando la pensione viene rivalutata a causa dell’inflazione, il valore delle maggiorazioni sociali è fisso.

Da leggere:  Cassa Integrazione veloce 2021: di cosa si tratta?

A contrario di quanto succede ogni giorno, nel momento in cui la pensione viene rivalutata per cola dell’inflazione, la somma delle maggiorazioni rimane fissa.

Però molto importane dire che si è esenti dall’Irpef.

Basato a quanto stabilito dalla legge, il primo aumento, spetta al compimento dei 60 anni d’età

In questa situazione la pensione aumenta di soli 25,83 euro.

L’aumento pensioni sociali di applica per 13 mesi e se ne ha diritto anche nel caso si percepisca l’integrazione al trattamento minimo.

Saranno in grado dell’aumento pensioni sociali, nel 2020, le persone che abbiano come:

  • Reddito individuale: 7.031,70 euro;
  • Reddito coniugale: 12.958,79 euro.

Invece coloro che hanno compiuto 65 anni la cifra è diversa.

In questa situazione l’assegno aumenta di 82,64 euro, e i limiti riguardanti il reddito sono superiori:

  • Reddito individuale: 7.770,23 euro;
  • Reddito coniugale: 13.697,32 euro.

Invece se il soggetto ha compiuto i 70 anno, la maggiorazione mensile cambia a seconda del fatto che il pensionato ha diritto a percepire la quattordicesima o meno.

Se non la percepiscono la somma sarà equivalente a 136,44 euro al mese.

Invece sarà di 124,44 euro per le persone che ne hanno diritto.

I limiti di reddito sono invece:

  • Reddito individuale: 10.043,87 euro;
  • Reddito coniugale: 20.087,73 euro.

Da leggere: Andare in pensione a 62 anni: ecco cosa propone il governo!

Da leggere:  Tredicesima pensioni più alta: per chi?

Pensioni e maggiorazione sociale: alcuni chiarimenti!

Importante non dimenticare che l’aumento pensioni sociali vengano emanate affinché non comporti il superamento della soglia di reddito che permetta di proseguire ad ottenere la maggiorazione.

Ciò significa che, l’importo sarà ridotto nel caso in cui, l’emanazione nella sua interezza, possa portare al superamento dei limiti di reddito. L’importo sarà diminuito in modo parziale.

La diminuzione sarebbe ottenuta calcolando la differenza tra l’ammontare del limite di reddito, e il reddito ottenuto dal richiedente suddiviso per 13 mesi.

Bisogna poi fare attenzione ad un altro punto. L’aumento pensioni sociali non sarà riconosciuto in maniera automatica.

Dovrà essere titolare della pensione stessa e fare la richiesta.

Questa potrebbe essere inoltrata da una qualsiasi sede dell’inps, ma anche attraverso un supporto di un patronato.

Da leggere: Pagamento in anticipo delle pensioni Inps: a settembre cambia tutto!

Aumento Pensioni e conguaglio Irpef: tutto a settembre?

Grazie all’assegno del mese di settembre, arriverà il conguaglio Irpef derivato dal 730.

I pensionati dovranno ricevere la pensione più elevata, però bisogna aver trasmesso la dichiarazione dei redditi in tempo.

Determinati pensionati saranno in grado di ricevere il conguaglio anticipatamente. Ciò in quanto hanno presentato il Modello 730 anticipatamente.

Da leggere: Rimborso 730/2020 IRPEF pensionati: Come fare la domanda

Da leggere:  Pagamento dicembre Bonus bebè: ecco le date per il 2020?

Prviamo a vedere nel dettaglio quando è previsto l’arrivo del conguaglio Irpef:

  • Dichiarazione dei redditi presentata entro il 31 maggio: il conguaglio arriva con il cedolino di agosto;
  • Dichiarazione dei redditi presentata tra il primo ed il 20 giugno: il conguaglio arriva con il cedolino di agosto o settembre;
  • Dichiarazione dei redditi presentata tra il 21 giugno ed il 15 luglio: il conguaglio arriva con il cedolino di settembre;
  • Dichiarazione dei redditi presentata tra il 16 luglio ed il 30 settembre: il conguaglio arriva con il cedolino di ottobre o con quello di novembre.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.