Studiare in Italia

Portare in Italia il fratello quattordicenne per studi: Ecco come fare!

Portare il fratello in Italia per studi

E’ possibile Portare in Italia il fratello quattordicenne per studi? Che cosa prevede la legge italiana in materia? In questo breve articolo cerchiamo di rispondere insieme ai seguenti quesiti.

Portare in Italia il fratello quattordicenne per studi:

Come ben sappiamo, da un pò di anni è possibile ricongiungersi in Italia solo con i seguenti parenti:

  • Coniuge;
  • Figli;
  • Genitori se non hanno altri figli nel paese di origine che possono provvedere a loro

Di conseguenza, il ricongiungimento con i fratelli non è consentito. Tuttavia si può provare a chiedere un visto per studio, ma trattandosi di un minorenne ottenerlo sarà molto difficile.

In alternativa si può far arrivare il bambino in Italia con un visto turistico. Gli stranieri conviventi con parenti entro il quarto grado di nazionalità italiana non possono essere espulsi, ed hanno diritto al rilascio di un permesso di soggiorno per motivi familiari.

Coesione familiare fratello: 

Il cittadino italiano il cui fratello si trova in Italia senza un regolare permesso di soggiorno può richiedere la cosiddetta coesione familiare per fratello.

Da leggere:  Viaggiare con la ricevuta del permesso di soggiorno

La legge italiana stabilisce che gli irregolari hanno la possibilità di chiedere questo permesso solo se entrati in Italia in modo regolare (es. con un visto) e divenuti irregolari da meno di 12 mesi (ovvero entro un anno dalla scadenza dell’ultimo titolo di soggiorno valido).

La coesione familiare è definibile come “un ricongiungimento familiare effettuato direttamente in Italia” che non presuppone, quindi, la preventiva richiesta di nulla osta allo Sportello Unico Immigrazione della Prefettura competente ed il successivo rilascio di un visto d’ingresso per famiglia.

Il fratello irregolare deve necessariamente convivere con lo straniero divenuto cittadino italiano. Nel caso non ci sia la possibilità di inserirlo nella residenza si può richiedere al comune la dichiarazione di ospitalità.

Potete scaricare il modulo dichiarazione di ospitalità  Clicca qui.

Documenti per coesione familiare fratello:

I documenti per coesione familiare fratello sono:

  • N. 4 foto formato fototessera;
  • N. 1 marca da bollo di € 16  versamento di € 30,46 su c/c 67422402 per rilascio PdS;
  • Passaporto del richiedente (pagine con dati anagrafici, scadenza e visto);
  • Documento d’identità del parente italiano;
  • Autocertificazione stato di famiglia;
  • REDDITO − dichiarazione del familiare italiano che provvede al mantenimento − Ultimo CUD/UNICO/730 del parente italiano che provvede al mantenimento;
  • ALLOGGIO − fotocopia contratto d’affitto/proprietà/comodato d’uso − fotocopia idoneità dell’alloggio attestazione dell’Uff. Tecnico comunale;
  • Estratto di nascita fratello italiano in autocertificazione oppure tradotto e legalizzato dalla Rappresentanza italiana nel paese d’origine/Apostille se proveniente dall’estero;
  • Estratto di nascita richiedente con paternità e maternità, tradotto e legalizzato dalla Rappresentanza Italiana nel paese d’origine oppure in Apostille.
Da leggere:  Rinnovo permesso di soggiorno per motivi di studio

La richiesta di coesione deve essere fatta direttamente in questura e non attraverso il kit del permesso di soggiorno.

Durata permesso di soggiorno per coesione familiare fratello:

Il permesso di soggiorno per coesione familiare rilasciato al fratello di cittadino ha una durata pari a 1 anno.

Una volta ottenuto il permesso di soggiorno, il clandestino ottiene il permesso di soggiorno, diventa un immigrato regolare e acquisisce il diritto:

  • All’assistenza sanitaria italiana;
  • A essere assunto presso un datore di lavoro.

Ritiro permesso di soggiorno per coesione familiare fratello:

Una volta effettuata la richiesta vi viene rilasciata la ricevuta del permesso di soggiorno. Con la ricevuta il cittadino straniero può fare tutte le attività che si possono fare con il permesso di soggiorno in corso di validità. Quindi sostanzialmente, il cittadino può:

  • Può firmare un contratto di affitto o di lavoro;
  • Richiedere la residenza;
  • Farsi curare;
  • Iscriversi all’università o ad altri corsi di formazione.

Potete consultare lo stato del vostro permesso di soggiorno => QUI

Per ritirare il permesso di soggiorno per coesione familiare fratello pronto è necessario presentare:

  • La ricevuta della questura;
  • In alternativa la ricevuta dell’ufficio postale;
  • Il passaporto;
  • Il precedente permesso di soggiorno.

I nostri visitatori hanno letto anche: 

Da leggere:  La coesione familiare: cos'è, come funziona e come chiederlo?

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.