Bonus

Bonus collaboratori: 1000 euro per seconda tranche!

E’ ufficiale nel nuovo decreto Ristori di novembre 2020, ci sarà una nuova tranche del bonus collaboratori come confermato sia dal premier Conte nella conferenza stampa di domenica che dal Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri e dal vice Misiani.

Bonus collaboratori novembre 2020:

bonus collaboratoriTra gli aiuti promessi dal governo a favore di imprese e lavoratori più penalizzati dalle chiusure o parziali serrate decise dal nuovo DPCM 25 ottobre, ci sarà anche il bonus collaboratori da 1.000 euro.

Ricordiamo che l’ultima mensilità ai collaboratori è stata erogata a maggio ed è stata pari a 600 euro, per la nuova tranche il premier Conte ha parlato di 1.000 euro.

Cosa prevede il nuovo bonus collaboratori?

Gli aiuti contenuti nel nuovo decreto Ristori arriveranno direttamente sul conto corrente degli interessati con bonifico bancario attraverso l’Agenzia delle Entrate.

In particolare si tratta di:

  • nuovi contributi a fondo perduto;
  • nuovo credito d’imposta per gli affitti commerciali per i mesi di ottobre e novembre;
  • cancellazione della seconda rata IMU dovuta entro il 16 dicembre;
  • proroga della cassa integrazione;
  • nuova indennità mensile una tantum – bonus stagionali del turismo, spettacolo, lavori intermittenti dello sport;
  • 2 mensilità in più del reddito di emergenza;
  • misure di sostegno a favore della filiera agroalimentare.
Da leggere:  Che cos'è il 730? (il modello per la dichiarazione dei redditi 2019)

In questo modo chi sarà costretto a sospendere o rallentare a propria attività, potrà contare su un nuovo sostegno economico per affrontare le prossime settimane.

Come richiedere il Bonus collaboratori novembre 2020?

E’ quasi certo che coloro che hanno diritto al bonus collaboratori di 1000 euro a novembre 2020 non debbano presentare

bonus collaboratori

alcuna domanda, in quanto sarebbe riconosciuto in automatico a quanti hanno ricevuto il contributo a maggio.

Per coloro invece che hanno perso la collaborazione dopo il 19

maggio, ma comunque entro la data di entrata in vigore del nuovo provvedimento, dovranno necessariamente presentare domanda.

Per avere maggiori informazioni occorre attendere l’approvazione del decreto Ristoro 2020.

I nostri visitatori hanno letto anche :

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.