Bonus

Bonus invalidità diabete: Cos’è e come ottenerlo?

Con i bonus che ci saranno quest’anno vediamo se esiste il Bonus invalidità diabete e anche le agevolazioni fiscali per i diabetici.

È corretto chiamarli bonus? Vediamo insieme di cosa si tratta precisamente.

Ogni anno, infatti, si discute sul fatto se esista o o meno il bonus diabete 2021.

Esiste il Bonus invalidità diabete?

Bonus invalidità diabeteIniziamo ad affrontare l’articolo dicendo che il bonus diabete 2021 non esiste e che non viene finanziato dalla Legge di Bilancio.

Per cui non ci beneficia ci nessuna indennità per chi ha il diabete.

Come è possibile allora che chi ha il diabete percepisce un’indennità o agevolazioni specifiche?

Si tratta proprio di una questione di termine, infatti il termine «invalidità» permette di ottenere le agevolazioni.

Per cui è sbagliato chiamarlo bonus diabete, ma sarebbe corretto chiamarlo Disabilità civile legata al diabete.

Il diabete dà diritto all’invalidità?

Come detto precedentemente, ci sono delle imprecisione su come chiamare correttamente il bonus diabete 2021.

Ricordiamo che chi ha il diabete può sempre beneficare dell’invalidità civile e anche le agevolazioni.

Da leggere:  Bonus scarpe vestiti e arredi: Ecco come funziona!

Bonus invalidità diabeteSi può beneficiare di tutto questo unicamente se l’invalidità che viene riconosciuta superi una certa soglia.

A regolare il sistema dell’invalidità civile è la Legge 104/92, che ha come scopo di garantire una vita dignitosa a chi non se lo permette.

Ciò può derivare da una malattia o una che porta a non poter badare a se stessi in maniere completamente autosufficiente.

L’invalidità viene riconosciuta alle persone diabetiche se si supera la soglia del 41%.

Inoltre, precisiamo che la gravità della patologia aumenta in caso ci siano delle complicanze.

Come si fa la richiesta bonus invalidità diabete?

Per poter fare la richiesta dell’invalidità per diabete occorre che quest’ultimo sia certificato da una commissione medica.

Questa viene disegnata direttamente dall’Inps.

La prima cosa da fare è quella di recarsi dal medico curante e farsi rilasciare un certificato che provi che si è diabetici.

Il certificato verrà inviato il maniera telematica all’INPS di competenza.

Una volta che il certificato sarà acquisito dall’Inps si potrà procedere con la domanda di invalidità.

Sarà poi l’INPS a convocarvi per effettuare la visita della commissione.

Inoltre, ricordiamo che la procedura dell’invalidità civile a causa del diabete può anche essere fatta attraverso un CAF.

Agevolazioni Inps Bonus diabete 2021:

i malati di diabete hanno diritto anche a:

  • Esenzione del ticket sanitario per tutto ciò che concerne la malattia;
  • Iscrizione alle categorie protette nel caso di invalidità superiore al 46%, se lavoratori dipendenti;
  • Pensione per inabilità alle mansioni, se dipendenti pubblici;
  • Pensione di invalidità, nel caso la malattia fosse talmente avanzata da compromettere una normale quotidianità;
  • Pensione di vecchiaia anticipata a 55 anni e 7 mesi di età per le donne e 60 anni e 7 mesi per gli uomini, solo se con invalidità pari o maggiore all’80% e con almeno 20 anni di versamenti contributivi;
  • Agevolazioni fiscali anche per comprare strumenti tecnologici come pc, tv via satellite o accesso alla banda larga, per diabetici considerati disabili con un elevato livello di invalidità;
  • Aumento di 2 mesi di contributi figurativi per ogni anno di servizio, se l’invalidità è tra il 74% e l’80%;
  • In alcune Regioni, Iva al 4% sull’acquisto dell’auto ed esenzione del pagamento del bollo;
  • Nel caso ci fosse invalidità, detrazione fiscale pari al 19% sulle spese di acquisto o di adattamento di un’auto. Questa agevolazione può spettare anche ai familiari;
  • Agevolazioni previste dalla Legge 104/92 (assegni, permessi e altri vantaggi per l’assistenza alle persone con diabete).
Da leggere:  Assegno unico universale per figli: arriva il bonus da 200 euro

Chi ne ha diritto?

Potranno beneficiare del bonus diabete 2020 Inps chi è:

  • Affetto da diabete mellito di tipo 1 e 2, con complicanze micro-macroangiopatiche e manifestazioni cliniche di medio grado e ha per questo un’invalidità tra il 41% e il 50%;
  • Insulino-dipendente, con un mediocre controllo metabolico e un’iperlipidemia. Si tratta di un aumento dei livelli di uno o più grassi nel sangue o con crisi ipoglicemiche frequenti, corrispondenti a un’invalidità valutata tra il 51% e il 60%;
  • Soffre di complicanze del diabete, fra cui la nefropatia, la retinopatia proliferante e la maculopatia, considerate invalidanti nella misura tra il 91% e il 100%.

Esenzione ticket con il Bonus Diabetici:

Dopo che la la patologia del diabete viene diagnosticata, sarà possibile recarsi presso l’ASL per poter ottenere l’esenzione ticket.

L’asl (Azienda Sanitaria Locale) si occupa di rilasciare un certificato che bisogna portare al medico curante

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.