Documenti e moduli

UNILAV: A cosa serve, quando si presenta il Modello unificato lav?

UNILAV – l decreto ministeriale del 30 ottobre del 2007, ha adottato dei modelli specifici per l’invio dei dati al Servizio Informatico C.O.  Uno di questi modelli è il Modello unificato lav (UNILAV).

Vediamo insieme a cosa serve questo documento, quando si presenta e tanto altro!

Cos’è il Modello unificato lav (UNILAV):

Il modello Unilav è un documento telematico che deve essere compilato e inviato al Centro per l’impiego dal datore di lavoro o da un suo consulente accreditato presso il portale web dei servizi per l’impiego del proprio territorio nel momento in cui si verifica uno dei seguenti casi:

  • Instaurazione di rapporto di lavoro;
  • Proroga di rapporto di lavoro;
  • Trasformazione di rapporto di lavoro;
  • Distacco;
  • Trasferimento del lavoratore;
  • Cessazione del rapporto di lavoro.

L’obbligo della comunicazione spetta alle seguenti categorie:

  • Datori di lavoro privati;
  • Enti pubblici economici;
  • Pubbliche amministrazioni;
  • Agenzie di somministrazione.

A cosa serve il il Modello unificato lav (UNILAV):

Il modello Unilav è stato introdotto dal decreto del 2007 insieme ad altri modelli per velocizzare la procedura di comunicazioni tra i datori di lavori e i seguenti enti:

  • Dell’INPS, che si occuperà poi della previdenza e dell’assistenza sociale in favore del lavoratore.
  • Dell’INAIL per l’assicurazione contro infortuni e malattie.
  • Dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, per la vigilanza sulla corretta costituzione dei rapporti di lavoro.

La comunicazione può essere presentata dal datore di lavoro stesso o da uno dei seguenti enti abilitato:

  • Le agenzie per il lavoro e di somministrazione;
  • I consulenti del lavoro;
  • Gli avvocati;
  • I commercialisti;
  • I ragionieri e i periti commerciali;
  • I servizi istituiti dalle associazioni di categoria delle imprese artigiane e delle piccole imprese;
  • Il soggetto che ospita un tirocinante;
  • Il preponente di un contratto di agenzia.

Composizione Modello unificato lav (UNILAV):

Nel dettaglio, il modulo Unificato Lav è composto da otto sezioni, dette “quadri”.

  • Nel primo quadro vengono inseriti i dati del datore di lavoro;
  • Nel secondo quadro i dati del lavoratore;
  • Nel terzo quadro le informazioni dedicate al rapporto di lavoro;
  • Nel quarto quadro si inseriscono le informazioni riguarda la persona che invia il modello.

Per quanto riguarda il rapporto di lavoro bisogna specificare i seguenti dati:

  • La data di inizio;
  • La data di fine rapporto (per tutti i contratti diversi da quelli a tempo indeterminato);
  • La tipologia contrattuale;
  • L’orario di lavoro;
  • Il contratto collettivo applicato;
  • La retribuzione;
  • L’ente previdenziale al quale vengono versati i contributi previdenziali e a cui deve essere trasferita la comunicazione.

Termini di presentazione del Modello unificato LAV (UNILAV):

Le assunzioni devono essere comunicate al Centro per l’Impiego entro le 24.00 del giorno che precede quello di instaurazione del rapporto.

Se la Comunicazione riguarda invece la cessazione o la trasformazione di un rapporto di lavoro va presentata entro i 5 giorni successivi l’evento.

Assunzione dei lavoratori immigrati:

Il datore di lavoro che intende assumere un cittadino extra-comunitario deve lo stesso compilare il modello unificato lav (UNILAV).

La condizione affinchè ciò avvenga è individuata nel possesso di un regolare permesso di soggiorno per motivi di lavoro, familiare o umanitario.

Conservazione del documento:

Il Modello UNILAV, debitamente compilato e firmato deve essere conservato sia dal datore di lavoro sia dal lavoratore immigrato e presentato agli Organi di Vigilanza e Controllo, se richiesto, e in caso di rinnovo del permesso di soggiorno presentato alle Questure.

La Circolare in analisi ha previsto anche che all’interno del modello possa essere indicata la volontà del datore di lavoro di assolvere all’onere di pagamento delle spese di rimpatrio del lavoratore extracomunitario e delle spese per la sistemazione e l’alloggio.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.