Lavorare in ItaliaALTRO!

Certificato malattia: cos’è e come funziona? Guida completa!

Consultazione attestati di malattia, come richiederli, quanto costa

Il certificato malattia INPS telematico (o cartaceo in alcuni casi) è uno dei principali adempimenti richiesti al lavoratore dipendente che deve assentarsi dal lavoro a causa di una malattia o di un evento di infortunio fuori dal lavoro.

Vediamo cos’è e come funziona il certificato malattia telematico.

Lo spiega l’INPS con una guida sulla certificazione telematica e sulle visite mediche di controllo.

L’Istituto risponde così alle domande più frequenti dei dipendenti, sia privati che pubblici, indicando loro i passi da seguire quando, causa malattia, sono impossibilitati a recarsi a lavoro.

Certificato malattia telematico cosa deve fare il lavoratore?

La prima cosa da fare è contattare il proprio medico curante che ha il compito di redigere e trasmettere il certificato in via telematica all’INPS.

Certificato malattia e attestato cartacei (l’attestato indica solo la prognosi, ossia il giorno di inizio e di fine presunta della malattia;

il certificato di malattia indica la prognosi e la diagnosi, ossia la causa della malattia) sono accettati solo quando non sia tecnicamente possibile la trasmissione telematica.

Da leggere:  Whatsapp Business Web: Guida completa

Il lavoratore, ricorda l’Istituto, deve prendere nota del numero di protocollo del certificato e controllare l’esattezza dei dati anagrafici e dell’indirizzo di reperibilità per la visita medica inseriti.

Può inoltre verificare la corretta trasmissione del certificato tramite l’apposito servizio sul sito INPS, inserendo le proprie credenziali (codice fiscale e PIN o SPID per consultare il certificato; codice fiscale e numero di protocollo per consultare l’attestato).

Nel certificato malattia INPS il medico deve inserire (solo se ricorrono) l’indicazione dell’evento traumatico e la segnalazione delle agevolazioni per cui il lavoratore, privato o pubblico, sarà esonerato dall’obbligo del rispetto della reperibilità.

Come avviene la trasmissione del certificato di malattia in via telematica all’INPS?

Certificato malattia INPS

Da qualche anno, i certificati malattia sono consultabili e scaricabili online attraverso il portale web inps.it.

In caso di malattia, infatti, il lavoratore non è più tenuto a consegnare una copia dell’attestato di malattia al datore di lavoro, ma deve semplicemente contattare il proprio medico e comunicare al datore di lavoro la propria assenza e un indirizzo per la sua reperibilità.

Spetta al medico compilare il certificato di malattia telematico per conto del lavoratore che, tramite un apposito sistema, viene inoltrato all’Inps.

L’Istituto, attraverso il suo portale web rende disponibile il protocollo certificato medico, sia ai lavoratori che ai datori di lavoro, e i certificati e gli attestati di malattia pervenuti.

Il datore di lavoro può visionare esclusivamente l’attestato di malattia del lavoratore, un documento che contiene tutti i dati del certificato esclusa la diagnosi.

Da leggere:  Congedo di maternità Inps 2020: Cosa cambia, come fare domanda?

Il lavoratore, invece, ha la possibilità di visionare sia l’attestato che il certificato medico comprensivo di tutti i dati relativi alla malattia

Orari di reperibilità per le visite fiscali durante la malattia:

Le visite mediche di controllo possono essere disposte d’ufficio dall’Istituto o su richiesta dei datori di lavoro per i propri dipendenti.

Le fasce di reperibilità cambiano tra settore privato e pubblico.

  • I lavoratori privati sono tenuti a essere reperibili nelle fasce: 10-12 e 17-19.
  • I lavoratori pubblici, invece, nelle fasce: 9-13 e 15-18.

Se il lavoratore risulta assente alla visita domiciliare viene invitato a recarsi, in una data specifica, presso gli ambulatori della struttura territoriale INPS di competenza.

È comunque tenuto a presentare una giustificazione valida per l’assenza per non incorrere in eventuali azioni disciplinari da parte del datore di lavoro.

Entro quanto tempo si deve fare il certificato di malattia?

Non è necessario che il lavoratore se rechi immediatamente dal medico. può andare dal medico anche il giorno dopo, ma il certificato potrà essere emesso solo se la tua malattia è ancora presente.

Se invece sei stato assente un giorno e il giorno dopo sei tornato a lavoro, non è più possibile avere il certificato medico per l’assenza trascorsa.

Consultazione dei certificati e degli attestati di malattia telematici:

Per controllare tutti i documenti relativi al certificato telematico malattia, abbiamo un servizio dedicato che mette a disposizione degli aventi titolo, secondo specifiche modalità e secondo le rispettive competenze, i certificati telematici ricevuti e i rispettivi attestati.

Da leggere:  Bando prevenzione malattie oncologiche Inps: Invio domande fino al 4 maggio 2021

Certificato medico telematico 2022

I datori di lavoro o i consulenti del lavoro delegati possono visualizzare e stampare il certificato medico telematico dei propri dipendenti o dei dipendenti delle aziende che gestiscono in qualità di consulenti, tramite il servizio online di consultazione attestati di malattia per i datori di lavoro.

Esso richiede l’accesso con il PIN aziendale. Sono consentiti diversi tipi di ricerche ed è anche possibile scaricare la lista degli attestati.

Per la verifica di un singolo certificato malattia, i datori di lavoro o i consulenti del lavoro delegati possono anche accedere al servizio di consultazione attestati di malattia inserendo il numero di protocollo certificato medico e il codice fiscale associato del dipendente.

Accedi al servizio

Il servizio è disponibile anche telefonicamente chiamando il Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164164 da rete mobile.

Certificato malattia INPS 2022: Video Guida

Ecco un utile video che parla di come fare il certificato malattia e di cosa si intende quando si parla di attestati di malattia 2022:

Leggi anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.