Pensione

Pensione Quota 102 Fornero! Con breve durata..

Quota 102 Fornero, La Fornero è tornata nell’occhio del pubblico per parlare del futuro della nostra pensione.

Però in questo momento promuove Quota 102.

Bisogna ricordare che a partire dal 1° gennaio 2021 i dipendenti che volessero accedere alla pensione dovranno lavorare 5 anni in più rispetto a chi avesse maturato i requisiti per uscire prima del giorno del 31 dicembre 2021.

La giornalista Merlino ha sottolineato come le persone siano atterrite dalla presenza di questo scalone.

Ciò costringerà i lavoratori di andare in pensione all’età di 67 anni.

Riforma delle pensioni: sì a Quota 102 Fornero, ma per poco tempo!

La Fornero ritiene che tutto si possa effettuare con la buona volontà, con l’onestà intellettuale e il buon senso.

Ciò che bisognerà evitare è il passaggio brusco.

L’italia non sarebbe in una  fase di emergenza finanziaria, e di conseguenza non ci sarebbero delle esigenze che possano dare l’obbligo di lavorare.

L’anno recente della quota 100, secondo la Fornero, servirebbe per poter preparare una tensione.

Sarà necessario che determinate meccanismi, come l’Ape Sociale, che saranno rivolti a soggetti in difficoltà non siano abbandonati.

Però la Quota 102 sarebbe una buona soluzione per poter sanare questo scaglione? Per aiutare i lavoratori che hanno intenzione di andare in pensione?

Quota 102 Fornero: solo un regalo elettorale!

La Fornero invece, per quanto riguarda Quota 100, l’aveva fortemente criticata.

Durante un dibattito pubblico, aveva spiegato che Quota 100 era solamente un favore a determinate persone.

Sempre sempre secondo il parere della Fornero, sarebbe un inganno, in quanto molto differente dall’annuncio principale .

Chi saranno i pensionati del 2021 con Quota 102 Fornero?

L’anno 2021 sarà un anno memorabile per molte persone, e resterà all’interno della storia dell’Inps.

Saranno in grado di andare in pensione le persone che hanno cominciato il lavoro successivamente il 1° gennaio 1996.

I contributi maturati precedentemente, seguono le regole del regime retributivo, e in un secondo momento valgono le regole del nuovo regime contributivo.

Vengono in teoria maturati requisiti differenti per andare in pensione.

Ovviamente le persone che hanno iniziato il loro periodo lavorativo in seguito il  1° gennaio 1996, e sono inclusi interamente nel regime contributivo, hanno la possibilità di andare in pensione con pochi anni di contributi.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.