Attaulità e NewsBonus

Nuovo assegno di accompagnamento INPS 2022: tutte le novità

Di cosa si tratta, a chi spetta e come richiederlo

Anche quest’anno sarà disponibile l’assegno di accompagnamento INSP 2022 per tutti gli invalidi civili aventi una grave disabilità. Questo bonus è fondamentale per assistere famiglie in difficoltà. Scopriamo quindi come ottenerlo.

Che cos’è l’assegno di accompagnamento INPS 2022

L’indennità di accompagnamento è un’indennizzo a cui hanno diritto gli invalidi civili con disabilità grave, residenti in Italia, che hanno impossibilità di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore o l’impossibilità di compiere tutte le azioni della vita quotidiana e quindi necessitano di assistenza continua.

L’indennità di accompagnamento è una prestazione di assistenza non reversibile.

Assegno di accompagnamento INPS 2022: chi può ottenerlo?

La particolarità di questa prestazione è che non c’è il reddito prodotto attraverso l’indicatore ISEE, quindi il valore riconosciuto a fronte del rilascio dell’assegno di accompagnamento non è condizionato dal reddito familiare e neanche dal requisito anagrafico.

L’avente diritto deve essere non autosufficiente, invalido al 100% o rientri nella categoria degli invalidi mutilati e ciechi assoluti.

Da leggere:  Buone notizie per chi paga il bollo auto in ritardo

La ridotta capacità lavorativa e l’assenza dell’autonomia nello svolgere le azioni della vita quotidiana, sono i requisiti principali per il rilascio dell’assegno di accompagnamento INPS 2022. Non è sufficiente quindi beneficiare della legge 104.

Riassumendo, per ottenere il bonus bisogna:

  • essere in presenza del riconoscimento dell’invalidità civile in forma permanente nella misura del 100%;
  • oppure essere non autosufficiente e nella condizione di essere impossibilitato a deambulare senza il supporto costante di un accompagnatore.

Chi ne è escluso?

Sono esclusi dal diritto all’indennità di accompagnamento gli invalidi che siano ricoverati gratuitamente in istituti di degenza o per i fini riabilitativi, o negli ospedali.

Limiti e altre condizioni dell’assegno di accompagnamento INPS 2022

Non c’è un limite anagrafico per l’accesso alla prestazione economica, ma è necessario essere cittadino italiano o, ancora, cittadino di altro Paese UE, se regolarmente residente su suolo nazionale.

L’indennità di accompagno viene rilasciata anche alle persone extracomunitari con residenza stabile e continuativa, oltre alla presenza del permesso di soggiorno.

Questa prestazione assistenziale non ha natura reversibile. Si tratta di un aiuto economico speciale a favore del familiare o di colui che si occupa dell’assistenza permanente e continua della persona invalida non autosufficiente.

Ecco perché il valore di questo assegno di accompagnamento INPS 2022 varia in base a diversi elementi.

Da leggere:  Superbonus 110% cosa cambia? Modifiche più semplici!

Nuovo assegno di accompagnamento INPS 2022: qual è il suo valore

L’assegno di accompagnamento non è legato al reddito e quindi l’importo non aumenta o diminuisce sulla base del reddito prodotto dall’indicatore ISEE.

Il supporto economico extra non è legato alla presenza del reddito familiare, né al reddito personale della persona affetta da grave disabilità.

Per il nuovo assegno di accompagnamento INPS 2022 si è fissato come importo un valore pari a 525,17 euro. Questo particolare sostegno economico ha subito l’adeguamento all’indice ISTAT sulla speranza di vita degli italiani. La corresponsione dell’indennità economica avviene per 12 mesi, non è prevista la tredicesima.

L’INPS nell’erogare l’assegno di accompagno per le persone cieche assolute ha previsto un valore molto più alto corrispondente all’importo di 954,30 euro mensili.

Vi consigliamo questo video per saperne di più:

https://www.youtube.com/watch?v=LBQCr9JeulI

Compatibilità dell’assegno di accompagnamento INPS 2022

L’assegno di accompagno NON è compatibile con:

  • altre indennità rilasciate dall’INPS per favorire la cura e l’assistenza continuativa della persona disabile non autosufficiente;
  • l’invalidità di lavoro e di servizio;
  • l’invalidità di guerra.

Mentre E’ compatibile con:

  •  la pensione d’inabilità;
  • con un trattamento economico previdenziale anticipato;
  • la pensione di vecchiaia;
  • il riconoscimento dell’assegno per gli invalidi parziali.

Quando va fatta la domanda?

L’assegno di accompagnamento INPS 2022 è subordinato al rinnovo annuale per la verifica dei requisiti. La richiesta va inoltrata entro la data del 31 marzo di ogni anno. Per questo è prevista anche una diminuzione dell’importo spettante, se subentra un periodo di ricovero presso una struttura ospedaliera.

Da leggere:  Bonus Covid 1000 euro per braccianti: Come funziona?

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.