Documenti e moduli

Codice fiscale alfanumerico definitivo 2020 per stranieri regolari

Quando gli stranieri possono richiedere il Codice fiscale alfanumerico definitivo 2020? In questa piccola guida vediamo insieme passo per passo quando viene concesso!

Codice fiscale alfanumerico definitivo 2020:

Una volta che lo straniero ha ottenuto il titolo per soggiornare legalmente in Italia, può procedere a richiedere il codice fiscale alfanumerico definitivo.

Può effettuare la richiesta personalmente o tramite una persona delegata presso l’ufficio territoriale dell’Agenzia dell’Entrate.

Leggi anche: Come richiedere il codice fiscale per un neonato?

Cosa serve per richiederlo?

Gli stranieri possono richiedere la tessera sanitaria per loro stessi e per i famigliari a loro carico.

Indipendentemente dal luogo di nascita o residenza devono esibire i seguenti documenti.

Dove bisogna presentare la richiesta?

La richiesta deve essere presentata all’agenzia delle entrate. In particolare, bisogna compilare il (mod. AA4/8 – pdf). 

Una volta compilato e sottoscritto, bisogna allegare la documentazione necessaria. Da qualche anno è possibile effettuare la sottoscrizione del modulo anche con firma digitale.

Qual è la struttura del Codice fiscale alfanumerico definitivo? e come funziona ?

Come abbiamo detto che il codice Fiscale è costituito da 16 caratteri alfanumerici, indicativi dei dati anagrafici della persona fisica, composti nel seguente modo:

  • 3 caratteri alfabetici per il cognome;
  • 3 caratteri alfabetici per il nome;
  • 2 caratteri numerici per l’anno di nascita;
  • 1 carattere alfabetico per il mese di nascita;
  • 2 caratteri numerici per il giorno di nascita ed il sesso;
  • 4 caratteri associati al Comune oppure allo Stato estero di nascita;
  • 1 carattere alfabetico usato come carattere di controllo.

 A cosa serve il codice fiscale alfanumerico definito per stranieri regolari:

Il codice fiscale è necessario per:

  • Iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale;
  • Essere assunti come lavoratori dipendenti;
  • Iniziare attività lavorativa autonoma;
  • Aprire un conto corrente bancario;
  • Effettuare dichiarazione dei redditi;
  • Produrre fatture IVA e ricevute fiscali;
  • Produrre bolle di accompagnamento;
  • Emettere dichiarazioni IVA e Invim;
  • Eseguire atti di vendita, d’acquisto,successione e donazione;
  • Registrare atti, richiedere volture catastali, note di trascrizione e iscrizione nei registri immobiliari;
  • Richiedere volture al pubblico registro automobilistico;
  • emettere bollettini e distinte di versamento dell’esattoria;
  • presentare domande per autorizzazioni, concessioni, licenze, iscrizione a Camera di Commercio e agli albi professionali, carta d’identità.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.