Pensione

Pensioni di invalidità 2020: ecco i nuovi importi e i requisiti

Pensioni di invalidità 2020 – In seguito alla conversione in Legge del Decreto rilancio, è diventato concreto l’aumento della somma corrisposta per le persone che sono titolari dell’invalidità 100%.

Vediamo insieme quali sono i requisiti e quando si sarà in grado di beneficiare della somma di maggiorazione attribuita.

Pensioni di invalidità 2020: quando parte l’aumento?

Con il DL “Agosto”, entrato in vigore il 15 agosto scorso, le pensioni per gli invalidi civili sono più alte.

Questo in seguito alla  sentenza della Corte Costituzionale numero 152/2020.

A causa delle modifiche subite, a partire dal 20 luglio 2020 gli invalidi civili al 100% potranno ottenere un aumento.

Ciò per quanto riguarda i trattamenti assistenziali che vanno fino alla somma di 651,51 euro, e per la durata di 13 mesi.

Per poter usufruire dell’aumento bisogna avere:

  • Un reddito personale annuo non superiore a 8.469 euro se non coniugati;
  • Un reddito non superiore a 14.477 euro se coniugati.

Ovviamente per poter ottenere i redditi, concorrono i requisiti di ogni natura eccetto:

  • L’abitazione;
  • Eventuali pensioni di guerra;
  • Indennità di accompagnamento;
  • Importo aggiuntivo.

Non c’è la presenza si effetti retroattivi a periodi temporali anteriori a partire dal 20 luglio 2020.

Per poter affrontare l’emendamento, il governo ha deciso di stanziare ben 46 milioni di euro per quest’anno.

Da leggere:  Pensione di vecchiaia anticipata per titolare assegno ordinario di invalidità

Ed inoltre gli emolumenti saranno devoluti partendo dal mese di agosto anche se si necessiterà attendere che l’Inps sia in grado di aggiornare i vari sistemi.

Però dovrà anche provvedere ad emanare la circolare attuativa più adeguata.

Incremento al milione: Ecco a chi?

Non tutte le persone incluse in questa soglia, avranno diritto all’assegno di invalidità, e beneficeranno dell’aumento.

Infatti i giudici confermano i requisiti reddituali occorrenti per beneficiare di questa ulteriore indennità e così sarà.

Proprio per questa ragione saranno in grado di beneficiare dell’incremento al milione tutti i titolari di assegno per inabili, ciechi e sordi assoluti, con un reddito inferiore a:

  • 8.469,63 euro per il pensionato solo;
  • 14.447,42 euro per il pensionato coniugato.

Per le persone che superano questa soglia non verrà effettuato nessun aumento. L’assegno d’invalidità continuerà ad essere di 285 euro.

In tutte e due i casi alla pensione si aggiunge anche l’indennità di accompagnamento da 520,00 euro.

Per le persone che otterranno l’aumento, di conseguenza, l’assegno mensile andrà a superare i 1.000 euro.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.