Documenti e moduli

Carta acquisti 2020: ecco come funzionano i pagamenti di settembre

Hanno inizio i pagamenti per coloro che hanno la carta acquisti 2020. Con questa scheda si possono ottenere gli sconti nei negozi convenzionati, ma anche online.

I versamenti posso o cambiare sa richiedente in richiedente, ma in 24 o 48 ore tutti coloro che possiedono la carta acquisti 2020 riceveranno i soldi.

Di cosa tratta la carta acquisti 2020?

Carta acquisti 2020
Carta acquisti 2020

È una scheda elettronica per poter pagare le spese nei negozi alimentari che abbiano il circuito Mastercard che siano convenzionati.

È un metodo per ottenere gli sconti su prodotti che sono i più essenziali nella vita , ovvero gli alimenti e le medicine.

Come ottenere la carta acquisti ?

I requisiti per poter richiedere la carta acquisti inps sono i seguenti:

  • Avere un figlio o bambino in affidamento con età inferiore a 3 anni;
  • Essere in possesso della cittadinanza italiana; essere familiare di cittadino italiano titolare del permesso di soggiorno; cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria;
  • Essere iscritto nell’Anagrafe del proprio comune (Anagrafe comunale);
  • Avere un ISEE in corso di validità, sotto i 6.966,54 €;
  • Non bisogna essere, da solo o insieme a chi esercita la potestà genitoriale sul figlio o che ha affidamento:
    • Intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
    • Intestatario/i di più di una utenza elettrica non domestica;
    • Intestatario/i di più di due utenze del gas;
    • Proprietario/i di più di due autoveicoli;
    • Proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
    • Proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7;
    • Ttolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 € ovvero, se detenuto all’estero e non già indicato nella dichiarazione ISEE, non superiore alla medesima soglia una volta convertito in Euro al cambio vigente al 31 dicembre dell’anno precedente la presentazione della dichiarazione ISEE.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.