Attaulità e NewsEconomia

Novità bollo auto 2021: chi paga?

Novità bollo auto 2021, Nel 2021 gli automobilisti potranno recuperare una parte della somma che hanno speso per pagare il bollo auto 2021.

Cosa cambia per le multe, revisioni ed ecotassa e cosa bisogna fare? Vediamo insieme!

Novità bollo auto 2021: Bollo auto 2021

Novità bollo auto 2021

La somma da dover pagare per il bollo auto nel 2021 potrebbe costare molto meno rispetto alla norma.

O anzi si potrà recuperare un parte della somma che si ha versato.

Ciò in quanto perché anche le spese per il bollo auto 2021, sono incluse di quelle che danno diritto al cashback.

Ovvero nel poter recuperare il 10% dei pagamenti effettuati con metodi elettronici e tracciabili.

Novità bollo auto 2021:

Anche la somma delle multe subirà ribassi dal 1° gennaio 2021, a causa dell’inflazione.

Per le sanzioni che vanno oltre i 250 euro ci sarà uno del 0,2%.

Ovviamente, la variazione, interessa solamente la parte amministrativa, non quella penale.

Novità bollo auto 2021: Ecotassa auto

Come già sapete la legge di Bilancio 2021, ha rifinanziato il fondo per gli ecobonus auto 2021 per comprare auto che inquinano di meno.

Da leggere:  Nel 2021 ci sarà il reddito di emergenza?

L’ecotassa per i veicoli  invece più inquinanti si inasprisce. Di fatto passa da 161 a 191 g/km di CO2 il limite oltre il quale scatta l’ecotassa sui veicoli.

Ampliati gli scaglioni più bassi. Gli importi restano compresi tra 1.500 e 2.500 euro.

Bollo auto sospeso, nuove scadenze di pagamento!

Nella gran parte dei casi la scadenza per mettersi in regola con il bollo auto ha avuto una scadenza il 30 giugno 2020, però, non è detto che sia valida per tutte le regioni.

Per fare un esempio, nelle Regione delle Marche la nuova data era il 31 luglio 2020. Oltre a ciò, in numerose Regioni si è deciso di sospendere i pagamenti dei tributi locali, come le tasse sulle concessioni.

Di conseguenza in sintesi, il pagamento del bollo auto è stato solamente sospeso.

Bisogna ricordare, che grazie al decreto fiscale, che è entrato in vigore il 25 dicembre 2019, le sanzioni per il pagamento in ritardo del bollo auto sono scese dal 30% al 5%.

Ecco in estrema sintesi le sanzioni:

  • Pagamento entro i 15 giorni dalla scadenza: 0,1% al giorno;
  • Pagamento tra i 16 ed i 30 giorni dalla scadenza: 1,50% al giorno;
  • Pagamento tra i 31 ed i 90 giorni dalla scadenza: 1,67% al giorno;
  • Pagamento tra i 91 ed i 365 giorni dalla scadenza: 3,75% al giorno;
  • Pagamento tra il primo ed il secondo anno dalla scadenza: +4,286% al giorno;
  • Pagamento dopo i due anni dalla scadenza: +5%.
Da leggere:  Pagamento tredicesima busta paga e pensioni: ecco le differenze e come calcolarla

Bollo auto novità 2021: Sconto del 15%, Chi può averlo?

Come sottolineato precedentemente il rimborso per il bollo auto viene previsto solamente per i taxi, NCC e autobus turistici, per cui la tassa dovrà essere regolarmente versata da tutti gli altri.

Bisogna però sottolineare che rispetto ad altre Regioni d’Italia, la regione Lombardia offre a tutti i residenti la possibilità di poter beneficiare di uno sconto che equivale a quasi due mesi di bollo gratis.

Coloro che addebitano il pagamento della tassa automobilistica sul proprio conto corrente potranno ottenere uno sconto del 15%, in aumento peraltro rispetto al 10% riconosciuto per l’anno 2019.

Novità bollo auto 2021: come e quando pagare l’esenzione

Per determinate categorie però viene prevista l’esenzione del pagamento del bollo auto 2021 sia a livello nazionale ma anche a quello regionale.

Non dovranno effettuare il pagamento dell’imposta i proprietari di vetture elettriche, nei primi cinque anni dalla prima immatricolazione, e di quelle ibride.

Le specifiche variano da regione a regione:

  • Provincia di Bolzano e Lazio: nessun pagamento per i primi tre anni;
  • Provincia di Trento: nessun pagamento per i primi cinque anni;
  • Lombardia: pagamento dimezzato per i primi tre anni (solo per la tecnologia plug-in hybrid);
  • Veneto: nessun pagamento per auto immatricolate dal 2014;
  • Liguria: nessun pagamento per auto immatricolate dal 2016 e per i primi quattro anni;
  • Emilia-Romagna: nessun pagamento per auto immatricolate dal 2016;
  • Marche: nessun pagamento per i primi sei anni;
  • Umbria: nessun pagamento per auto immatricolate dal 2015 al 2017 e per i primi due anni;
  • Puglia: nessun pagamento per auto immatricolate dal 2014 e per i primi cinque anni;
  • Campania: esenzione completa dal pagamento del bollo auto.
Da leggere:  Rimborso 730 e dichiarazione redditi: Chi ne usufruirà a luglio?

Per concludere non dovranno pagare il bollo i veicoli d’epoca (con più di 30 anni) e ai mezzi in carico ad associazioni senza scopo di lucro, come le ambulanze.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.