EconomiaCoronavirus (COVID-19) News

Decreto liquidità: Come avviare la richiesta del prestito banche

Decreto liquidità, Le diverse filiali degli istituti che propongono credito hanno ottenuto in mattinata la circolare dell’Associazione bancaria italiana. Che si occupa anche di chiarire le varie modalità con le quali concedere i finanziamenti coperti da garanzia pubblica. Sempre da parte di Sace e del fondo di garanzia per le Pmi.

Si può presentare subito la richiesta alla banca:

Possiamo rivolgerci subito alla banca per poter avviare le pratiche, sarebbe meglio durante durante il momento di via remota, se non ci sono particolari difficoltà. Oppure un’altra opzione sarebbe quella di telefonare e prendere un appuntamento per andare alla filiale.

La pratica verrà istruita anche se, bisogna ricordare, fino a quando il decreto Liquidità non sarà passato al vaglio della Commissione europea. Anche le istruttorie più veloci, non potranno consentire la concessione del finanziamento.

Da leggere: Nuovo decreto scuola approvato dal Consiglio dei ministri

Serve un decreto ministeriale per le imprese oltre 1,5 miliardi di ricavi:

Per quanto riguarda le garanzie di Sace sui finanziamenti ad aziende con fatturato superiore a 1,5 miliardi. Si è dichiarato: “Il rilascio della copertura è decisa con decreto del ministero dell’Economia, sentito il ministro dello Sviluppo Economico, sulla base dell’istruttoria di Sace”.

Da leggere:  Aumento del Reddito di cittadinanza: Come si richiede?

Ciò significa che le assegnazioni per quanto riguarda le imprese di medio-grande dimensione, dovranno avere da un’ulteriore percorso autorizzativo che richiede maggior tempo.

Invece un’altro aspetto, che emerge anche dal testo di legge, è che un decreto del ministero dell’Economia può disciplinare “ulteriori modalità attuative e operative, ed eventuali elementi e requisiti integrativi”.

Per essere in grado di calcolare il limite massimo garantito (90% fino al fatturato 1,5 miliardi, 80% tra 1,5 e 5 miliardi e 70 per cento sopra 5 miliardi).

E uguale a 25% del fatturato 2019 o al doppio dei costi dell’impresa, “si fa riferimento al valore del fatturato in Italia e ai costi del personale, sostenuto in Italia da parte dell’impresa”.

Tra i limiti che sono obbligatori, a chi può accede alla garanzia il divieto di distribuire i dividendi o riacquistare azioni proprie nel 2020 e la gestione dei livelli occupazionali attraverso accordi sindacali.

Da leggere: Coronavirus, nuovo decreto: misure restrittive estese fino al 13 aprile

Decreto liquidità: Tasso agevolato per chi accede alla garanzia Sace

Invece per il costo del finanziamento, bisogna che sia più basso del tasso invece applicato dalla banca senza la copertura della garanzia. Questo deve essere “documentato e attestato dal rappresentante legale della stessa banca”.

Invece il costo minimo deve essere almeno uguale “al minor costo” tre la condizioni di mercato senza garanzia e “il costo effettivamente applicato all’impresa”.

Da leggere:  Ue riapre frontiere a 15 Paesi: Usa esclusi con Brasile e Russia

Per quanto riguarda le garanzie del fondo per la Piccola e media impresa, alle coperture al 100%, sono ammesse anche le persone fisiche esercenti attività di impresa, arti e professioni danneggiate dal Covid-19 (danno da attestare con autocertificazione) fino a 25% del valore dei ricavi.

Per questa situazione sarà previsto un tasso che deve tenere conto solo dei costi di istruttoria e di gestione dell’operazione finanziaria.

Sarà gratuita la garanzia in riguardo e la banca “potrà assegnare il finanziamento con la sola verifica formale del possesso dei requisiti, senza attendere l’esito dell’istruttoria del gestore del fondo”.

La garanzia potrà inoltre essere in via più generale richiesta anche per finanziamenti già erogati in data successiva al 31 gennaio, e da non oltre tre mesi dalla data di richiesta. In questo caso il tasso di interesse viene ridotto.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

One Comment

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.